Assassinio sull'Orient Express (film 2017)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Assassinio sull'Orient Express
Assassinio sull'Orient Express 2017.png
Kenneth Branagh nei panni di Hercule Poirot
Titolo originaleMurder on the Orient Express
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2017
Durata114 min
Rapporto2,20:1
Generegiallo
RegiaKenneth Branagh
SoggettoAssassinio sull'Orient Express di Agatha Christie
SceneggiaturaMichael Green
ProduttoreRidley Scott, Mark Gordon, Simon Kinberg, Kenneth Branagh, Judy Hofflund, Michael Schaefer
Produttore esecutivoMatthew Jenkins, James Prichard, Hilary Strong
Casa di produzioneKinberg Genre Films, The Mark Gordon Company, Scott Free Productions
Distribuzione (Italia)20th Century Fox
FotografiaHaris Zambarloukos
MontaggioMick Audsley
MusichePatrick Doyle
ScenografiaJim Clay
CostumiAlexandra Byrne
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Assassinio sull'Orient Express (Murder on the Orient Express) è un film del 2017 diretto, co-prodotto e interpretato da Kenneth Branagh e basato sull'omonimo romanzo del 1934 di Agatha Christie. Scritto da Michael Green, il film è interpretato da Branagh nel ruolo di Hercule Poirot, affiancato da un cast corale che comprende Penélope Cruz, Willem Dafoe, Judi Dench, Johnny Depp, Josh Gad, Derek Jacobi, Leslie Odom Jr., Michelle Pfeiffer e Daisy Ridley.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gerusalemme, 1934. Il detective belga Hercule Poirot risolve un furto alla chiesa del Santo Sepolcro.

Poirot - brillante ex poliziotto belga, ora detective - è ossessionato dall'equilibrio e dall'ordine nella vita: in grado di vedere il mondo per come dovrebbe essere e non per come è, considera questa sua capacità molto utile nel risolvere i casi specie quando si tratta di smascherare una bugia con la verità. A seguito del caso a Gerusalemme, desidera riposare a Istanbul ma deve tornare inaspettatamente a Londra per un altro caso. Il suo amico Bouc, direttore dell'Orient Express, gli offre una cabina sul suo treno.

Sul Orient Express, Poirot conosce un sinistro uomo d'affari - Samuel Ratchett - che desidera assumerlo come sua guardia del corpo durante i tre giorni di viaggio che deve compiere, poiché Ratchett ha ricevuto delle anonime lettere minatorie. Dal momento che Poirot sa che gli affari dell'uomo sono illegali (traffici di opere d’arte, per lo più false) e che Rachett si è fatto molti nemici, il detective rifiuta l'offerta non solo perché non lo considera un innocente, ma soprattutto perché non vuole essere coinvolto da un individuo come lui. Quella notte Poirot sente strani rumori provenienti dallo scompartimento di Ratchett e vede qualcuno con un kimono rosso che corre lungo il corridoio. La medesima notte, una valanga fa deragliare il treno, fermandoli lungo la strada in attesa di soccorso dalla stazione più vicina.

La mattina dopo Poirot scopre che Ratchett è stato assassinato durante la notte dopo essere stato pugnalato una dozzina di volte. Mentre cominciano gli arrivi per liberare il treno dalla neve, Poirot e Bouc indagano sui passeggeri. Le prove ritrovate indicano che Ratchett era stato assassinato da una sola persona, in quanto Caroline Hubbard - una passeggera - afferma che la notte precedente uomo era nel suo scompartimento. Poirot scopre una nota parzialmente distrutta che collega Ratchett al rapimento di Daisy Armstrong, una bambina rapita dalla sua camera e tenuta in ostaggio per un riscatto. A seguito del pagamento, però, Daisy fu trovata morta in un bosco. Ratchett viene identificato come John Cassetti, rapitore e assassino di Daisy. La morte della piccola aveva causato uno shock nella madre - Sonia Armstrong - che, incinta del secondo figlio, aveva subito un parto prematuro da cui né lei, né il bambino che aspettava, sopravvivono. Il padre di Daisy, il colonnello John Armstrong, a seguito di tutto ciò, si uccise. Una cameriera di casa Armstrong, Susanne, viene arrestata e dichiarata colpevole perché era l'unica con un alibi molto debole. La donna - in realtà innocente - si impiccata mentre era sotto la custodia della polizia.

Altre prove sono state trovate, compreso un fazzoletto macchiato di sangue e il bottone dell'uniforme di un conduttore trovato nello scompartimento di Hubbard. L'uniforme viene in seguito trovata, così come il kimono, scoperto nella valigia di Poirot. Hubbard viene pugnalato alla schiena; sopravvive ma non riesce a identificare il colpevole. Poirot scopre che molti passeggeri hanno collegamenti diretti con la famiglia Armstrong. Mentre interroga la governante Mary Debenham, il medico John Arbuthnot spara a Poirot in spalla sostenendo di essere lui l'assassino, ma viene fermato da Bouc. Poirot si rende conto che Arbuthnot - un medico e ex cecchino dell'esercito - lo aveva colpito intenzionalmente di striscio, perché non aveva mai avuto intenzione di ucciderlo.

Poirot incontra i sospetti fuori dal treno, offrendo due teorie su come è morto Ratchett. La prima teoria è semplice: un assassino travestito da conduttore è salito sul treno, ha ucciso Ratchett ed è fuggito. Il secondo è più complesso: ogni sospettato è collegato in qualche modo agli  Armstrong, a Susanne, o al suo processo - compresi quelli che avevano finto il contrario - e aveva un motivo per uccidere Ratchett / Cassetti. Hubbard è in realtà Linda Arden, ex attrice teatrale, madre di Sonia Armstrong e nonna della piccola Daisy.

Hubbard aveva radunato tutti i dodici passeggeri per pianificare l’omicidio. Tutti i sospetti si sono alternati a pugnalare Ratchett. Arbuthnot aveva pugnalato Hubbard senza metterla in pericolo di vita per convincere Poirot della teoria di un assassino solitario. Hubbard infine chiede che le altre persone vengano lasciate andare e che la colpa ricada solo su di lei, in quanto la sua vita era finita a seguito la morte della figlia e della nipote:

“Non sono assassini. Sono delle brave persone” afferma, tentando di convincere il detective.

Poirot sfida i passeggeri a sparargli con la sua pistola poiché è l'unico che può denunciarli alle autorità; Bouc può mentire ma Poirot, ossessionato dalla verità e dall'equilibrio, non può. Hubbard afferra la pistola con l’intenzione di sparare a Poirot ma all'ultimo la volge contro sé stessa e tenta di uccidersi. La pistola in realtà era scarica; Poirot voleva vedere come avrebbero reagito i sospettati.

Mentre il treno raggiunge la stazione successiva, Poirot conclude che la giustizia è impossibile in questo caso, poiché Ratchett meritava la morte; per la prima volta dovrà convivere con una bugia e uno squilibrio. Poirot così, presenta la teoria del killer solitario alla polizia jugoslava, permettendo ai sospettati di andarsene nella speranza che quello che hanno compiuto porti loro la pace.

Mentre sbarca in Jugoslavia per informare la polizia dei dettagli dell’assassinio sull’Orient Express, un messaggero lo ferma e gli chiede di indagare su una morte sul Nilo.

Poirot accetta il caso.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

  • Hercule Poirot, interpretato da Kenneth Branagh: un rinomato detective belga.[1][2]
  • Pilar Estravados, interpretata da Penélope Cruz: missionaria e infermiera spagnola.[3][2] Il personaggio è assente nel romanzo originario; un personaggio con lo stesso nome è invece presente nel romanzo Il Natale di Poirot.
  • Gerhard Hardman, interpretato da Willem Dafoe: un austero e riservato professore austriaco.[4][2]
  • Natalia Dragomiroff, interpretata da Judi Dench: una principessa russa.[5][2]
  • Samuel Ratchett/ John Cassetti, interpretato da Johnny Depp: un americano che teme per la sua vita.[6][2]
  • Hector MacQueen, interpretato da Josh Gad: assistente personale di Ratchett.[7][2]
  • Edward Henry Masterman, interpretato da Derek Jacobi: il fidato maggiordomo di Ratchett.[2]
  • Dr. Arbuthnot, interpretato da Leslie Odom Jr.: un gentiluomo di colore affascinante e carismatico.[8][2]
  • Caroline Hubbard, interpretata da Michelle Pfeiffer: una vedova americana schietta e impertinente.[5][2]
  • Mary Debenham, interpretata da Daisy Ridley: una giovane ragazza che lavora come governante a Baghdad.[5][2]
  • Helena Andrenyi, interpretata da Lucy Boynton: moglie del conte Andrenyi, è una donna elegante e riservata.[6][2]
  • Rudolph Andrenyi, interpretato da Sergei Polunin: un conte, molto protettivo nei confronti della moglie.[9][2]
  • Pierre Michel, interpretato da Marwan Kenzari: controllore a bordo dell'Orient Express.[10][2]
  • Biniamino Marquez, interpretato da Manuel Garcia-Rulfo: un venditore di automobili molto sicuro di sé.[11][2] Il corrispondente personaggio nel romanzo originario si chiama Foscarelli ed è italiano.
  • Bouc, interpretato da Tom Bateman: ufficiale di bordo sull'Orient Express, diventerà l'assistente di Poirot.[12]
  • Hildegarde Schmidt, interpretata da Olivia Colman: la fedele cameriera personale della principessa Dragomiroff.[13][2]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2013 la 20th Century Fox annunciò la produzione di un nuovo film basato sul romanzo di Agatha Christe dopo l'adattamento omonimo del 1974.[14] Nel marzo 2015 venne annunciato che Michael Green avrebbe scritto la sceneggiatura.[15] Nel giugno seguente Kenneth Branagh entrò in trattative per dirigere il film,[16] e nel novembre successivo venne confermato che Branagh avrebbe anche interpretato il protagonista Hercule Poirot.[1]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2016 venne riportato che Angelina Jolie era in trattative per partecipare al film in un ruolo non specificato;[17] l'attrice tuttavia rifiutò il ruolo, e nell'agosto 2016 Variety riportò che la Fox stava considerando altre attrici per la parte, tra cui Charlize Theron.[18] Nello stesso mese Leslie Odom Jr. entrò nel cast nel ruolo del dottor Arbuthnot.[8] Nel settembre 2016 Tom Bateman venne scelto come interprete di Bouc, assistente di Poirot.[12] Nello stesso mese si aggiunsero al cast Michelle Pfeiffer, Daisy Ridley, Johnny Depp, Judi Dench, Lucy Boynton, Derek Jacobi e Michael Peña.[6][5] A ottobre si aggiunsero al cast Josh Gad e Marwan Kenzari.[7][10] A novembre si aggiunse al cast Penélope Cruz nel ruolo di Pilar Estravados, una versione ispanica di Greta Ohlsson, con il nome preso dal romanzo Il Natale di Poirot;[3] a dicembre entrò nel cast il ballerino Sergei Polunin.[9] Nel gennaio 2017 si aggiunsero al cast Willem Dafoe, Olivia Colman e Manuel Garcia-Rulfo.[4][13][11]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film cominciarono nel novembre 2016.[19] Gran parte delle riprese si tenne ai Longcross Studios di Londra.[20] Nel marzo 2017 la produzione si spostò a Malta.[21] Nel maggio 2017 si tennero delle riprese al colle del Gran San Bernardo, al confine tra Italia e Svizzera.[22] Le riprese sono terminate a maggio 2017.[senza fonte]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film venne distribuito il 1º giugno 2017, anche in italiano.[23]

L'uscita del film è stata accompagnata da una campagna virale incentrata sulla ricerca del colpevole dell'omicidio al centro del film. Numerosi indizi sono stati disseminati nei trailer e nei poster del film, oltre che durante le interviste rilasciate dal cast del film. Sul sito CluesAreEverywhere.com sono stati raccolti gli indizi, attraverso i quali sarà possibile scoprire di più sulle vite dei personaggi sospettati dell'omicidio nel film.[24]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito il 10 novembre 2017 negli Stati Uniti[25][23] e il 30 novembre 2017 in Italia.[26]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto in maniera mista dalla critica: su Rotten Tomatoes il film ha un indice di gradimento del 58% basato su 205 recensioni.[27]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

All'8 dicembre 2017 il film ha incassato 89 117 515 $ in Nord America e 157 522 715 $ negli altri paesi, per un totale di 246 640 230 $ in tutto il mondo a fronte di un budget di 55 milioni di dollari.[28]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

La 20th Century Fox ha annunciato che il sequel del film è in sviluppo e sarà basato sul libro Poirot sul Nilo, con Kenneth Branagh alla regia del film e a interpretare il ruolo di Poirot.[29]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gregg Kilday, Kenneth Branagh to Direct and Star in 'Murder on the Orient Express', su The Hollywood Reporter, 20 novembre 2015. URL consultato il 7 maggio 2017.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (EN) Ashley Lee, 'Murder on the Orient Express' Cast and Characters: Who's Who?, su The Hollywood Reporter, 1º giugno 2017. URL consultato il 1º giugno 2017.
  3. ^ a b (EN) All back on the Orient Express! Remake of the classic has a stellar cast including Johnny Depp, Michelle Pfeiffer, Dame Judi Dench and Sir Kenneth Branagh, su Daily Mail, 3 maggio 2017. URL consultato il 7 maggio 2017.
  4. ^ a b (EN) Anita Busch, Willem Dafoe Joins Ensemble Cast Of Fox’s ‘Murder On The Orient Express’, su Deadline.com, 5 gennaio 2017. URL consultato l'8 maggio 2017.
  5. ^ a b c d (EN) Rebecca Ford, Michelle Pfeiffer, Daisy Ridley, Michael Pena, Judi Dench Board 'Murder on the Orient Express' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 29 settembre 2016. URL consultato il 7 maggio 2017.
  6. ^ a b c (EN) Mike Fleming, Jr., Johnny Depp To Star in ‘Murder On The Orient Express’ At Fox, su Deadline.com, 29 settembre 2016. URL consultato il 7 maggio 2017.
  7. ^ a b (EN) Dave McNary, Josh Gad Joins Johnny Depp in ‘Murder on the Orient Express’, su Variety, 20 ottobre 2016. URL consultato il 7 maggio 2017.
  8. ^ a b (EN) Dave McNary, ‘Hamilton’ Star Leslie Odom Jr. in Talks to Join ‘Murder on the Orient Express’ (EXCLUSIVE), su Variety, 14 agosto 2016. URL consultato il 7 maggio 2017.
  9. ^ a b (EN) Alex Ritman, Ballet Star Sergei Polunin Lands Roles in 'Murder on the Orient Express,' 'Red Sparrow' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 5 dicembre 2016. URL consultato l'8 maggio 2017.
  10. ^ a b (EN) Borys Kit, 'Mummy' Actor Marwan Kenzari Joins Johnny Depp in 'Murder on the Orient Express' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 27 ottobre 2016. URL consultato il 7 maggio 2017.
  11. ^ a b (EN) Amanda N'Duka, Manuel Garcia-Rulfo Boards ‘Murder On The Orient Express’; Vivica A. Fox Joins ‘The Mafia Aint Dead’, su Deadline.com, 25 gennaio 2017.
  12. ^ a b (EN) Rebecca Ford, 'Murder on the Orient Express' Adding Tom Bateman (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 6 settembre 2016. URL consultato il 7 maggio 2017.
  13. ^ a b (EN) Olivia Colman 'gutted' to miss Globes ceremony, su BCC News, 9 gennaio 2017. URL consultato l'8 maggio 2017.
  14. ^ (EN) Dave McNary, Fox Remaking ‘Murder on the Orient Express’ (EXCLUSIVE), su Variety, 12 dicembre 2013. URL consultato il 7 maggio 2017.
  15. ^ (EN) Dave McNary, ‘Murder on the Orient Express’ Reboot Sets Michael Green as Writer (EXCLUSIVE), su Variety, 10 marzo 2015. URL consultato il 7 maggio 2017.
  16. ^ (EN) Rebecca Ford, Kenneth Branagh in Talks to Direct Agatha Christie's 'Murder on the Orient Express', su The Hollywood Reporter, 16 giugno 2016. URL consultato il 7 maggio 2017.
  17. ^ (EN) Dave McNary, Angelina Jolie Circles ‘Murder on the Orient Express’ Remake, su Variety, 10 giugno 2016. URL consultato il 3 giugno 2017.
  18. ^ (EN) Brent Lang, Angelina Jolie No Longer Boarding ‘Murder on the Orient Express’ (EXCLUSIVE), su Variety, 4 agosto 2016. URL consultato il 3 giugno 2017.
  19. ^ (EN) Nia Daniels, Murder on the Orient Express sets up UK shoot, su KFTV.com, 15 novembre 2016. URL consultato l'8 maggio 2017.
  20. ^ Mirko D'Alessio, Assassinio sull’Orient Express: Kenneth Branagh e il cast a Londra per mostrarci un’anteprima, su BadTaste.it, 7 maggio 2017. URL consultato l'8 maggio 2017.
  21. ^ (EN) Ruth Amaira, Filming of "Murder on the Orient Express" Begins in Valletta, su TVM.com, 4 marzo 2017. URL consultato l'8 maggio 2017.
  22. ^ Al Gran San Bernardo le riprese del remake di “Assassinio sull’Orient Express”, su La Stampa, 26 aprile 2017. URL consultato l'8 maggio 2017.
  23. ^ a b (EN) Mirko D'Alessio, Assassinio sull’Orient Express: gli indizi sono ovunque nel primo trailer italiano, su BadTaste.it, 1º giugno 2017. URL consultato il 1º giugno 2017.
  24. ^ (EN) Clark Collins, Spot the clue on the cover of this week's Murder on the Orient Express issue of EW, su Entertainment Weekly, 3 maggio 2017. URL consultato il 1º giugno 2017.
  25. ^ (EN) Brett Lang, Steven Spielberg Pentagon Papers Drama Gets 2017 Oscar-Season Release, su Variety, 22 aprile 2017. URL consultato l'8 maggio 2017.
  26. ^ Assassinio sull'Orient Express: anticipata di una settimana l'uscita italiana del film, comingsoon.it. URL consultato il 17 novembre 2017.
  27. ^ (EN) Assassinio sull'Orient Express, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc. URL consultato il 27 novembre 2017. Modifica su Wikidata
  28. ^ (EN) Assassinio sull'Orient Express, su Box Office Mojo. URL consultato il 10 dicembre 2017. Modifica su Wikidata
  29. ^ (IT) Assassinio sull'Orient Express, la Fox al lavoro sul sequel "Poirot sul Nilo" - BadTaste.it, in BadTaste.it, 21 novembre 2017. URL consultato il 24 novembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]