Appuntamento con la paura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Appuntamento con la paura
Titolo originaleDouble Sin and Other Stories
AutoreAgatha Christie
1ª ed. originale1961
Genereracconti
Lingua originaleinglese

Appuntamento con la paura è una raccolta di racconti gialli della scrittrice inglese Agatha Christie, pubblicati per la prima volta in Gran Bretagna nel 1961. La raccolta contiene otto racconti che hanno diversi protagonisti.

I racconti[modifica | modifica wikitesto]

Agatha Christie scrisse, per questa raccolta di racconti, una piccola introduzione in cui si paragonava il libro ad un pranzo di Natale, Agatha era lo chef e il piatto forte era il racconto L'avventura del dolce di Natale.

I racconti contenuti in questo libro sono:

  • Doppia colpa, in cui Hercule Poirot indaga sul furto di alcune preziose miniature e riuscirà a smascherare una coppia insospettabile di truffatrici.
  • Nido di vespe, un insolito racconto in cui Monsieur Poirot riesce a prevedere e a sventare un efferato omicidio.
  • In L'avventura del dolce di Natale Poirot deve indagare sul furto di un preziosissimo rubino.
  • Uno dei più singolari racconti di questa raccolta è La bambola della sarta, una bambola che si diverte a fare strani scherzi, animata da chi sa quale spirito.
  • Appare Miss Marple in La follia di Greenshaw che dovrà indagare sull'insolita morte di una ricca donna proprietaria di un enorme villa: i sospetti sono tre, ma tutti hanno un alibi di ferro... L'idea di base di La follia di Greenshaw è stata in realtà ripresa ed estesa da un racconto precedente cioè Il mistero di Hunter's lodge, in cui il protagonista era Hercule Poirot.
  • In Doppio indizio torna Hercule Poirot, che viene chiamato ad indagare sul furto di alcuni gioielli, rubati durante una festa in cui partecipava l'alta società inglese. Nel racconto si trova un personaggio, la contessa Vera Rossakoff, apparsa insieme a Poirot in altri racconti come La cattura di Cerbero della raccolta Le fatiche di Hercule ed in romanzi quali Poirot e i quattro.
  • Più inquietante degli altri è il racconto L'ultima séance, in cui una medium viene assassinata nel bel mezzo di una seduta spiritica. Il racconto prende spunto da un avvenimento accaduto realmente alla Christie.
  • Chiude il ciclo di racconti Asilo, in cui compare di nuovo Miss Marple alle prese con un omicidio avvenuto in una chiesa.

Quattro di questi racconti (Doppia colpa, Nido di vespe, L'avventura del dolce di Natale e Doppio indizio) sono diventati film per la serie TV Poirot.

La bambola della sarta[modifica | modifica wikitesto]

Londra, anni 30. Sybil Fox e Alicia Coombe, due sarte, stanno preparando il loro laboratorio per la visita di una cliente, la signora Fellows-Brown. Sulla poltrona di velluto vicino alla finestra. Arriva la signorina Fellows-Brown e iniziano le prove di vestiti. Mentre discutono la signora Fellows-Brown rimane abbastanza inquietata dalla bambola sulla poltrona e consiglia alle due donne di toglierla, perché a lei fa venire la pelle d'oca. Chiede a Sybil da quanto la tengono lì, ma la ragazza non se lo ricorda minimamente. Anche la signora Groves, la donna delle pulizie, non l'aveva notata fino a quella mattina. La signora Groves rabbrividisce anche solo alla vista della bambola. Sybil, non ricordandosi affatto della bambola, pensa che sia di Alicia, così le chiede da quanto ce l'ha, ma lei risponde che non ricorda molto bene. Sybil e Alicia ricordano che c'era anche prima di quel giorno, anche se non l'avevano mai notata.

Il giorno dopo la signora Groves dice ad Alicia che la bambola le ha fatto prendere uno spavento perché l'ha trovata seduta alla scrivania, come un essere umano. Alicia va a controllare nella stanza della scrivania e vede la bambola accasciata sulla sedia. Alicia, infuriata, chiede a tutte le ragazze del laboratorio se loro hanno fatto il brutto scherzo, ma non è stata nessuna di loro. La bambola continua a fare questi scherzi, finché Sybil, spaventata, la lancia dalla finestra. Alicia si arrabbia e iniziano a litigare, quando una bambina raccoglie la bambola da terra dicendo che loro non le hanno dato amore e che la bambola voleva solo attirare la loro attenzione. Così finisce il racconto.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Agatha Christie, Appuntamento con la paura, traduzioni di Grazia Griffini e Lidia Lax, Mondadori, I ed. 1981
  • Agatha Christie, Vita, morte e miracoli di Miss Marple, collana Omnibus Gialli, Mondadori, I ed 1977 (contiene due racconti tradotti da Grazia Griffini: Asilo e La follia di Greenshaw)