Università di San Gallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Universität St. Gallen – Hochschule für Wirtschafts-, Rechts- und Sozialwissenschaften sowie Internationale Beziehungen
St Gallen University.jpg
Vista dell'Università con la città di San Gallo sullo sfondo
Ubicazione
Stato Svizzera Svizzera
Città San Gallo
Dati generali
Fondazione 1898
Tipo pubblica, cantonale, business school
Scuole
  • School of Management
  • School of Finance
  • School of Economics and Political Science
  • Law School
  • School of Humanities and Social Sciences
Dipartimenti
  • Betriebswirtschaftliche Abteilung - Dipartimento di Economia Aziendale
  • Volkswirtschaftliche Abteilung - Dipartimento di Economia Politica
  • Rechtswissenschaftliche Abteilung - Dipartimento di Giurisprudenza
  • Kulturwissenschaftliche Abteilung - Dipartimento di Studi Culturali
Presidente Thomas Bieger
Studenti 8 232 (2015)
Dipendenti 2 750 (2014)
Colori verde, bianco, nero
Affiliazioni CEMS, IBH, EQIS, AACSB, swissuniversities
Mappa di localizzazione
Sito web

L'Università di San Gallo (ufficialmente Universität St.Gallen – Hochschule für Wirtschafts-, Rechts- und Sozialwissenschaften sowie Internationale Beziehungen (HSG); abbreviata HSG) è situata sul Rosenberg, una piccola collina, nella città svizzera di San Gallo. A confronto con altre università svizzere l'università di San Gallo è tra le più piccole, la sua facoltà di economia è però la più grande dell'intera area germanofona. L'università è pubblica e a carico del cantone di San Gallo. La HSG fa tra l'altro parte della AACSB e della EQUIS, così come delle varie CEMS, PIM, APSIA e Internationale Bodensee-Hochschule.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 maggio 1898 il cantone di San Gallo decide di dare vita ad una scuola di commercio. Nel 1899 si tengono i primi corsi presso la nuova scuola, chiamata Handelsakademie ("accademia del commercio"). Si tratta quindi di una delle prime scuole di questo tipo a livello globale. Dal 1911 cambia il nome in Handels-Hochschule ("scuola superiore del commercio"). Nel 1938 ottiene poi il diritto di conferire il titolo di dottore.

Nel 1963 i lavori per i nuovi edifici dell'università finiscono e allo stesso tempo il nome cambia ancora in Hochschule für Wirtschafts- und Sozialwissenschaften ("scuola superiore di scienze economiche e sociali"). Già nel semestre successivo, al termine dei lavori per il nuovo stabilimento che dà spazio a un massimo di 900 studenti, il numero di studenti è salito a quota 1150.

Per l'entrata in vigore di una nuova legge sulle università in Svizzera, a partire dal 1989 la HSG si chiamerà Hochschule St. Gallen für Wirtschafts-, Rechts- und Sozialwissenschaften (scuola superiore di San Gallo di scienze economiche e sociali e di legge). Dal 1978 infatti la HSG offre anche una facoltà di giurisprudenza. Nel 1989, quando viene inaugurata la nuova biblioteca, gli studenti sono 3900.

Nel mese di febbraio del 1994 a seguito di una legge decretata dal parlamento cantonale di San Gallo, l'università cambia il nome in Universität St. Gallen (lasciando del vecchio nome solo l'abbreviazione HSG). Infatti la HSG è da allora ufficialmente università e non più una scuola superiore e gode dei privilegi assegnati per legge alle università. Il nuovo nome (Universität St. Gallen) è vantaggioso per la reputazione in quanto il nome riferisce a una scuola universitaria (Universität) e non più a un'"alta scuola" (Hochschule - scuola superiore), perché il termine Hochschule in svizzera di solito indica una forma di scuola per la quale non è necessaria la maturità (Maturität) e la quale non vanta di alcuni diritti riservati alle università (come p.e. il dottorato). D'altro lato il nome HSG viene mantenuto perché si era costruito una reputazione positiva con questa abbreviazione. Infatti nel linguaggio comune viene di solito usato il termine HSG, noto ormai in tutta la Svizzera.

Nel 2001 l'università lancia il nuovo concetto di studio. Infatti in quell'anno ci si è adeguati al concetto di studio a due livelli - quindi con Bachelor e Master - già in uso nei paesi circostanti dell'Unione europea. Anche in questo la HSG è stata un pioniere fra le università svizzere.

Nel 2005 la popolazione del cantone di San Gallo approva con più del 60 percento di voti favorevoli il referendum sul progetto di rinnovazione ed espansione dell'intera struttura immobiliare. Grazie a questo concetto, costato circa 80 milioni di franchi svizzeri, gli edifici risalenti agli anni sessanta del HSG sono stati ristrutturati interamente. I lavori sono terminati nel 2011.

Ricerca[modifica | modifica wikitesto]

La HSG è molto nota anche per i suoi contributi alla ricerca nell'ambito della direzione aziendale. Il risultato più importante di questi anni di ricerca è "il modello sangallese sulla direzione aziendale" (das St. Galler Management Modell), ideato da Hans Ulrich e ottimizzato nel 2002 da Johannes Rüegg-Stürm, quest'ultimo insegna tuttora il modello citato nel corso BWL 1 (economia commerciale 1) che è obbligatorio per tutti gli studenti del primo anno.

Simposio[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1970 ogni anno un gruppo di studenti organizza il Simposio di San Gallo ("St. Gallen Symposium"), chiuso per la maggior parte delle riunioni al pubblico, al quale partecipano le figure più importanti del mondo dell'economia, della ricerca e della politica. Inoltre vi partecipano dei giovani non ancora noti, provenienti da tutto il mondo e appositamente scelti, che vengono chiamati "leaders of tomorrow", termine dal quale si può dedurre il loro ruolo. Tutto ciò è per la maggior parte autofinanziato grazie a degli sponsor.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

L'Università di San Gallo punta in prima linea alla formazione e lo sviluppo dei quadri dirigenti e di personale specializzato nei campi di economia, amministrazione pubblica e di funzionari giudiziari.

L'università è divisa in Dipartimenti ("Abteilungen") e Istituti ("Institute"). I Dipartimenti sono responsabili dell'insegnamento e offrono corsi di studio per il Bachelor (Laurea triennale) e il Master (Laurea Magistrale). Gli Istituti sottolineano il carattere pratico dell'università e sono molto attivi nella ricerca applicata.

  • Betriebswirtschaftliche Abteilung - Dipartimento di Economia Aziendale
  • Volkswirtschaftliche Abteilung - Dipartimento di Economia Politica
  • Rechtswissenschaftliche Abteilung - Dipartimento di Giurisprudenza
  • Kulturwissenschaftliche Abteilung - Dipartimento di Studi Culturali

Relazioni Internazionali è un'ulteriore materia di insegnamento all'Università St. Gallen. I docenti appartengono al Dipartimento di Economia Politica. Inoltre l'Università St. Gallen è membro dell'European Research Center for Information Systems (ERCIS).

Accesso agli studi e prospettive[modifica | modifica wikitesto]

Il primo anno di studio consiste in un assessment, al quale partecipano gli studenti di tutte le facoltà, dove si vuole dare un'educazione di base. Prima di questo anno, quindi durante l'iscrizione allo studio, è possibile scegliere però tra un profilo economico e uno giuridico. Per poter continuare in seguito con lo studio di giurisprudenza è necessario scegliere il secondo percorso, mentre per le facoltà economiche si sceglie il profilo economico. Per poter proseguire dopo il primo anno con il bachelor "law and economics" i due profili danno uguale diritto di iscrizione. I due anni successivi completano il bachelor. In tutto l'università offre cinque tipi di bachelor: economia aziendale (economia e commercio), economia politica (economia), giurisprudenza, International Affairs e Law & Economics.

Studenti provenienti dall'estero - a differenza degli studenti svizzeri - vengono selezionati dalla HSG attraverso un esame. La quota massima di studenti "stranieri" è fissata per adesso al 25 percento, aumenterà però durante i prossimi anni, quando verrà realizzata la nuova strategia di autofinanziamento ideata già nel 2012 dai vertici della HSG. Come studenti "stranieri" vengono considerati studenti che non hanno conseguito la maturità svizzera.

