Serie A 1957-1958 (rugby a 15)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A 1957-1958
Competizione Serie A
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 28ª
Organizzatore Federazione Italiana Rugby
Date dal 20 ottobre 1957
al 18 maggio 1958
Luogo Italia Italia
Partecipanti 29
Formula A gironi + playoff
Risultati
Vincitore Fiamme Oro
(1º titolo)
Finalista Milano
Retrocessioni
Rugby Fiamme Oro 1958.png
Una formazione delle Fiamme Oro campioni d'Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Serie A 1956-1957 Serie A 1958-1959 Right arrow.svg

La serie A 1957-58 fu il 28º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Come l'edizione precedente[1] si svolse con la formula a gironi tra 29 squadre; delle quattro retrocesse della stagione precedente CUS Modena, Novara, CUS Roma e Udine, le ultime due furono ripescate per rinuncia del San Gabriele a iscriversi al campionato di serie A e la rinuncia di un'eventuale ulteriore promossa dalla B a salire di categoria[2].

Il campionato vide a sorpresa una finale inedita, tra le Fiamme Oro, gruppo sportivo della Pubblica Sicurezza all'epoca di sede a Padova, e il Milano; quest'ultimo era riuscito a guadagnare la finale proprio in chiusura del girone di semifinale, battendo fuori casa il 4 maggio 1958 l'altra squadra padovana, il Petrarca, per 5-3, al termine di un incontro caratterizzato da una rissa dovuta alla convalida di una meta dei milanesi: un giocatore petrarchino, Roberto Luise, tentò negli spogliatoi di assalire l'arbitro, i tifosi petrarchini insultarono il presidente della FIR Lais che quel giorno era presente all'incontro; Luise fu squalificato per 10 turni e il Petrarca fu condannato a due incontri a porte chiuse[3].

In entrambi gli incontri di finale, disputatasi all'andata a Milano e al ritorno a Padova, le Fiamme Oro prevalsero e divennero così la settima formazione a iscrivere il loro nome nell'albo d'oro del campionato. Da segnalare anche la prima retrocessione della Rugby Roma, all'epoca vincitrice di quattro campionati; il club non si iscrisse al campionato di Promozione (altro nome della Serie B) e sospese l'attività della sua prima squadra, che riprese solo un paio di stagioni più tardi[3].

In ragione del ridimensionamento del torneo a 24 squadre e tre gironi per la stagione successiva, furono previste 5 retrocessioni dirette dalla serie A e spareggi-salvezza tra le prime classificate della Promozione e le ultime non retrocesse della serie A[2].

Formula del torneo[modifica | modifica wikitesto]

La modalità di svolgimento del torneo fu la seguente:

  • Quattro gironi, tre dei quali composti da 7 squadre e uno da 8 squadre;
    • le prime due classificate di ogni girone si qualificarono ai gironi di semifinale;
    • l'ultima classificata di ogni girone a 7 squadre e le ultime due del girone a 8 squadre retrocedettero in serie B;
    • la penultima classificata di ogni girone a 7 squadre e la terzultima del girone a 8 spareggiarono in gara di andata e ritorno a eliminazione diretta contro le quattro prime classificate della serie B.
  • Due gironi di semifinale composti da quattro squadre ciascuno secondo la seguente composizione:
    • Girone A di semifinale: prima classificata del girone A e C, seconda classificata del girone B e D;
    • Girone B di semifinale: prima classificata del girone B e D, seconda classificata del girone A e C.
  • Finale in gara di andata e ritorno, da disputarsi tra le due squadre vincenti del rispettivo girone di semifinale.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

Prima fase[modifica | modifica wikitesto]

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

  1ª/8ª giornata  
11-3 Milano - Alessandria 16-0
0-6 Rho - CUS Genova 3-6
5-3 Parabiago - CUS Torino 0-24
  4ª/11ª giornata  
0-15 CUS Genova - Amatori Milano 3-9
17-8 Milano - CUS Torino 6-8
6-0 Rho - Alessandria 6-0
  7ª/14ª giornata  
0-0 Rho - Parabiago 0-0
9-3 CUS Genova - Alessandria 19-8
0-3 Milano - Amatori Milano 6-12
  2ª/9ª giornata  
5-12 CUS Genova - Milano 0-14
0-0 CUS Torino - Rho 3-0
20-3 Amatori Milano - Parabiago 25-9
  5ª/12ª giornata  
17-6 Alessandria - CUS Torino 0-9
0-3 CUS Genova - Parabiago 0-3
16-3 Amatori Milano - Rho 3-0
  3ª/10ª giornata  
0-3 Milano - Rho 6-3
12-8 CUS Torino - Amatori Milano 0-17
11-5 Parabiago - Alessandria 3-6
  6ª/13ª giornata  
14-0 CUS Torino - CUS Genova 3-8
0-3 Parabiago - Milano 6-11
27-3 Amatori Milano - Alessandria 16-3

Classifica girone A[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
1. Amatori Milano 12 11 1 0 171 42 22
2. Milano 12 8 0 4 102 51 16
3. CUS Torino 12 6 1 5 90 78 13
4. CUS Genova 12 5 0 7 56 87 10
5. Parabiago 12 5 0 7 43 97 10
6. Rho 12 3 3 6 24 40 9
1downarrow red.svg 7. Alessandria 12 2 0 10 48 139 4

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

  1ª/8ª giornata  
0-0 Venezia - Fiamme Oro 0-27
11-6 Trieste - Diavoli Milano 0-23
0-12 Udine - Petrarca 6-19
  4ª/11ª giornata  
19-6 Fiamme Oro - Treviso 8-0
3-16 Venezia - Petrarca 0-19
12-3 Trieste - Udine 6-12
  7ª/14ª giornata  
3-12 Trieste - Venezia 0-14
9-0 Diavoli Milano - Treviso 0-3
3-6 Fiamme Oro - Petrarca 0-3
  2ª/9ª giornata  
6-20 Diavoli Milano - Fiamme Oro 6-37
3-14 Udine - Venezia 6-11
21-11 Treviso - Trieste 5-3
  5ª/12ª giornata  
27-0 Treviso - Udine 0-3
35-8 Fiamme Oro - Trieste 32-6
0-17 Diavoli Milano - Petrarca 6-14
  3ª/10ª giornata  
0-0 Treviso - Venezia 5-6
20-3 Petrarca - Trieste 61-0
0-0 Diavoli Milano - Udine 0-0
  6ª/13ª giornata  
8-24 Udine - Fiamme Oro 0-34
15-5 Petrarca - Treviso 6-0
9-0 Venezia - Diavoli Milano 9-5

Classifica girone B[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
1. Petrarca 12 12 0 0 208 26 24
2. Fiamme Oro 12 9 1 2 239 49 19
3. Venezia 12 7 2 3 78 84 16
4. Treviso 12 4 1 7 72 80 9
5. Diavoli Milano 12 2 2 8 61 120 6
1downarrow red.svg 6. Udine 12 2 2 8 41 159 6
1downarrow red.svg 7. 600px Rosso con alabarda bianca.svg Trieste 12 2 0 10 63 212 4

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

  1ª/8ª giornata  
14-3 Brescia - CUS Firenze 8-3
3-3 Monza - Parma 9-50
0-3 Bologna - Rovigo 6-12
  4ª/11ª giornata  
8-9 Parma - CUS Parma 21-3
0-10 CUS Firenze - Rovigo 5-21
3-12 Monza - Brescia 9-3
  7ª/14ª giornata  
14-6 Parma - Brescia 18-3
6-12 CUS Firenze - Monza 3-3
11-0 CUS Parma - Bologna 0-9
  2ª/9ª giornata  
0-6 Bologna - Monza 3-0
20-0 Rovigo - CUS Parma 3-6
11-0 Parma - CUS Firenze 25-0
  5ª/12ª giornata  
3-3 Brescia - Bologna 3-3
3-0 Rovigo - Parma 8-24
12-3 Monza - CUS Parma 0-6
  3ª/10ª giornata  
3-0 CUS Parma - Brescia 0-3
6-0[4] Rovigo - Monza 6-3
3-3 Bologna - CUS Firenze 5-11
  6ª/13ª giornata  
0-3 Bologna - Parma 0-24
3-11 Brescia - Rovigo 3-6
3-3 CUS Parma - CUS Firenze 8-8

Classifica girone C[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
1. Rovigo 12 10 0 2 109 50 20
2. Parma 12 9 1 2 201 44 19
3. CUS Parma 12 5 2 5 54 87 12
4. Brescia 12 4 2 6 61 76 10
5. Monza 12 4 2 6 60 101 10
1downarrow red.svg 6. Bologna 12 2 3 7 32 79 7
1downarrow red.svg 7. CUS Firenze 12 1 4 7 45 123 6

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

  1ª/8ª giornata  
10-0 X Comiliter - CUS Roma 3-5
8-0 Lazio - Frascati 0-9
0-8 Rugby Roma - L'Aquila 0-42
12-6 A.S. Roma - Partenope 3-0
  4ª/11ª giornata  
6-6 X Comiliter - Frascati 17-6
3-3 Partenope - CUS Roma 3-11
11-3 L'Aquila - A.S. Roma 0-0
9-0 Lazio - Rugby Roma 6-0
  7ª/14ª giornata  
0-3 X Comiliter - Partenope 3-9
5-6 Rugby Roma - CUS Roma 3-25
12-0 A.S. Roma - Lazio 3-6
0-0 Frascati - L'Aquila 3-3
  2ª/9ª giornata  
0-6 Partenope - Lazio 10-3
5-8 L'Aquila - X Comiliter 6-14
6-3 CUS Roma - A.S. Roma 3-8
6-23 Rugby Roma - Frascati 0-33
  5ª/12ª giornata  
12-8 Rugby Roma - A.S. Roma 8-30
3-0 Partenope - Frascati 11-3
0-3 CUS Roma - L'Aquila 0-6
3-3 Lazio - X Comiliter 0-9
  3ª/10ª giornata  
3-6 Lazio - L'Aquila 5-3
3-14 Rugby Roma - Partenope 3-28
11-3 Frascati - CUS Roma 5-6
14-3 X Comiliter - A.S. Roma 3-9
  6ª/13ª giornata  
3-0 L'Aquila - Partenope 3-6
3-0 CUS Roma - Lazio 0-3
11-9 Frascati - A.S. Roma 10-14
17-0 X Comiliter - Rugby Roma 6-3

Classifica girone D[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
1. Stellette Italia2.jpg X Comiliter 14 8 2 4 113 58 18
2. L’Aquila 14 7 3 4 99 42 17
3. Partenope 14 8 1 5 96 56 17
4. A.S. Roma 14 7 1 6 117 90 15
5. CUS Roma 14 7 1 6 71 66 15
6. S.S. Lazio 14 7 1 6 52 58 15
1downarrow red.svg 7. Frascati 14 5 3 6 120 86 13
1downarrow red.svg 8. Rugby Roma 14 1 0 13 43 255 2

Playout salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Rho 9 6
Novara 6 0

Udine 0 0
Livorno 8 6

Amaranto e Blu.svg Fiamme Oro Mestre 8 3
Bologna 3 0

S.S. Lazio[5] 28 6
CUS Catania 0 0

Gironi di semifinale[modifica | modifica wikitesto]

  Girone A  
9-0 L'Aquila - Rovigo 3-16
0-8 Amatori Milano - Fiamme Oro 0-14
3-3 Amatori Milano - L'Aquila 0-6
3-12 Rovigo - Fiamme Oro 9-16
6-0 Fiamme Oro - L'Aquila 6-17
10-6 Rovigo - Amatori Milano 11-0
  Girone B  
12-9 X Comiliter - Milano 5-6
11-3 Petrarca - Parma 6-3
9-19 Parma - Milano 5-8
15-3 Petrarca - X Comiliter 11-12
3-3 Milano - Petrarca 5-3
16-0 Parma - X Comiliter 8-8

Classifica girone A[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
1. Fiamme Oro 6 5 0 1 62 29 10
2. L’Aquila 6 3 1 2 38 31 7
3. Rovigo 6 3 0 3 49 46 6
4. Amatori Milano 6 0 1 5 9 52 1

Classifica girone B[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
1. Milano 6 4 1 1 50 37 9
2. Petrarca 6 3 1 2 49 29 7
3. Stellette Italia2.jpg X Comiliter 6 2 1 3 40 65 5
4. Parma 6 1 1 4 44 52 3

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
11 maggio 1958
Milano3 – 6Fiamme OroStadio Giuriati

Padova
18 maggio 1958
Fiamme Oro18 – 8MilanoStadio Colbachini

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Volpe, pag. 33.
  2. ^ a b Volpe, pag. 34.
  3. ^ a b Volpe, pag. 14.
  4. ^ Per rinuncia
  5. ^ La Lazio vinse l'incontro di ritorno 6-0 a tavolino per rinuncia del CUS Catania

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008.
Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby