Serie A1 1994-1995 (rugby a 15)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A1 1994-1995
Competizione Serie A1
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 65ª
Organizzatore Federazione Italiana Rugby
Luogo Italia Italia
Partecipanti 10
Formula Girone unico + playoff
Sede finale Stadio Plebiscito (Padova)
Risultati
Vincitore Milan
(17º titolo)
Finalista Benetton Treviso
Retrocessioni Bologna
Statistiche
Miglior marcatore Italia Diego Domínguez (334)
Record mete Italia Mass. Perziano (17)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1993-94 1995-96 Right arrow.svg

Il Campionato di serie A1 1994-95 fu il 65º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Ridotto da 12 a 10 squadre[1] per la concomitanza con la Coppa del Mondo di rugby 1995 in programma in Sudafrica in tarda primavera[2], vide per la terza volta l'Amatori Milano, rinominato Milan in quanto divenuto sezione rugbistica della polisportiva A.C. Milan di Silvio Berlusconi, in finale, quarta in cinque stagioni; fu, anche, la terza volta che si incontrarono in finale i milanesi e il Benetton Treviso e furono di nuovo i veneti a essere sconfitti; il Milan, vincitore nella circostanza del suo diciassettesimo scudetto, s'impose per 27-15 in una gara senza mete, contraddistinta solo da 24 punti di Diego Domínguez (8 calci piazzati) e un drop di Massimo Bonomi contro cinque piazzati di Michael Lynagh per Treviso, autore di tutti i punti della sua squadra[3], vide per la terza volta l'Amatori Milano, rinominato Milan in quanto divenuto sezione rugbistica della polisportiva A.C. Milan di Silvio Berlusconi, in finale, quarta in cinque stagioni; fu, anche, la terza volta che si incontrarono in finale i milanesi e il Benetton Treviso e furono di nuovo i veneti a essere sconfitti; il Milan, vincitore nella circostanza del suo diciassettesimo scudetto, s'impose per 27-15 in una gara senza mete, contraddistinta solo da 24 punti di Diego Domínguez (8 calci piazzati) e un drop di Massimo Bonomi contro cinque piazzati di Michael Lynagh per Treviso, autore di tutti i punti della sua squadra[4].

Si trattò dell'anno di passaggio dal rugby a 15 dilettantistico a quello professionistico; in quell'anno nacque a opera della neocostituita European Rugby Cup la Coppa Europa di rugby o Heineken Cup, competizione destinata ai club campioni europei che assegnava il titolo di campione d'Europa; le due finaliste, Milan e Benetton Treviso, furono le prime italiane a qualificarsi per tale torneo.

Retrocedette in A2 il Bologna, appena tornato in massima serie dopo 22 stagioni di assenza[1].

Squadre partecipanti e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Ai playoff accedettero le prime quattro classificate di serie A1; preliminarmente agli incontri di semifinale, la quarta classificata di A1 dovette disputare un turno preliminare in gara unica contro la vincitrice del campionato di serie A2; la squadra uscente da tale incontro disputò la semifinale contro la prima classificata di A1 mentre la seconda incontrò la terza.

Gli incontri di semifinale furono in gara di andata e ritorno, con la seconda gara programmata in casa della squadra meglio piazzata durante la stagione regolare.

La finale fu invece disputata in gara unica, con eventuali tempi supplementari in caso di parità.

La vincitrice della finale era campione d'Italia; l'ultima classificata durante la stagione regolare retrocesse in serie A2.

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  1ª/10ª giornata  
22-19 Amatori Catania - Petrarca 8-66
25-17 Bologna - Rugby Roma 10-70
24-30 San Donà - Benetton Treviso 13-13
9-57 Mirano - Milan 25-54
29-16 L'Aquila - Rovigo 9-14
  4ª/13ª giornata  
20-7 Benetton Treviso - Amatori Catania 14-12
26-16 Rovigo - Bologna 30-20
26-9 Rugby Roma - San Donà 30-18
43-13 Milan - Petrarca 21-9
11-19 Mirano - L'Aquila 28-32
  7ª/16ª giornata  
17-21 Amatori Catania - L'Aquila 23-34
23-25 Rovigo - Benetton Treviso 6-55
20-30 Bologna - San Donà 18-20
56-23 Milan - Rugby Roma 19-15
21-28 Petrarca - Mirano 15-16
  2ª/11ª giornata  
31-3 Benetton Treviso - L'Aquila 26-26
24-17 Rovigo - Amatori Catania 18-21
42-14 Rugby Roma - Mirano 30-8
42-8 Milan - San Donà 20-19
22-19 Petrarca - Bologna 15-13
  5ª/14ª giornata  
28-29 Amatori Catania - Rugby Roma 0-66
26-22 Bologna - Mirano 15-22
29-26 San Donà - L'Aquila 13-22
85-13 Milan - Rovigo 27-12
12-17 Petrarca - Benetton Treviso 13-47
  8ª/17ª giornata  
51-23 Bologna - Amatori Catania 12-61
31-31 L'Aquila - Milan 22-49
25-27 San Donà - Petrarca 16-33
20-15 Rugby Roma - Benetton Treviso 19-57
23-21 Mirano - Rovigo 6-14
  3ª/12ª giornata  
18-28 Amatori Catania - Milan 11-46
3-61 Bologna - Benetton Treviso 8-58
28-18 L'Aquila - Rugby Roma 13-27
38-31 San Donà - Mirano 10-14
26-9 Petrarca - Rovigo 18-18
  6ª/15ª giornata  
14-26 Benetton Treviso - Milan 22-22
49-37 L'Aquila - Bologna 30-38
23-18 San Donà - Rovigo 9-13
27-10 Rugby Roma - Petrarca 20-9
34-23 Mirano - Amatori Catania 13-40
  9ª/18ª giornata  
25-35 Amatori Catania - San Donà 12-24
47-12 Benetton Treviso - Mirano 31-29
40-14 Rovigo - Rugby Roma 29-44
65-18 Milan - Bologna 62-39
33-29 Petrarca - L'Aquila 22-7

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS Pt
Play off.png 1. Milan 18 16 2 0 763 321 34
Play off.png 2. Benetton Treviso 18 13 3 2 616 278 29
Play off.png 3. Rugby Roma 18 12 0 6 537 394 24
Play off.png 4. L’Aquila 18 8 2 8 430 463 18
5. Petrarca 18 8 1 9 383 385 17
6. San Donà 18 7 1 10 363 420 15
7. Rovigo 18 7 1 10 344 467 15
8. Mirano 18 6 0 12 354 535 12
9. Amatori Catania 18 4 0 14 368 554 8
1downarrow red.svg 10. Bologna 18 4 0 14 388 720 8

Spareggio preliminare A1 - A2[modifica | modifica wikitesto]

L’Aquila 49  
Piacenza 30  

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Roma 6 19
Benetton Treviso 59 17

L’Aquila 22 8
Milan 31 69

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Padova
8 aprile 1995
Milan 27 – 15 Benetton Treviso Stadio Plebiscito (5 500 spett.)
Arbitro Morandin (Padova)

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Volpe, pag. 76
  2. ^ Rossano Emanuele, Treviso - Milano, lo scudetto del rugby legato ai maghi Domínguez e Lynagh, in Corriere della Sera, 8 aprile 1995. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  3. ^ Rossano Emanuele, Treviso - Milano, lo scudetto del rugby legato ai maghi Domínguez e Lynagh, in Corriere della Sera, 8 aprile 1995. URL consultato il 22 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il ).
  4. ^ Rossano Emanuele, Uno scudetto anche per il Milan: Domínguez trascina, Treviso cede, in Corriere della Sera, 9 aprile 1995. URL consultato il 22 gennaio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008.
Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby