Serie A1 1993-1994 (rugby a 15)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A1 1993-1994
Competizione Serie A1
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 64ª
Organizzatore Federazione Italiana Rugby
Date dall'11 settembre 1993
al 23 aprile 1994
Luogo Italia Italia
Partecipanti 12
Formula Girone unico + playoff
Sede finale Stadio Plebiscito (Padova)
Risultati
Vincitore L’Aquila
(5º titolo)
Finalista Milan
Retrocessioni Tarvisium
Casale
CUS Roma
Statistiche
Miglior marcatore Italia Diego Domínguez (469)
Record mete Sudafrica Danie Gerber (20)
1994 Rugby finale Aquila - Milan.jpg
Una fase della finale di Padova tra L’Aquila e Milan
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1992-93 1994-95 Right arrow.svg

Il Campionato di serie A1 di rugby 1993-94 fu il 64º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Disputato secondo la formula stagione regolare - playoff, vide la partecipazione a tale seconda fase della prima classificata del campionato di serie A2, il Bologna, cui fu riservato l'accoppiamento nei quarti di finale contro la prima classificata di A1, il Milan[1].

In tale stagione l'Amatori Milano si presentò con il nome di Milan, essendo entrato a pieno titolo nel club sportivo omonimo sotto l'egida di Silvio Berlusconi e la presidenza di Sandro Manzoni; in precedenza la squadra aveva soltanto assunto il nome di uno degli sponsor del gruppo, la Mediolanum assicurazioni, e nella stagione 1992-93 era stata sponsorizzata dal marchio di abbigliamento El Charro.

Stante la riduzione del torneo di serie A1, a partire dalla stagione successiva, da 12 a 10 squadre, furono previste 3 retrocessioni, con una sola salita dalla serie A2.

Campione d'Italia si laureò L’Aquila che, nella finale di Padova del 23 aprile 1994, sconfisse il favorito Milan, campione uscente, per 23-14[2] e vinse il suo 5º titolo nazionale[3].

Squadre partecipanti e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Ai playoff accedettero 8 squadre, le prime sette classificate di A1 e la vincitrice del campionato A2, la quale, nel ranking dei quarti di finale, fu classificata all'ottavo posto e alla quale fu assegnata in accoppiamento la prima classificata di A1; a seguire la seconda di A1 contro la settima, la terza contro la sesta, e la quarta contro la quinta.

Tutti gli accoppiamenti a turni multipli (quarti e semifinali) furono al meglio delle tre gare, con la prima (e la eventuale terza) in casa della squadra meglio classificata durante la stagione regolare. La finale fu invece disputata in gara unica, con eventuali tempi supplementari in caso di parità.

La vincitrice della finale era campione d'Italia; le ultime tre squadre classificate durante la stagione regolare retrocedettero in serie A2.

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  1ª/12ª giornata  
12-11 Amatori Catania - San Donà 9-34
27-49 CUS Roma - Milan 5-109
25-56 Mirano - L'Aquila 0-28
16-33 Casale - Benetton Treviso 0-107
12-45 Tarvisium - Rovigo 11-12
27-21 Petrarca - Rugby Roma 29-27
  4ª/15ª giornata  
20-3 Amatori Catania - Casale 15-19
26-21 Benetton Treviso - L'Aquila 3-23
26-42 Rovigo - Milan 13-29
42-26 Rugby Roma - Mirano 24-26
57-5 San Donà - CUS Roma 18-9
32-0 Petrarca - Tarvisium 16-9
  7ª/18ª giornata  
11-12 CUS Roma - Amatori Catania 3-60
28-8 L'Aquila - San Donà 3-34
19-30 Rovigo - Benetton Treviso 0-37
20-18 Milan - Rugby Roma 32-32
21-12 Mirano - Petrarca 25-20
22-6 Tarvisum - Casale 30-10
  10ª/21ª giornata  
13-19 Amatori Catania - Benetton Treviso 16-57
33-17 Rugby Roma - San Donà 41-23
15-37 Mirano - Milan 20-44
3-32 Casale - L'Aquila 14-54
36-21 Tarvisium - CUS Roma 37-3
27-16 Petrarca - Rovigo 19-22
  2ª/13ª giornata  
31-19 Benetton Treviso - Petrarca 35-29
74-9 L'Aquila - CUS Roma 41-29
28-13 Rovigo - Mirano 12-32
18-29 Rugby Roma - Amatori Catania 15-20
57-22 Milan - Casale 70-15
39-10 San Donà - Tarvisium 35-11
  5ª/16ª giornata  
19-61 CUS Roma - Benetton Treviso 18-46
49-10 L'Aquila - Rovigo 14-9
13-15 Milan - San Donà 51-5
31-6 Mirano - Amatori Catania 6-37
16-28 Casale - Petrarca 18-30
16-26 Tarvisium - Rugby Roma 19-49
  8ª/19ª giornata  
26-14 Amatori Catania - L'Aquila 11-48
30-15 Rugby Roma - Rovigo 17-12
13-7 San Donà - Benetton Treviso 5-49
18-29 Casale - CUS Roma 42-32
26-9 Tarvisium - Mirano 6-28
26-21 Petrarca - Milan 19-62
  11ª/22ª giornata  
29-17 Benetton Treviso - Rugby Roma 14-16
0-13 CUS Roma - Mirano 23-52
32-14 L'Aquila - Tarvisium 29-15
49-0 Rovigo - Casale 31-27
39-9 Milan - Amatori Catania 44-6
21-27 San Donà - Petrarca 13-26
  3ª/14ª giornata  
21-35 CUS Roma - Rovigo 14-83
35-28 L'Aquila - Milan 12-60
9-7 Mirano - San Donà 20-26
16-18 Casale - Rugby Roma 14-14
21-31 Tarvisium - Benetton Treviso 13-35
24-15 Petrarca - Amatori Catania 10-19
  6ª/17ª giornata  
14-20 Amatori Catania - Tarvisium 13-39
13-27 Benetton Treviso - Milan 13-22
34-12 Rugby Roma - CUS Roma 50-13
14-12 San Donà - Rovigo 24-27
30-16 Casale - Mirano 12-32
24-6 Petraca - L'Aquila 14-32
  9ª/20ª giornata  
23-11 Benetton Treviso - Mirano 26-23
25-27 CUS Roma - Petrarca 3-60
33-28 L'Aquila - Rugby Roma 34-32
31-14 Rovigo - Amatori Catania 13-43
40-7 Milan - Tarvisium 57-5
37-12 San Donà - Casale 29-9

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
Play off.png 1. Milan 22 18 1 3 953 358 37
Play off.png 2. L’Aquila 22 17 0 5 698 422 34
Play off.png 3. Benetton Treviso 22 17 0 5 725 361 34
Play off.png 4. Petrarca 22 14 0 8 545 458 28
Play off.png 5. Rugby Roma 22 11 2 9 602 476 24
Play off.png 6. San Donà 22 12 0 10 485 423 24
Play off.png 7. Amatori Catania 22 10 0 12 419 509 20
8. Mirano 22 10 0 12 453 525 20
9. Rovigo 22 10 0 12 520 519 20
1downarrow red.svg 10. Tarvisium 22 7 0 15 379 582 14
1downarrow red.svg 11. Casale 22 3 1 18 322 785 7
1downarrow red.svg 12. CUS Roma 22 1 0 21 331 1014 2

Fase a play-off[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milan 109 79
Bologna 14 13
Petrarca 9 10
Rugby Roma 33 25
Benetton Treviso 28 23 43
San Donà 19 24 17
L’Aquila 47 15 57
Amatori Catania 14 30 22

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Milan 35 40
Rugby Roma 16 13
L’Aquila 33 16 15
Benetton Treviso 24 53 12

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Padova
23 aprile 1994
L’Aquila23 – 14MilanStadio Plebiscito (4 000 spett.)
Arbitro:  De Falco (Pomigliano d'Arco)

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Volpe, pag. 75.
  2. ^ Stefano Edel, L'Aquila vola sul cielo del rugby, in Corriere della Sera, 24 aprile 2004. URL consultato il 9 novembre 2009 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  3. ^ Volpe, pag. 95.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008.
Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby