Pieter van Laer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Autoritratto con scena magica, 1635–1637, New York, The Leiden Collection

Pieter van Laer, detto il Bamboccio (Haarlem, 1599 circa – Haarlem, 30 giugno 1642), è stato un pittore olandese, attivo a Roma tra il 1625 e il 1639.

Bamboccio era il soprannome che gli diedero a Roma, forse per il suo viso tondo, colorito dalla frequentazione delle osterie. Fu riconosciuto come il primo ad iniziare una tendenza pittorica che dava risalto ad episodi della vita reale, I suoi seguaci, dal suo soprannome, furono detti bamboccianti.

Le sue opere, caratterizzate da piccole dimensioni e da spirito aneddotico, erano chiamate bambocciate. L'autore, partendo da modelli caravaggeschi, creò opere caratterizzate da un realismo narrativo e bozzettistico. Il suo più noto seguace è stato Michelangelo Cerquozzi.

Tornato in Olanda, dopo un soggiorno ad Amsterdam, si ritirò a Haarlem.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN19560180 · ISNI (EN0000 0000 5456 3651 · LCCN (ENnr94012011 · GND (DE118778420 · BNF (FRcb12302344w (data) · ULAN (EN500007565 · CERL cnp00588461 · WorldCat Identities (ENnr94-012011