Heinz Fischer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Heinz Fischer
Heinz Fischer - Buchmesse Wien 2018.JPG

Presidente della Repubblica Austriaca
Durata mandato 8 luglio 2004 –
8 luglio 2016
Capo del governo Wolfgang Schüssel
Alfred Gusenbauer
Werner Faymann
Christian Kern
Predecessore Thomas Klestil
Successore Alexander Van der Bellen

Dati generali
Partito politico Socialdemocratico (fino al 2004; dal 2016)
Indipendente (2004-2016)
Università Università di Vienna
Professione Docente universitario

Heinz Fischer (Graz, 9 ottobre 1938) è un politico e accademico austriaco, Presidente dell'Austria dal 2004 al 2016.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vissuto all'interno di una famiglia di orientamento socialdemocratico Fischer si avvicinò alla politica ai tempi dell'università quando frequentava Giurisprudenza[1].

Nel 1975 divenne capogruppo del SPÖ[1].

Nel 1990 divenne presidente del Nationalrat, mantenendo tale incarico fino al 2002.

Nel 1993 ottenne la cattedra di Scienze politiche all'Università di Innsbruck diventando anche ministro sempre nello stesso anno[1].

Ha dichiarato che alla scadenza del suo mandato sarebbe ritornato a insegnare all'Università di Innsbruck[1].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato dal 20 settembre 1968 con Margit Binder, dalla quale ha avuto due figli: Philip (1972) e Lisa (1975).

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze austriache[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro e Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca
— 8 luglio 2004
Anello della Stiria - nastrino per uniforme ordinaria Anello della Stiria
— 2008

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Ordine di Bandiera nazionale (Albania) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Bandiera nazionale (Albania)
— 2014[2]
Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 27 dicembre 1976[3]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
— 27 gennaio 1993[4]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)
— 7 luglio 1995[5]
Gran Collare dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)
— 21 aprile 2005
Cavaliere di Gran Croce con Collare dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese (Ungheria) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce con Collare dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese (Ungheria)
— 2006
Collare dell'Ordine pro Merito Melitensi (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine pro Merito Melitensi (SMOM)
— Roma, 6 ottobre 2006[6]
Commendatore di Gran Croce con Collare dell'Ordine della Rosa bianca (Finlandia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce con Collare dell'Ordine della Rosa bianca (Finlandia)
— 2006
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia)
— 2007
Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 8 giugno 2007[7]
Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 20 novembre 2007[8]
Gran Collare dell'Ordine di San Giacomo della Spada (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine di San Giacomo della Spada (Portogallo)
— 23 luglio 2009
Cavaliere dell'Ordine del Leone d'Oro di Nassau (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Leone d'Oro di Nassau (Lussemburgo)
— 2013[9]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
— 5 novembre 2013
Membro di I Classe dell'Ordine della Doppia croce bianca (Slovacchia) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di I Classe dell'Ordine della Doppia croce bianca (Slovacchia)
— 5 marzo 2014[10]
Gran Collare dell'Ordine Nazionale del Condor delle Ande (Bolivia) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine Nazionale del Condor delle Ande (Bolivia)
— 2015
Gran Collare dell'Ordine di Vytautas il Grande (Lituania) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine di Vytautas il Grande (Lituania)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese al Merito (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese al Merito (Norvegia)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente dell'Austria Successore Flag of Austria (state).svg
Thomas Klestil 8 luglio 2004 - 8 luglio 2016 Alexander Van der Bellen
Controllo di autoritàVIAF (EN46800469 · ISNI (EN0000 0001 1060 5968 · LCCN (ENn80138883 · GND (DE120668890 · BNF (FRcb12206542j (data) · J9U (ENHE987007278561005171 · NSK (HR000049474 · CONOR.SI (SL82400611 · WorldCat Identities (ENlccn-n80138883