Università di Innsbruck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Università di Innsbruck
Universitaet-innsbruck-logo-rgb-farbe.png
Innsbruck's University Building - 100 0070.JPG
L'università di Innsbruck
Ubicazione
StatoAustria Austria
CittàInnsbruck
Dati generali
Nome latinoUniversitas Leopoldino Franciscea Oenipontana
Fondazione1669
Tipopubblica
Facoltà
RettoreKarlheinz Töchterle
Studenti28,000 (2012)
Dipendenti4,040 di cui 162 professori
Sporthttp://www.uibk.ac.at/usi/
Mappa di localizzazione
Sito web

L'Università di Innsbruck (in tedesco Universität Innsbruck, nota anche come Leopold-Franzens-Universität Innsbruck) è un'università pubblica localizzata a Innsbruck, in Austria. È la seconda università per numero di studenti dell'Austria, dopo quella di Vienna ed è inoltre l'università più grande della regione del Tirolo, seguita da quelle di Trento e di Bolzano.

L'università conta 4 professori premi Nobel: Fritz Pregl (chimica), Dolf Windaus (chimica), Hans Fischer (chimica) e Victor Franz Hess (fisica).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'università di Innsbruck fu creata nel 1669 (originariamente con quattro sole facoltà) da Leopoldo I, sa quello che era un collegio dei Gesuiti. Nel 1782 fu declassata a semplice liceo (come molte altre università dell'Impero austriaco), ma fu ripromossa università da Francesco II nel 1826, con le facoltà di Filosofia e di Legge, a cui si aggiunsero negli anni le altre.[1]

Gli Asburgo, dopo aver gradualmente chiuso l'università di Olomouc in conseguenza della partecipazione di molti professori e studenti ai moti del 1848, trasferirono molte apparecchiature cerimoniali ad Innsbruck.

All'apertura di una facoltà di giurisprudenza in lingua italiana, il 3 novembre 1904, tutta la città insorse contro gli italiani lì presenti e distrusse l'edificio che ospitava la facoltà suddetta.

Nel 1969 furono create le facoltà di Ingegneria e Architettura (successivamente divise) mentre nel 1976 quella di Scienze sociali ed economiche divenne autonoma dalla facoltà di Legge e Scienze politiche.[2] mentre da quella di Filosofia si "staccarono" quella di Arte e lettere e quella di Scienze naturali.

Nel 2002 le facoltà erano 7 (Arte e lettere, Teologia cattolica, Ingegneria e Architettura, Legge, Medicina, Scienze naturali e Scienze economiche e sociali.

Dal 2004 la facoltà di medicina si è staccata da questa università, formandone una propria, l'Università di medicina di Innsbruck (Medizinische Universität Innsbruck)[3] e c'è stata una riorganizzazione delle altre facoltà portandone il numero a 16.

Nel 2010 l'università è stata collocata, nella classifica di Times Higher Education, al 187º posto nel mondo,[4] guadagnando così la prima posizione in Austria.[5]

Le facoltà[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i cambiamenti del 2004 le facoltà dell'università sono 16[6]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ History of the University of Innsbruck, su uibk.ac.at. URL consultato il 29 aprile 2018.
  2. ^ History of the University of Innsbruck, su uibk.ac.at. URL consultato il 29 aprile 2018.
  3. ^ History of the University of Innsbruck, su uibk.ac.at. URL consultato il 29 aprile 2018.
  4. ^ The Times Higher Education Ranking
  5. ^ Servizio News dell'Università
  6. ^ Study programmes listed by faculties, su uibk.ac.at. URL consultato il 29 aprile 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN125422165 · ISNI (EN0000 0001 2151 8122 · GND (DE36165-3 · BNF (FRcb118703855 (data)