Per quanto rivelato da fonti non ufficiali uno studente una volta ottenuta la laurea di Master alla HSG può scegliere in media tra 2 a 4 offerte di lavoro e guadagnerà in media 81500 franchi svizzeri l'anno (stipendio del primo anno di lavoro dopo lo studio).

Dal settembre 2012 gli ufficiali e sottufficiali dei gradi più alti possono far valere per la formazione nei quadri militari (sotto certe condizioni e fornendo prestazioni aggiuntive) fino a 6 ECTS nel ramo di studi "Hanndlungskompetenzen" ("capacità di agire").

Rankings[modifica | modifica wikitesto]

Financial Times[1]

  • Master in Management:
    • 1º posto: (2011 & 2012 & 2013) a livello mondiale (Master in Strategy and International Management (SIM-HSG))
    • 2º posto: (2012) a livello mondiale (CEMS con programma MIM)
  • Master in Finance: 5º posto (2012) a livello mondiale (Master in Banking and Finance (MBF)[2])
  • Executive Education: 15º posto delle migliori business school in Europa
  • EMBA-Ranking: 20º posto delle migliori business school in Europa
  • Top European Business School: 6º posto posto delle migliori business school in Europa[3]

Handelsblatt, BWL- Ranking (ranking economia aziendale) 2012

  • Migliori facoltà di economia aziendale: 1º posto per contributo alla ricerca scientifica nell'area germafona[4]

Handelsblatt, VWL-Ranking (ranking economia politica) 2011

  • Migliori facoltà di economia politica: 9º posto per contributo alla ricerca scientifica nell'area germafona (2009: 8º posto)[5]

Unione degli Studenti e Associazioni[modifica | modifica wikitesto]

All'Università di San Gallo ci sono oltre 80 associazioni. Da lungo tempo un componente fondamentale della cultura delle associazioni è la rivista degli studenti Studierenden-Magazin Prisma, che viene pubblicata dal 1969. Finora sono state pubblicate oltre 340 edizioni. In particolare è famoso il International Students' Committee, un'associazione indipendente dall'università, che è formato da circa 25 studenti della HSG ed organizza ogni anno il St. Gallen Symposium. Dal 2010 il Industrial Club funziona da collegamento fra studenti, università e Industria ed è diventata una delle associazioni dell'università con il maggior numero di membri. Altrettanto nota è la AIESEC St. Gallen: fondata nel 1951, offre un programma di tirocinio ed organizza numerose conferenze. Una delle associazioni più grosse, con oltre 600 membri è la DocNet, l'associazione dei dottorandi dell'università di San Gallo, la quale organizza anche annualmente il DocNet Management Symposium. Le altre associazioni sono soprattutto associazioni sportive, culturali, unioni di studenti di altre nazioni o altri cantoni, associazioni di specifiche facoltà presenti alla HSG o anche Studentenverbindungen. L'organizzazione ufficiale degli ex-allievi dell'università San Gallo è la HSG Alumni. La Studentenschaft der HSG (SHSG) (Students' union) è l'organo di rappresentanza degli interessi sia degli studenti che delle associazioni (Vereine). Questa offre svariati servizi e sulla sua pagina Web sono disponibili numerose informazioni. Inoltre la SHSG è attiva in azioni come il supporto agli studenti stranieri di scambio.

Università partner[modifica | modifica wikitesto]

L'Università di San Gallo collabora o mantiene delle relazioni per l'interscambio di studenti con le seguenti università:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Financial Times Ranking, in Financial Times. URL consultato il 18 settembre 2012.
  2. ^ FT-Ranking
  3. ^ FT European Business School Rankings 2012. Abgerufen am 14. Dezember 2012.
  4. ^ BWL-Ranking 2012 im Handelsblatt
  5. ^ Die Top-Fakultäten für VWL, in Handelsblatt. URL consultato il 29. maggio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gabriele Boller: Schweizerische Kunstführer GSK, Band 651/652: Die Universität St. Gallen HSG, Bern 1998, ISBN 3-85782-651-7

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN129837874 · LCCN: (ENn96114261 · ISNI: (EN0000 0001 2156 6618 · GND: (DE5149015-8