Giovanni Adamo II del Liechtenstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Hans-Adam II del Liechtenstein)
Giovanni Adamo II
Fürst Hans-Adam II. von und zu Liechtenstein (cropped).jpg
Il principe Giovanni Adamo II
Principe Sovrano del Liechtenstein
Staatswappen-Liechtensteins.svg
In carica dal 13 novembre 1989 (26 anni)
Predecessore Francesco Giuseppe II
Erede Luigi, Principe Reggente di Liechtenstein
Nome completo Johannes "Hans" Adam Ferdinand Aloys Josef Maria Marco d'Aviano Pius
Onorificenze
Altri titoli
Nascita Zurigo, 14 febbraio 1945
Casa reale Von Liechtenstein
Padre Francesco Giuseppe II
Madre Giorgina di Wilczek
Consorte Contessa Maria Egle Kinsky von Wchinitz und Tettau
Figli Luigi di Liechtenstein
Massimiliano di Liechtenstein
Costantino di Liechtenstein
Tatiana di Liechtenstein
Religione Cattolica

Giovanni Adamo II del Liechtenstein, (nome completo: Johannes "Hans" Adam Ferdinand Aloys Josef Maria Marco d'Aviano Pius, talvolta indicato come Hans Adam II)[1] (Zurigo, 14 febbraio 1945), è l'attuale principe del Liechtenstein.

Egli porta inoltre i titoli di Duca di Troppau e Jägerndorf, e Conte di Rietberg.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È figlio del principe Francesco Giuseppe II (1906-1989) e della contessa Giorgina di Wilczek (1921-1989).

Il 15 agosto 2004, Giovanni Adamo II ha ceduto il potere di assumere le decisioni ordinarie di governo al figlio Luigi, pur rimanendo formalmente in possesso del titolo di capo di Stato.

Il principe, già presidente del gruppo bancario LGT Bank, può contare su un patrimonio personale di più di 3 miliardi di euro. Possiede anche una grande collezione d'arte, parzialmente esposta in alcuni musei di Vaduz e Vienna. Parla fluentemente, oltre al tedesco nativo, anche l'inglese e il francese.

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 luglio 1967 a Vaduz ha sposato la cugina Maria Egle, contessa Kinsky von Wchinitz und Tettau, (1940-) da cui ha avuto i seguenti figli:

  • Principe ereditario Luigi (nato l'11 giugno 1968 a Zurigo), il 3 luglio 1993 a Vaduz ha sposato Sofia (figlia di Massimiliano, principe di e duca in Baviera, nata il 28 ottobre 1967 a Monaco di Baviera, dalla quale ha avuto quattro figli:
    • Giuseppe Venceslao Massimiliano Maria, nato il 31 maggio 1995 a Londra
    • Maria Carolina Elisabetta Immacolata, nata il 17 ottobre 1996 a Grabs in Svizzera
    • Giorgio Antonio Costantino Maria, nato il 20 aprile 1999 a Grabs in Svizzera
    • Nicola Sebastiano Alessandro Maria, nato il 6 dicembre 2000 a Grabs in Svizzera
  • Massimiliano Nicola Maria (n. 16 maggio 1969 a San Gallo), ha sposato Angela Gisele Brown (n. 3 febbraio 1958 a Bocas del Toro) nel gennaio 2000, hanno un figlio:
    • Alfonso Costantino Maria, nato il 18 maggio 2001 a Londra
  • Costantino Ferdinando Maria (n. 15 marzo 1972 a San Gallo, ha sposato Marie Gabriele Franciska, contessa Kálnoky de Kőröspatak (n. 16 luglio 1975 a Graz) nel luglio 1999; hanno un figlio e una figlia:
    • Maurizio Emanuele Maria, nato il 27 maggio 2003 a New York
    • Giorgina Massimiliana Tatiana Maria, nata il 23 luglio 2005 a Vienna
  • Tatiana Nora Maria (n. 10 aprile 1973 a San Gallo), ha sposato Filippo, barone von Lattorf (n. 25 marzo 1968 a Graz) il 5 giugno 1999, hanno sette figli:
    • Luca Maria von Lattorff, nato a Wiesbaden il 13 maggio 2000
    • Elisabetta Maria Angela Tatiana von Lattorff, nata a Grabs il 25 gennaio 2002
    • Maria Teresa von Lattorff, nata a Grabs il 18 gennaio 2004
    • Camilla Maria Caterina von Lattorff, nata a Monza il 4 novembre 2005
    • Anna Pia Teresa Maria von Lattorff, nata a Goldgeben (Austria) il 3 agosto 2007
    • Sofia Caterina Maria von Lattorf, nata a Goldgeben (Austria) il 30 ottobre 2009
    • Massimiliano Maria von Lattorf, nato a Goldgeben (Austria) il 17 dicembre 2011

Il volume del 2009[modifica | modifica wikitesto]

Il principe nel 2013

Nel 2009 ha pubblicato un libro intitolato Der Staat im dritten Jahrtausend in cui ha riassunto le sue riflessioni di sovrano e imprenditore in merito all'ordine politico del futuro. Una parte rilevante del saggio è dedicata alla stessa riforma costituzionale del piccolo principato e, in particolare, alla necessità di ridurre l'ambito d'intervento dello Stato nella vita sociale ed economica. Oltre a ciò, il principe Giovanni Adamo II in questo scritto sottolinea l'importanza di tre forme di referendum introdotte dalla nuova costituzione: la possibilità con un referendum di deporre il principe regnante; la possibilità con un referendum di trasformare la monarchia in repubblica; la possibilità riconosciuta ad ognuno degli undici comuni che compongono il regno, con referendum, di secedere dal principato.

Nel 2011 il volume è stato tradotto in lingua italiana, con il titolo Lo Stato nel terzo millennio, ed è stato pubblicato dalle edizioni IBL Libri.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Adamo II del Liechtenstein Padre:
Francesco Giuseppe II del Liechtenstein
Nonno paterno:
Aloisio del Liechtenstein
Bisnonno paterno:
Alfredo del Liechtenstein
Trisnonno paterno:
Francesco di Paola del Liechtenstein
Trisnonna paterna:
Julia Eudoxia Potocka-Piława
Bisnonna paterna:
Enrichetta del Liechtenstein
Trisnonno paterno:
Luigi II del Liechtenstein
Trisnonna paterna:
Franziska Kinsky von Wchinitz und Tettau
Nonna paterna:
Elisabetta Amalia d'Asburgo-Lorena
Bisnonno paterno:
Carlo Ludovico d'Asburgo-Lorena
Trisnonno paterno:
Francesco Carlo d'Asburgo-Lorena
Trisnonna paterna:
Sofia di Baviera
Bisnonna paterna:
Maria Teresa del Portogallo
Trisnonno paterno:
Michele I del Portogallo
Trisnonna paterna:
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Madre:
Georgina von Wilczek
Nonno materno:
Ferdinand Maria Joseph von Wilczek
Bisnonno materno:
Johann Nepomuk von Wilczek
Trisnonno materno:
Hans von Wilczek
Trisnonna materna:
Emma Emo-Capodilista
Bisnonna materna:
Elizabeth Wilhelmine Maria Cyrilla Methodia Kinsky von Wchinitz und Tettau
Trisnonno materno:
Ferdinand Bonaventura Kinsky von Wchinitz und Tettau
Trisnonna materna:
Maria Giuseppa del Liechtenstein
Nonna materna:
Norbertine Kinsky von Wchinitz und Tettau
Bisnonno materno:
Oktavian Zdenko Kinsky
Trisnonno materno:
Johann Baptist Franz Kinsky
Trisnonna materna:
Iphygenia Therese Dadényi de Gyülvész
Bisnonna materna:
Georgine Ernestine Festetics von Tolna
Trisnonno materno:
György Festetics von Tolna
Trisnonna materna:
Eugénia Festetics von Tolna

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze del Liechtenstein[modifica | modifica wikitesto]

Gran maestro dell'Ordine al merito del principato del Liechtenstein - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine al merito del principato del Liechtenstein
— 13 novembre 1989[2][3][4]
Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Francesco Giuseppe II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Francesco Giuseppe II
— 16 agosto 1976[5]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria) - nastrino per uniforme ordinaria Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria)
— 1991[6]
Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro (Casa d'Asburgo-Lorena) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro (Casa d'Asburgo-Lorena)
— 1961[7]
Cavaliere dell'Ordine di Sant'Uberto (Casa di Wittelsbach) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Uberto (Casa di Wittelsbach)
— 1993[2]

Accademiche[modifica | modifica wikitesto]

Laurea honoris causa - nastrino per uniforme ordinaria Laurea honoris causa
— Università di Innsbruck, Innsbruck, 22 giugno 2012[8]
Laurea honoris causa - nastrino per uniforme ordinaria Laurea honoris causa
— Università di Babeș-Bolyai, Romania, 12 marzo 2015[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nei documenti ufficiali Hans Adam II von und zu Liechtenstein, con firma SAS Il Principe Sovrano del Liechtenstein, e il titolo completo di Fürst von und zu Liechtenstein, Herzog von Troppau und Jägerndorf, Graf zu Rietberg.
  2. ^ a b Immagine
  3. ^ Immagine
  4. ^ Immagine
  5. ^ Liechtenstein
  6. ^ Parlament of Austria
  7. ^ Geneall
  8. ^ Laurea ad honorem al principe del Liechstenstein, uibk.ac.at. URL consultato il 3 giugno 2016.
  9. ^ Laurea ad honorem al principe del Liechstenstein, romaniaregala.ro. URL consultato il 3 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Principe del Liechtenstein Successore Standard of the Prince of Liechtenstein.svg
Francesco Giuseppe II dal 1989 in carica
Controllo di autorità VIAF: (EN107828963 · LCCN: (ENno2010002940 · ISNI: (EN0000 0001 2032 4561 · GND: (DE119056496
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie