Eccellenza 1963-1964 (rugby a 15)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eccellenza 1963-1964
Competizione Eccellenza
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 34ª
Organizzatore Federazione Italiana Rugby
Luogo Italia Italia
Partecipanti 12
Formula Girone unico
Risultati
Vincitore Rovigo
(7º titolo)
Retrocessioni L’Aquila
G.S. Esercito
Statistiche
Miglior marcatore Italia Romano Bettarello (94)
Record mete Italia Vittorio Ambron (17)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1962-63 1964-65 Right arrow.svg

Il Campionato di Eccellenza 1963-64 fu il 34º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Disputatosi a girone unico, fu il primo nella storia di tale competizione a essersi risolto con due squadre prime a pari merito[1]; esso vide infatti appaiate al primo posto il Rovigo e il Parma e il titolo andò ai veneti per via del regolamento che assegnava precedenza alla squadra con il miglior quoziente mete fatte-subite[1].

Il Rovigo si aggiudicò quindi il suo 7º titolo, terzo consecutivo.

Il G.S. Esercito, risalito in Eccellenza la stagione precedente, retrocesse di nuovo, e insieme ad esso scese in categoria inferiore L’Aquila.

Sul piano delle sponsorizzazioni, si segnala l'Amatori Milano che per la prima volta abbinò il suo nome a un marchio commerciale, quello dell'industria di manufatti elettronici milanese GBC[1], e il Treviso, che si legò al nome dell'industria di vernici Metalcrom[1], marchio che accompagnò il club veneto fino all'acquisizione, quindici anni più tardi, da parte del gruppo Benetton.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  1ª/12ª giornata  
9-6 Rovigo - L'Aquila 3-3
0-9 Partenope - Fiamme Oro 8-3
9-6 Petrarca - Treviso 9-6
3-3 CUS Roma - Amatori Milano 3-3
6-0 Milano Diavoli - Esercito 8-16
3-8 CUS Genova - Parma 5-13
  4ª/15ª giornata  
13-9 Fiamme Oro - Treviso 0-3
8-0 Partenope - CUS Roma 13-3
16-9 Petrarca - Esercito 6-14
9-6 Parma - L'Aquila 3-12
3-3 Amatori Milano - Milano Diavoli 13-8
0-0 CUS Genova - Rovigo 3-22
  7ª/18ª giornata  
17-14 Rovigo - Fiamme Oro 9-3
0-0 Petrarca - CUS Roma 6-34
13-11 Parma - Amatori Milano 5-0
19-6 Milano Diavoli - CUS Genova 3-6
5-8 Esercito - L'Aquila 10-11
3-0 Treviso - Partenope 5-11
  10ª/21ª giornata  
12-5 Rovigo - Esercito 11-9
12-3 Fiamme Oro - CUS Roma 0-0
18-0 Partenope - CUS Genova 6-6
3-3 L'Aquila - Amatori Milano 3-27
6-8 Treviso - Milano Diavoli 5-0
16-6 Parma - Petrarca 0-11
  2ª/13ª giornata  
8-3 Milano Diavoli - Petrarca 6-18
19-6 Amatori Milano - Partenope 11-14
3-21 Esercito - Fiamme Oro 6-6
3-8 Treviso - Rovigo 9-14
11-11 CUS Roma - Parma 0-11
9-9 L'Aquila - CUS Genova 0-3
  5ª/16ª giornata  
12-0 Rovigo - Partenope 0-12
3-11 Milano Diavoli - Fiamme Oro 13-6
8-10 Treviso - Parma 3-3
3-6 Esercito - Amatori Milano 9-26
0-0 CUS Roma - CUS Genova 0-6
0-11 L'Aquila - Petrarca 8-17
  8ª/19ª giornata  
11-5 Parma - Rovigo 9-11
8-0 Partenope - Milano Diavoli 5-11
16-9 Fiamme Oro - L'Aquila 6-17
9-6 CUS Roma - Treviso 0-13
3-3 Amatori Milano - Petrarca 0-5
0-0 CUS Genova - Esercito 6-9
  11ª/22ª giornata  
16-12 Partenope - Parma 3-9
6-3 Rovigo - Petrarca 8-3
8-8 Fiamme Oro - Amatori Milano 6-0
8-0 Milano Diavoli - L'Aquila 5-15
0-3 CUS Genova - Treviso 0-11
3-9 Esercito - CUS Roma 3-9
  3ª/14ª giornata  
14-0 Rovigo - CUS Roma 0-3
9-12 Petrarca - Fiamme Oro 6-12
6-16 L'Aquila - Partenope 0-6
14-8 Parma - Milano Diavoli 18-11
12-5 Amatori Milano - CUS Genova 6-3
5-3 Treviso - Esercito 10-19
  6ª/17ª giornata  
0-0 Amatori Milano - Rovigo 9-16
9-12 Fiamme Oro - Parma 3-8
16-3 Partenope - Esercito 21-6
14-11 CUS Roma - Milano Diavoli 8-3
9-6 L'Aquila - Treviso 3-16
6-8 CUS Genova - Petrarca 3-0
  9ª/20ª giornata  
10-3 Milano Diavoli - Rovigo 0-12
0-0 Amatori Milano - Treviso 0-13
5-8 Petrarca - Partenope 3-20
6-6 CUS Genova - Fiamme Oro 5-3
3-8 Esercito - Parma 3-3
13-3 CUS Roma - L'Aquila 3-3

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
Scudetto.svg 1. Rovigo[2] 22 15 3 4 192 115 33
2. Parma 22 15 3 4 206 148 33
3. Partenope 22 15 1 6 218 136 31
4. Amatori Milano 22 8 7 7 169 132 23
5. Fiamme Oro 22 9 4 9 175 148 22
6. CUS Roma 22 7 8 7 119 129 22
7. Treviso 22 9 3 10 146 122 21
8. Petrarca 22 9 1 12 157 191 19
9. Milano Diavoli 22 8 1 13 162 193 17
10. CUS Genova 22 6 5 11 90 156 17
1downarrow red.svg 11. L’Aquila 22 6 4 12 128 200 16
1downarrow red.svg 12. Stellette Italia2.jpg Esercito 22 4 2 16 141 233 10

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Volpe, pag. 40
  2. ^ Campione d'Italia per miglior quoziente mete rispetto al Parma

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008.
Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby