Luigi del Liechtenstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luigi
Alois of Liechtenstein and Karin Kneissl November 2018 (45170115774) (cropped).jpg
Reggente del Principato di Liechtenstein
Principe ereditario di Liechtenstein
Staatswappen-Liechtensteins.svg
In carica dal 15 agosto 2004 (16 anni)
Predecessore Giovanni Adamo II
Erede Giuseppe Venceslao
Nome completo Alois Philipp Maria
Nascita Zurigo, 11 giugno 1968 (52 anni)
Casa reale Von Liechtenstein
Padre Giovanni Adamo II
Madre Marie Kinsky von Wchinitz und Tettau
Consorte Sofia di Baviera
Figli Giuseppe Venceslao
Maria Carolina
Giorgio Antonio
Nicola Sebastiano
Religione Cattolica
Firma Signature of Alois, Hereditary Prince of Liechtenstein.png

Luigi del Liechtenstein, nome completo in tedesco: Alois Philipp Maria von und zu Liechtenstein, Graf zu Rietberg (Zurigo, 11 giugno 1968), è il reggente del Liechtenstein dal 15 agosto 2004, dopo che il padre Giovanni Adamo II, pur mantenendo formalmente il titolo di Principe Sovrano, gli ha ceduto il potere di assumere le decisioni ordinarie di governo del principato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver compiuto gli studi primari a Vaduz, frequentò la Royal Military Academy Sandhurst e servì per sei mesi, come ufficiale dell'esercito britannico, nelle Coldstream Guards di stanza a Hong Kong e a Londra. Successivamente, riprese nuovamente gli studi all'Università di Salisburgo, dove conseguì la laurea magistrale in giurisprudenza nel 1993.[1]

Doveri[modifica | modifica wikitesto]

Lavorò fino al 1996 in una società di valutazione e controllo londinese, prima di fare ritorno in patria per dedicarsi all'amministrazione delle finanze paterne.[1] Luigi fu uno dei firmatari, con il padre, della Costituzione del Liechtenstein del 1990.

Il suo coinvolgimento nella gestione politica del principato aumentò progressivamente nel tempo fino a quando, nel 2004, fu nominato reggente del principato (Stellvertreter des Fürsten) assumendone de facto la guida.[1]

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 luglio 1993, nella chiesa di San Florin (dopo cattedrale) di Vaduz, Luigi sposò la duchessa in Baviera e principessa di Baviera Sofia, che assunse il titolo di principessa ereditaria del Liechtenstein e contessa di Rietberg.

La coppia ha quattro figli:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Luigi del Liechtenstein Alfredo del Liechtenstein  
 
Enrichetta del Liechtenstein  
Francesco Giuseppe II del Liechtenstein  
Elisabetta Amalia d'Asburgo-Lorena Carlo Ludovico d'Asburgo-Lorena  
 
Maria Teresa di Braganza  
Giovanni Adamo II del Liechtenstein  
Ferdinand Maria von Wilczek Johann Nepomuk von Wilczek  
 
Elisabeth Wilhelmine Kinsky von Wchinitz und Tettau  
Giorgina di Wilczek  
Norbertine Kinsky von Wchinitz und Tettau Oktavian Zdenko Kinsky von Wchinitz und Tettau  
 
Georgine Ernestine Féstetics de Tólna  
Luigi del Liechtenstein  
Ferdinand Vincenz Kinsky von Wchinitz und Tettau Ferdinand Bonaventura Kinsky von Wchinitz und Tettau  
 
Maria Giuseppa del Liechtenstein  
Carl Ferdinand Kinsky von Wchinitz und Tettau  
Aglaë Franziska von Auersperg Adolf von Auersperg  
 
Johanna Festétics de Tólna  
Marie Kinsky von Wchinitz und Tettau  
Eugen Rudolf von Ledebur-Wicheln Johann von Ledebur-Wicheln  
 
Karoline Czernin von und zu Chudenitz  
Henriette Caroline von Ledebur-Wicheln  
Eleonore Marie von Larisch-Mönnich Heinrich von Larisch-Mönnich  
 
Henriette Larisch von Mönnich  
 

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze del Liechtenstein[modifica | modifica wikitesto]

Grande stella dell'Ordine al merito del principato del Liechtenstein - nastrino per uniforme ordinaria Grande stella dell'Ordine al merito del principato del Liechtenstein
— [2]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gran decorazione d'onore in oro con fascia dell'Ordine al merito della Repubblica austriaca (Austria) - nastrino per uniforme ordinaria Gran decorazione d'onore in oro con fascia dell'Ordine al merito della Repubblica austriaca (Austria)
— 8 giugno 2000[3][4]
Medaglia dell'Investitura di Re Guglielmo Alessandro (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Investitura di Re Guglielmo Alessandro (Paesi Bassi)
— 30 aprile 2013
Collare dell'Ordine pro merito melitensi (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine pro merito melitensi (SMOM)
— 16 settembre 2011[5]
Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo (Svezia)
— 30 aprile 2016[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN74720521 · GND (DE121880737 · WorldCat Identities (ENviaf-74720521