Tom Hiddleston

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hiddleston nel 2015 al San Diego Comic-Con International

Thomas William "Tom" Hiddleston (Londra, 9 febbraio 1981) è un attore britannico.

Ha ottenuto la fama internazionale per il ruolo di Loki nel Marvel Cinematic Universe, del Capitano Nicholls in War Horse (2011) e dello scrittore F. Scott Fitzgerald in Midnight in Paris (2011). In televisione, è noto per la sua interpretazione nella miniserie televisiva The Night Manager (2016), per la quale ha ricevuto una nomination agli Emmy come miglior attore e ha vinto un Golden Globe come miglior attore in una miniserie.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hiddleston nasce a Westminster, Londra,[1] dalla madre Diana Patricia (nata Servaes), ex manager teatrale e direttrice di scena, e dal padre James Norman Hiddleston, un fisico.[2] Suo padre è della città di Greenock, in Scozia, mentre sua madre è di Suffolk, in Inghilterra.[3] Ha due sorelle: Sarah, una giornalista,[4] ed Emma, anch'ella attrice. Cresce prima a Wimbledon e successivamente ad Oxford dove frequenta la Dragon School[5].[3]. All'età di 13 anni, si trasferisce alla scuola superiore privata Eton College, mentre i suoi genitori divorziano scopre la sua passione per la recitazione. Dopo il college continua a studiare all'Università di Cambridge, presso la sede di Pembroke dove si laurea in Lettere Classiche.[6] Completa i suoi studi d'attore alla Royal Academy of Dramatic Art, ove consegue il diploma nel 2005.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Durante i suoi anni a Cambridge partecipa alla produzione dello spettacolo Un tram che si chiama Desiderio. Inizia inoltre a recitare per la televisione inglese, apparendo in un adattamento della ITV del romanzo Nicholas Nickleby,[7] e nei film Conspiracy - Soluzione finale del 2001 e Guerra imminente del 2002, in cui interpreta Randolph Churchill.

Una volta diplomatosi presso la Royal Academy of Dramatic Art, Hiddleston ottiene il suo primo ruolo cinematografico interpretando il personaggio di Oakley nel primo film di Joanna Hogg, Unrelated, datato 2007. Suo anche il ruolo da protagonista nel secondo film della regista, Archipelago, girato nel 2010.

Lavora per la compagnia teatrale Cheek by Jowl, recitando in The Changeling e Cymbeline. Presso la compagnia Donmar Warehouse interpreta invece il ruolo di Cassio nella produzione di Michael Grandage dell'Otello di Shakespeare, al fianco dei colleghi Chiwetel Ejiofor e Ewan McGregor, insieme ai quali riceve l'acclamazione della critica.[8][9][10] Interpreta poi il ruolo di Lvov nella versione West End del dramma Ivanov.

Tra il 2006 e il 2010 prende parte a diverse produzioni televisive britanniche, tra cui le serie Suburban Shootout, Il commissario Wallander al fianco di Kenneth Branagh (con il quale aveva già condiviso il palcoscenico teatrale in occasione della messa in scena dell'Ivanov), Cranford e il film TV Miss Austen Regrets.

Ed è proprio Branagh a proporre ai produttori il suo nome per il film Thor, del quale l'affermato attore è stato scelto come regista. Originariamente, Hiddleston viene provinato per il ruolo del protagonista, ma ottiene infine quello di Loki.[11], fratellastro ed antagonista del Dio del Tuono. Per prepararsi alle numerose scene di lotta corpo a corpo, Hiddleston viene addestrato nell'arte marziale brasiliana capoeira.[12]

Nel 2011 interpreta il romanziere F. Scott Fitzgerald nel film di Woody Allen Midnight in Paris; il Capitano Nicholls nel film drammatico War Horse diretto da Steven Spielberg e il pilota RAF Freddie Page in Il profondo mare azzurro, al fianco di Rachel Weisz. Nello stesso anno prende anche parte ad un cortometraggio di Chris Foggin intitolato Friend Request Pending al fianco di Judi Dench[13].

Riprende il ruolo del supercattivo Loki nel blockbuster The Avengers - nelle sale italiane da aprile 2012 - e nel sequel Thor: The Dark World, uscito il 20 novembre 2013 in Italia.[14]

Tom Hiddleston al Comic-Con International 2016

Nel luglio 2012 interpreta il principe Hal, poi Enrico V, nella miniserie televisiva firmata BBC The Hollow Crown, adattamento delle opere shakespeariane Enrico IV, parte I, Enrico IV, parte II ed Enrico V. Suo è anche il ruolo del musicista/vampiro Adam nella nuova fatica cinematografica di Jim Jarmusch, Only Lovers Left Alive, al fianco di Tilda Swinton e Mia Wasikowska : il film viene presentato in concorso alla 66.a edizione del Festival di Cannes. Nell'ottobre 2012 la regista inglese Joanna Hogg chiama Hiddleston alla terza collaborazione: in questo caso, si tratta di un cammeo per il suo nuovo film girato nella capitale inglese.[15]

Hiddleston torna a calcare il palcoscenico nel dicembre 2013, in occasione della messa in scena del Coriolano di William Shakespeare nella produzione di Josie Rourke, di nuovo presso il teatro Donmar Warehouse di Londra : suo il ruolo del protagonista. Al termine delle repliche teatrali, vola a Toronto per iniziare le riprese del nuovo film di Guillermo del Toro, Crimson Peak, che vede come coprotagoniste Jessica Chastain e Mia Wasikowska.

L'attore è anche interprete di radiodrammi (quali il Cyrano de Bergerac e l'Otello, entrambi trasmessi dalla BBC Radio), narratore dell'audiolibro The red necklace, lettore per l'applicazione iF Poems di iTunes e voiceover per documentari del British Museum e della BBC. Tra i premi da lui ricevuti figurano il Laurence Olivier Award come migliore attore teatrale emergente per la sua performance in Cymbeline e il Jameson Empire Award come miglior attore cinematografico emergente del 2011.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Tom Hiddleston è stato doppiato da:

  • David Chevalier in Suburban Shootout - Casalinghe al massacro, Il commissario Wallander, Thor, War Horse, The Avengers, Thor: The Dark World, Crimson Peak, The Night Manager, I Saw the Light, Thor: Ragnarok
  • Gianfranco Miranda in Kong: Skull Island
  • Andrea Mete in Solo gli amanti sopravvivono
  • Riccardo Rossi in Midnight in Paris
  • Fabrizio Pucci in Il profondo mare azzurro

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Tom Hiddleston Biography, TVGuide.com. URL consultato il 30 aprile 2012.
  2. ^ Charles Mosley, Peter Hinton, Hugh Peskett, Roger Powell, Burke's Peerage, Baronetage & Knightage – 107th Edition, Burke's Peerage; 107th edition, dicembre 2003, p. 4006, ISBN -100971196621ISBN non valido (aiuto).
  3. ^ a b (EN) James Mottram, Half Scottish, half famous... all talent, Herald Scotland, 10 marzo 2011. URL consultato il 17 aprile 2012.
  4. ^ (EN) Tom Hiddleston - "The Avengers" Movie, Whedon.com, 3 gennaio 2012. URL consultato il 7 maggio 2012.
  5. ^ (EN) The Dragon School Website, dragonschool.org. URL consultato il 6 maggio 2012.
  6. ^ Dan Davies, 'People think Eton is full of arrogant, braying toffs. It just isn't true': Tom Hiddleston on Britain's class consciousness, Daily Mail, 7 aprile 2012. URL consultato il 6 maggio 2012.
  7. ^ (EN) Siobhan Synnot, My dad didn't think acting was good enough for me – he's proud of me now, says Thor star Tom Hiddleston, Daily Record, 18 aprile 2011.
  8. ^ Benedict Nightingale, Othello, The Times, 5 dicembre 2007. URL consultato il 25 maggio 2010.
  9. ^ Stars must align before Othello can go west (Londra), Daily Mail, 7 dicembre 2007.
  10. ^ Susannah Clapp, An Othello for our times (Londra), The Guardian, 9 dicembre 2007. URL consultato il 25 maggio 2010.
  11. ^ Michael Leader, Tom Hiddleston interview: The Avengers, modern myths, playing Loki and more, Den of Geek!, 25 aprile 2012. URL consultato il 7 maggio 2012.
  12. ^ (EN) Josh Wilding, Tom Hiddleston Talks Loki, Thor And The Avengers!, ComicBookMovie.com, 29 luglio 2010. URL consultato il 7 maggio 2012.
  13. ^ Tom Hiddleston Friend Request Pending con Judi Dench, webserious.info.
  14. ^ (EN) Eric Eisenberg, Thor 2 To Shoot This Summer In London, Cinema Blend, 9 gennaio 2012. URL consultato il 12 aprile 2012.
  15. ^ Phil de Semlyen, Joanna Hogg Picks A London Project, Empire Online, 5 ottobre 2012. URL consultato l'11 ottobre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN227561795 · LCCN: (ENno2010182909 · ISNI: (EN0000 0001 3003 5595 · GND: (DE1022901877 · BNF: (FRcb16562340n (data)