Serie A 1950-1951 (rugby a 15)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A 1950-1951
Competizione Serie A
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 21ª
Organizzatore Federazione Italiana Rugby
Date dall'8 ottobre 1950
al 1º aprile 1951
Luogo Italia Italia
Partecipanti 12
Formula Girone unico
Risultati
Vincitore Rovigo
(1º titolo)
Rugby Rovigo 1951.jpg
Una formazione del Rovigo campione d'Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1949-50 1951-52 Right arrow.svg

Il Campionato di serie A 1950-51 fu il 21º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Tenutosi a girone unico tra 12 squadre, finì incompleto: solo 5 squadre disputarono tutti i 22 incontri previsti, mentre altre dovettero saltare gli incontri per rinvio, in maggior parte quelli contro la Giovinezza di Trieste, che terminò il campionato al penultimo posto; retrocessa in serie B, la società di fatto svanì dal panorama rugbistico nazionale[1]. Per via del calendario internazionale e anche in considerazione che gli incontri non avrebbero comunque modificato la classifica, la Federazione decise di non disputare i recuperi[1].

Si presentò per la prima volta al campionato il CUS Roma, primo club universitario del dopoguerra a riaffacciarsi nel torneo dopo le esperienze dei GUF d'epoca fascista.

Si laureò campione d'Italia il Rovigo, che iscrisse per la prima volta il suo nome nell'albo (quinta squadra del rugby italiano a vincere uno scudetto) e iniziò una serie di quattro titoli consecutivi. Il neoarrivato CUS Roma retrocesse subito in serie B, così come la citata Giovinezza e il Genova; le tre retrocessioni servirono per abbassare il numero di squadre da 12 a 10 per il campionato successivo, a fronte di una sola promozione dalla serie B (che in quella stagione fu conseguita da L’Aquila).

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  1ª/12ª giornata  
21-0 Parma - Giovinezza n.d.[2]
19-3 Rugby Roma - Bologna 6-3
24-0 Rovigo - Brescia 9-0
17-3 Amatori Milano - Petrarca 3-0
6-3 Napoli - CUS Roma 3-5
3-6 Genova - Milano 0-9
  4ª/15ª giornata  
3-3 Petrarca - Brescia 0-0
11-3 Napoli - Parma 0-9
0-3 Giovinezza - Rugby Roma 0-30
0-24 Milano- Amatori Milano 11-3
3-0 CUS Roma - Genova 8-21
8-3 Bologna - Rovigo 3-24
  7ª/18ª giornata  
29-8 Parma - Genova n.d.[2]
3-3 Rovigo - Rugby Roma 6-6[3]
6-0 Brescia- Bologna 0-0
19-0 Amatori Milano - Giovinezza 3-0
0-3 Napoli - Milano 3-14
3-0 CUS Roma - Petrarca 3-15
  10ª/21ª giornata  
3-6 Bologna - Petrarca 3-6
0-3 Giovinezza - Milano 0-6[4]
0-13 Amatori Milano - Rovigo 0-11
0-6 Genova - Napoli 6-15
6-3 Parma - Brescia 5-10
9-0 Rugby Roma - CUS Roma 15-3
  2ª/13ª giornata  
3-13 CUS Roma - Brescia 0-6
0-0 Petrarca - Parma 3-6
9-3 Giovinezza - Bologna 0-6[4]
3-12 Genova - Rovigo 0-48
8-9 Milano- Rugby Roma 6-6
9-3 Napoli - Amatori Milano 0-16
  5ª/16ª giornata  
26-0 Amatori Milano - Bologna 3-3
22-0 Parma - CUS Roma 11-6
3-6 Brescia- Milano 3-20
6-0 Rugby Roma - Napoli 8-3
6-3 Genova - Giovinezza 0-6[4]
16-0 Rovigo - Petrarca 6-0
  8ª/19ª giornata  
3-3 Petrarca - Milano 0-0
0-3 Giovinezza - Napoli 0-17
0-3 Genova - Brescia 0-11
3-11 CUS Roma - Rovigo 0-19
8-0 Amatori Milano - Rugby Roma 0-14
12-12 Parma - Bologna 20-6
  11ª/22ª giornata  
15-3 Rovigo - Napoli 3-5
3-3 Amatori Milano - Parma 3-16
0-12 Bologna - Milano 3-6
6-3 Petrarca - Genova 6-5
0-3 Brescia- Rugby Roma 5-0
0-0 CUS Roma - Giovinezza n.d.[2]
  3ª/14ª giornata  
6-3 Brescia- Napoli 6-3
6-0 Parma - Milano 0-3
9-6 Rovigo - Giovinezza 37-0
12-3 Bologna - Genova 6-0
14-3 Amatori Milano - CUS Roma 3-0
11-3 Rugby Roma - Petrarca 3-6
  6ª/17ª giornata  
9-6 Rugby Roma - Parma 0-5
6-0 Bologna - CUS Roma 5-0
n.d.[2] Giovinezza - Brescia 3-25
0-3 Genova - Amatori Milano 0-32
0-11 Milano- Rovigo 0-11
3-0 Petrarca - Napoli 0-6
  9ª/20ª giornata  
6-13 Rovigo - Parma 6-3
0-0 Milano- CUS Roma 0-0
6-0 Napoli - Bologna 0-23
17-0 Rugby Roma - Genova 16-5
0-3 Brescia- Amatori Milano 12-17
6-0 Petrarca - Giovinezza 6-0

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
Scudetto.svg 1. Rovigo 21[5] 17 1 3 297 50 35
2. Rugby Roma 21[5] 15 2 4 187 67 32
3. Amatori Milano 22 14 2 6 203 98 30
4. Milano 22 12 5 5 116 88 29
5. Parma 20[5] 12 3 5 196 89 27
6. Brescia 21[5] 10 3 8 115 108 23
7. Petrarca 22 9 5 8 75 91 19
8. Napoli 22 10 0 12 102 132 20
9. Bologna 22 7 3 12 108 167 17
1downarrow red.svg 10. CUS Roma 21[5] 3 3 15 43 179 9
1downarrow red.svg 11. Flag blue HEX-539ADE.svg Giovinezza[6] 19[5] 2 1 16 27 203 3
1downarrow red.svg 12. Genova[7] 21[5] 2 0 19 60 257 3

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Volpe, pag. 27.
  2. ^ a b c d Incontro rinviato e mai recuperato per esigenze di calendario internazionale e in quanto ininfluente ai fini della classifica
  3. ^ Risultato non omologato
  4. ^ a b c Per rinuncia
  5. ^ a b c d e f g Partite mai recuperate in quanto ininfluenti ai fini della classifica finale
  6. ^ Due punti di penalizzazione, uno per ciascun incontro in cui la squadra fu rinunciataria
  7. ^ Un punto di penalizzazione per l'incontro in cui la squadra fu rinunciataria

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008.
Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby