Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
« Il Sovrano Signore Geova [יהוה, YHWH] ha detto questo: '... ecco, io creo nuovi cieli e nuova terra; e le cose precedenti non saranno ricordate, né saliranno in cuore'. »
(Isaia 65:13,17; vedi anche Pietro 2:13, Traduzione del Nuovo Mondo - citazione di prima pagina che dà il nome alla traduzione)

La Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture - TNM (New World Translation of the Holy Scriptures) è una traduzione moderna della Bibbia stampata dalla Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania. Viene usata e distribuita dalla Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova meglio conosciuta come Testimoni di Geova. Fu eseguita direttamente dall'ebraico, dall'aramaico e dal greco in inglese moderno da un comitato di Testimoni di Geova rimasti anonimi. I Testimoni affermano che la New World Translation è a livello mondiale la traduzione biblica più diffusa grazie alla sua diffusione capillare tramite l'opera di predicazione di casa in casa compiuta dai Testimoni. Secondo le fonti degli stessi testimoni sono state distribuite fino al 2005 oltre 4 milioni di copie in italiano ( i TDG italiani nel 2012 erano 247.251) e a livello mondiale, fino al 2013, oltre 208 milioni di copie tradotte in parte o per intero in 121 lingue.[1][2][3] Edizioni complete sono state pubblicate in oltre 66 lingue[4]. Edizioni parziali sono state pubblicate in oltre 51 lingue[5].

Storia[modifica | modifica sorgente]

La TNM è successiva al credo dei Testimoni di Geova, in quanto prima della pubblicazione della TNM utilizzavano nella loro predicazione traduzioni bibliche edite da altre case bibliche. La TNM d'altronde, non è l'unica Bibbia stampata dai Testimoni di Geova. Dal 1926 i Testimoni hanno stampato in proprio, traduzioni come, l’Emphatic Diaglott, la King James Version, che è la versione inglese più diffusa nel mondo anglosassone, essendo la versione ufficiale della Chiesa anglicana, la Rotherham's Bible, l’American Standard Version, The Bible in Living English, la Holman Linear Bible e The New Testament Newly Translated and Critically Emphasised (Seconda Edizione). La Kingdom Interlinear e The Bible in Living English sono tuttora stampate dai Testimoni di Geova.

Storia della Traduzione[modifica | modifica sorgente]

Questa traduzione fu inizialmente pubblicata in parte e in diversi volumi, dal 1950 al 1960 in lingua inglese. Le edizioni in altre lingue, compresa quella in italiano, si basano sulla traduzione dall'inglese e sono successive.
Nel passare dall'edizione in più volumi a quella in un solo volume si decise di rimuovere le note in calce e così, furono prese molte espressioni delle note in calce pubblicate nella traduzione precedente in sei distinti volumi e riportate nel testo principale dell'edizione in un solo volume.[6]

L'ultima revisione italiana è datata 1987.

Comitato degli Scrittori e tecnologie per la traduzione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Multilanguage Electronic Phototypesetting System.

Nel 1989 è stato istituito presso la sede mondiale dei testimoni di Geova un reparto dedito ai "servizi di traduzione" sotto la supervisione del Comitato degli Scrittori del Corpo direttivo dei Testimoni di Geova. L'obiettivo dei Servizi di Traduzione è stato quello di accelerare la traduzione della Bibbia con l'aiuto delle tecnologie informatiche applicate alla editoria come il sistema MEPS, un sistema ideato e costruito dai Testimoni. In precedenza, alcuni progetti di traduzione della Bibbia erano durati venti anni o più. Sotto la direzione del Dipartimento Servizi di Traduzione, la traduzione del Vecchio Testamento in una lingua particolare può essere completata in appena due anni. Durante il periodo 1963-1989, la Traduzione del Nuovo Mondo è stata resa disponibile in dieci lingue. Dal 1989, c'è stato un significativo aumento nel numero di lingue in cui la TNM è stata pubblicata[7][8]

Revisione 2013[modifica | modifica sorgente]

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, Edizione Riveduta del 2013.

Il 5 ottobre 2013, durante l'adunanza annuale della Watch Tower Society, fu annunciata e presentata una revisione della Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture[9]. Questa nuova versione, per ora solo in lingua inglese stampata e online[10], è in fase di traduzione nelle lingue di molti paesi, fra cui anche l'italiano. È prevista della stessa versione, una Bibbia in formato "large" con ampi margini per annotazioni e riferimenti, ed una in formato "tascabile"

Differenze e peculiarità[modifica | modifica sorgente]

Rispetto alla precedente versione, l'attuale versione si contraddistingue per alcune caratteristiche:

  • Linguaggio: Molti termini obsoleti sono stati sostituiti da altri più recenti e più comprensibili nelle lingua del proprio paese, rendendo alla traduzione un linguaggio moderno e di facile comprensione. Esempi: La parola fornicazione è stata cambiata in "immoralità sessuale"; i termini sheol e ades sono resi ora con il termine "tomba"; i figli di Israele sono ora gli "israeliti"; condotta dissoluta, è ora un "comportamento sfacciato"; orfano di padre diventa "bambino senza padre" e versetti biblici dove compariva la parola rene in relazione a sentimenti ed emozioni sono ora resi come "emozioni più profonde"; mancanza di cuore diventa invece "mancante di buon senso". Quindi una scelta editoriale che predilige una traduzione con idiomi moderni rispetto ad una traduzione prevalentemente letterale (come l'ultima edizione del 1984).
  • Nuovo Testamento: Brani del Nuovo Testamento considerati di dubbia autenticità alla luce dei più antichi manoscritti, come la parte del capitolo 8 del Vangelo di Giovanni e le conclusioni alternative del Vangelo di Marco (conclusione lunga e conclusione corta di Marco), sono state rimosse.
  • Struttura: Ogni libro biblico viene introdotto con riassunti di tutti i capitoli del libro.
  • Strumenti di ricerca: La versione contiene un ampio glossario dei termini biblici e due lunghi appendici.
  • Veste grafica: Migliorata la leggibilità. Illustrazioni a colori di avvenimenti e particolari biblici, grafici, schemi di patriarchi, profeti e re di Giuda ed Israele, schemi di date ed avvenimenti della vita terrena di Gesù, cartine del Tabernacolo e del Tempio di Salomone, un calendario ebraico e tavole di confronto di valute e pesi usati nei tempi biblici.

Traduzione[modifica | modifica sorgente]

La Traduzione del Nuovo Mondo, così come alcune altre traduzioni[11], ha ripristinato il nome di Dio, Geova, nelle Scritture Ebraiche (Vecchio Testamento). Nelle Scritture Greche Cristiane (Nuovo Testamento) è stato, secondo i loro traduttori, ripristinato in 237 luoghi[12] distinguendosi dalle altre principali traduzioni.[13] I curatori della TNM accusano infatti la stragrande maggioranza dei traduttori delle altre Bibbie, in particolar modo i traduttori moderni, di nascondere deliberatamente il nome proprio di Dio sostituendolo con un generico Signore.

« L'azione più indegna che i traduttori moderni compiono nei confronti del divino Autore delle Sacre Scritture è quella di togliere o nascondere il suo caratteristico nome personale[14] »

I curatori della TNM e alcuni studiosi affermano inoltre, che molti dei manoscritti ritrovati ed esistenti avrebbero, ad opera dei copisti del tempo che nutrivano superstizioni sull'uso del nome divino, omesso il nome stesso che esisteva invece in manoscritti precedenti

« perché quando furono fatte quelle copie (dal III secolo d.C. in poi) il testo originale degli scritti degli apostoli e dei discepoli era già stato alterato. Quindi copisti successivi devono aver sostituito il nome divino nella forma del Tetragramma con Kỳrios e Theòs[15][16] »

Nella nota iniziale della Traduzione del Nuovo Mondo si legge: "È una grandissima responsabilità tradurre le Sacre Scritture dalle lingue originali — ebraico, aramaico e greco — in lingua moderna. Tradurre le Sacre Scritture significa rendere in un'altra lingua i pensieri e i detti di Geova Dio, il celeste Autore di questa sacra biblioteca di sessantasei libri che santi uomini dell'antichità scrissero sotto ispirazione per nostro beneficio. Questo deve far riflettere. I traduttori che temono e amano il divino Autore delle Sacre Scritture si sentono particolarmente responsabili verso di Lui di trasmetterne i pensieri e le dichiarazioni il più accuratamente possibile. Si sentono responsabili anche verso gli attenti lettori che fanno affidamento su una traduzione dell'ispirata Parola dell'Iddio Altissimo per la loro salvezza eterna. Con tale vivo senso di responsabilità questo comitato di uomini dedicati ha prodotto in inglese nel corso di vari anni la Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture.”.

Fonti per la traduzione[modifica | modifica sorgente]

Il testo ebraico masoretico usato per la traduzione delle Scritture Ebraiche della Traduzione del Nuovo Mondo è il Codice di Leningrado B 19A, pubblicato nelle edizioni settima, ottava e nona (1951-55) della Biblia Hebraica di R. Kittel (BHK). Un aggiornamento di quest'opera, noto come Biblia Hebraica Stuttgartensia (BHS), edizione 1977, è stato usato per redigere l'apparato delle note in calce. (vedi sotto schema in lingua inglese) La revisione del 2013 si basa sui volumi usciti fino ad ora della Biblia Hebraica Quinta.

Il testo greco usato come base per la stesura del testo delle Scritture Greche Cristiane della Traduzione del Nuovo Mondo è The New Testament in the Original Greek, di Westcott e Hort (pubblicato originariamente nel 1881). Sono stati anche consultati i testi greci di Bover, Merk, UBS, Nestle-Aland e altri. (vedi sotto schema in lingua inglese)

Le traduzioni in altre lingue (diverse dall'inglese) si basano principalmente sulla traduzione inglese, consultando comunque i testi ebraici e greci.

Proprio basandosi su questi testi e su studi filologici recenti, a volte risultano mancare alcuni versetti, questo perché secondo i traduttori questi non erano inclusi negli originali, ma si tratterebbe di aggiunte posteriori.

La Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture in inglese

Traduttori e loro competenza[modifica | modifica sorgente]

Vari formati della Traduzione del Nuovo Mondo in varie lingue fra cui l'italiano

I Testimoni di Geova non hanno mai diffuso i nomi dei traduttori della Traduzione del Nuovo Mondo così come accade anche per gli scrittori delle loro innumerevoli pubblicazioni. In molte loro pubblicazioni, si legge la ragione di tale scelta: dare gloria a Dio e alla sua parola anziché agli uomini. D'altronde fanno notare che questa non è esclusiva prerogativa della Traduzione del Nuovo Mondo, anche altri traduttori di versioni della Bibbia hanno scelto l'anonimato[17][18].

La Traduzione del Nuovo Mondo è stata realizzata da un comitato di traduttori, formatosi nel 1947. Questo comitato, si dice, che comprendesse membri anonimi di diverse nazioni.[19] e ha chiesto che la Società Torre di Guardia non pubblicasse i nomi dei suoi membri,[20][21] affermando che essi non volevano «pubblicizzare se stessi, ma lasciare che tutta la gloria venisse data all'autore delle Scritture, Dio»[22], aggiungendo che la traduzione «dovrebbe indirizzare il lettore [...] a [...] Geova Dio»[23]. Gli editori hanno ritenuto che l'indicazione dei componenti di coloro che facevano parte del Comitato di traduzione, la loro provenienza da una certa università o da un'altra formazione pedagogica non fosse la cosa più importante "e che" doveva essere la traduzione stessa a testimoniare la loro competenza.[24]

Raymond V. Franz, disassociato dai Testimoni di Geova ed ex-componente del Corpo Direttivo, ha pubblicato una propria lista di membri del Comitato di traduzione. Scrive Raymond V. Franz nel suo libro[25]: La Traduzione del Nuovo Mondo non riporta i nomi dei traduttori ed è presentata come il lavoro anonimo del "Comitato della Traduzione del Nuovo Mondo". Altri membri di quel comitato furono Nathan Knorr, Albert Schroeder e George Gangas; Fred Franz, tuttavia, era l'unico provvisto di una conoscenza delle lingue bibliche tale da permettergli di tentare una traduzione del genere. Egli aveva studiato greco per due anni all'Università di Cincinnati ma era autodidatta in ebraico".[26].Le fonti dei fuoriusciti e disassociati non sono concordi sul numero dei traduttori. Per esempio alcuni hanno indicato come i membri del comitato Nathan Knorr, Albert Schroeder, George Gangas e Fred Franz. Secondo una fonte critica i traduttori sarebbero stati 5[senza fonte].[27]

Critiche e Apprezzamenti[modifica | modifica sorgente]

Scritture Ebraiche[28][29] (Antico Testamento)[modifica | modifica sorgente]

L'accademico e studioso Benjamin Kedar (facendo riferimento al Vecchio Testamento) asserisce che «[...] nei miei studi di comparatistica ho trovato la TNM particolarmente illuminante: vi si rileva una precisa padronanza delle caratteristiche strutturali dell'ebraico e dell'onesto tentativo di trasporle nella lingua d'arrivo [...] Nella parte contenente la Bibbia ebraica, ad ogni modo non mi sono mai imbattuto in una traduzione ovviamente erronea che fosse riconducibile a pregiudizio dogmatico. Più e più volte ho chiesto ai critici della Bibbia della "Watchtower", che chiedevano conto delle mie opinioni di indicarmi versetti specifici perché li ricontrollassi. Ciò non è mai stato fatto, oppure i versetti sottopostimi (quali Genesi 4:13, 6:3, 10:9, 15:5, 18:20 ecc.) non dimostravano affatto che si tratti di una traduzione con intenzioni preconcette» e ancora «Nella mia ricerca linguistica in relazione alla Bibbia ebraica e la traduzione, spesso faccio riferimento all'edizione inglese con ciò che è noto come la Traduzione del Nuovo Mondo. Nel farlo, ho trovato la mia sensazione più volte confermata che questo tipo di lavoro riflette uno sforzo onesto per raggiungere una comprensione del testo che sia il più preciso possibile. Dando prova di una vasta padronanza della lingua originale, rende le parole originali in una seconda lingua comprensibile senza deviare inutilmente dalla struttura specifica dell'ebraico [...] »[30][31]

Scritture Greco-Cristiane[28][29] ( Nuovo Testamento)[modifica | modifica sorgente]

Jason BeDuhn, professore di studi religiosi all’Università dell’Arizona settentrionale di Flagstaff (Arizona)[32] ha esaminato e confrontato nove[33] versioni della Bibbia principalmente diffuse negli USA fra cui la stessa Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, edita dai Testimoni di Geova. Il risultato della sua analisi è riportato nel libro Verità Nella Traduzione-Accuratezza e Pregiudizio Nelle Traduzioni Del Nuovo Testamento[34]. Nella prefazione lamenta che le traduzioni delle bibbie moderne sono affette da pregiudizi teologici nel rendere il significato autentico delle scritture e che i lettori medi non hanno strumenti per poter valutare l'accuratezza delle traduzioni per cui afferma [...] Ho scritto questo libro per aiutare il lettore ad esplorare l'argomento dell'accuratezza nella traduzione della Bibbia.[...][35] BeDuhn ha definito la Traduzione del Nuovo Mondo una versione pregevole, nettamente migliore di alcune altre prese in esame. Nel complesso, ha concluso BeDuhn, la Traduzione del Nuovo Mondo è una delle più accurate versioni in lingua inglese del Nuovo Testamento che ci siano attualmente in circolazione e la più accurata tra quelle prese in esame. Critica comunque alcuni aspetti come l'introduzione del nome di Dio nel Nuovo Testamento al posto di Signore senza che sia presente negli scritti a noi giunti e soffermandosi su alcuni problemi che questa scelta provoca. Fa osservare che si può fare lo stesso appunto alle altre traduzioni per aver sostituito Il tetragramma YHWH con Signore nell'Antico Testamento.[34] Per la sua analisi Beduhn ha scelto alcuni versetti del Nuovo Testamento controversi. Da ricordare Giov. 1:1,3 che secondo la sua opinione è tradotto fedelmente dalla sola TNM " ...e la parola era un dio"[36], nonostante a suo avviso, tale traduzione non nega la divinità della Parola[37] Secondo Beduhn la costruzione del credo e delle pratiche dei TDG si basano ...sul crudo materiale della Bibbia senza predeterminare ciò che vi si deve trovare o no in essa. Alcuni critici,naturalmente, direbbero che il risultato... può essere ingenuo. Ma per la traduzione della Bibbia, per lo meno,ciò ha significato un approccio genuino al testo...[38].


Aspre critiche ricevette dal Dott. William Barclay e dal Dott.Julius Mantey,quest'ultimo noto esperto di greco antico e co-autore con il Dott. H.E. Dana del noto "Manual Grammar of the Greek New Testament" utilizzato a livello accademico e universitario , scrisse difatti: "Non ho mai letto un Nuovo Testamento tradotto così male come l’Interlineare del Regno delle Scritture Greche… è un’alterazione,i traduttori hanno usato ciò che è stato tradotto da J.B. Rotherham nel 1893, riportato in linguaggio moderno, e modificato l’interpretazione di molti passi per esporre quello che i testimoni di Geova credono e insegnano. Questa non è una traduzione, ma un’alterazione" (Julius Mantey, Depth Exploration in the NT [Esplorazione profonda del NT] N.Y.: Vantage Pres, 1980, pagg. 136-137).

Un altro studio condotto dal Dott. Kenneth J. Baumgarten e dal Dott. Kevin Gary Smith intitolato "An Examination of the Consistency of the New World Translation with the Stated Philosophy of the Translator" cita quanto segue: lo scopo di questo articolo è quello di valutare la misura in cui la Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture attraverso l'interpretazione di selezionati testi cristologicamente significativi è coerente con la propria filosofia della traduzione. Per testare la consistenza della TNM con la propria filosofia di traduzione, gli autori hanno selezionato nove testi cristologicamente significativi, vale a dire, Giovanni 1:01, 1:18, 20:28; Atti 20:28; Romani 9:5; Tito 2:13; Ebrei 1:8-9; 2 Pietro 1:1 e 1 Giovanni 5:20. Ognuno di questi nove testi utilizza probabilmente il termine greco Τέως in riferimento a Gesù Cristo. Gli autori concludono che in sette dei nove testi campione, la TNM violi uno o più dei suoi dichiarati valori e principi di traduzione,la violazione più comune è la sua penetrante tendenza a sovvertire la comprensione più naturale del testo greco a favore di un punto di vista religioso preferenziale. In sette dei nove testi esaminati, la TNM ha dimostrato incompatibilità con i valori dichiarati e la filosofia,in sei dei nove testi, prevale una visione dovuta ad una analisi che pare forzatamente influenzata da una visione religiosa, permettendo un punto di vista teologico per sovrascrivere fedeltà al testo biblico (cfr. Giovanni 1:1, 20:28, Rm 9:05; Tito 2:13; Eb 1,8; 2 Pietro 1:1). Ci sono diversi esempi e allusioni che portano a definire Cristo come Τέως , tale come lo sforzo teso a giustificare chiamando il Verbo incarnato "un dio" in Giovanni 1:1, il trattamento del TNM di Giovanni 20:28, in cui "il mio Dio" si riferisce a Dio Padre, nonostante l'espressione di Tommaso sia chiaramente riferita direttamente a Gesù, e la separazione dell'evidente collegamento "Dio e Salvatore" in Tito 2:13 e 2 Pietro 1:01, con conseguente riferimenti a due persone distinte (Dio Padre e Gesù) piuttosto che la naturale applicazioni della grammatica greca. In cinque dei testi di esempio, la TNM è stato incoerente nella sua applicazione alla grammatica greca, la sintassi e il vocabolario (cfr. Giovanni 1:1, 18; Tito 2:13; Eb. 01:08, 2 Pet. 1:1). Ad esempio, in Giovanni 1:1, il caso della TNM per la traduzione Τέως come "un dio " si basa sulla premessa che il sostantivo "anarthrous" sia espresso a tempo indeterminato (1950:773-777), ma la traduzione non riesce ad applicare questa premessa coerente e rivela anche che non ha tenuto una traduzione per ogni principale parola greca. Infine, la sua gestione del sostantivo "Dio e Salvatore", in particolare, altera una figura retorica del primo secolo, oscurando il suo significato per un lettore moderno (vedi Tito 2:13; 2 Pietro 1:1).

Chiarezza[modifica | modifica sorgente]

Alcune Bibbie stampate dai testimoni di Geova. Prima fila in alto, seconda immagine: The Emphatic Diaglott, terza: American Standard Version, quarta: Kingdom Interlinear Translation of the Greek Scriptures. Tutte le altre, versioni della NWT in varie lingue fra cui l'italiano

Secondo Rolf Furuli, semitista dell'Universitá di Oslo e Testimone di Geova praticante[39], la TNM è una traduzione prevalentemente letterale. Per questo motivo, si trovano in essa non poche espressioni idiomatiche, che lasciano al lettore un certo livello di esegesi da condurre, rendendolo partecipe nel processo traduttivo, più di quanto non lo faccia una versione meno letterale.[40]

Qui di seguito alcuni esempi di versi spesso criticati:

  • Giobbe 4,21: "Non è stata strappata dentro di loro la loro corda di tenda?". La versione cattolica della CEI rende lo stesso passo "Non viene forse strappata la corda della loro tenda"[41].
    • Nel testo ebraico, così come riportato da The Interlinear Bible Hebrew/Greek/English by Jay P. Green, Sr. il passo viene reso: in their pulled is? them cord up not. Nella versione in inglese viene reso: "their cord pulled in them". Anche altre versioni rendono come la TNM, per esempio la American Standard Version, la New American Standard Bible e la Complete Jewish Bible (1988) traduce "Their cord within them is pulled up".
  • Giobbe 7,15: "Così che la mia anima sceglie la soffocazione, la morte anziché le mie ossa.". La versione cattolica della CEI rende lo stesso passo "Preferirei morire soffocato, la morte piuttosto che vivere in queste mie ossa"[42].
    • La Sacra Bibbia di Giovanni Diodati (che per quanto importante nel panorama cristiano, scritta oltre quattrocento anni fa ) rende il passo in una forma simile alla TNM: "Tanche io nell'animo sceglierei di essere strangolato, e innanzi vorrei la morte che le mie ossa".
  • Giobbe 12:6 : "Le tende degli spogliatori sono senza preoccupazioni,..."


  • Giobbe 29,6: "Quando lavavo i miei passi nel burro." La versione cattolica della CEI rende lo stesso passo: "Quando mi lavavo i piedi nella panna..."[43].
    • La Bibbia Concordata, frutto di un lavoro ecumenico tra ebrei, cattolici, ortodossi e protestanti traduce in modo molto simile alla TNM infatti rende il versetto: "Quando i miei passi erano lavati con la panna."
  • Giobbe 31,27: "E la mia mano baciava la mia bocca" . La versione cattolica della CEI rende lo stesso passo "con la mano alla bocca ho mandato un bacio".
    • La versione cattolica curata dal Rev. P. Bonaventura Mariani dell'Università Pontificie di Propaganda Fidae, 1964 nella nota scrive: "Lett. La mia mano ha baciato la mia bocca", ovvero una traduzione che come ogni traduzione letterale non predilige la modernità dei termini (ecdotica).
  • Giobbe 37:9 : "L’uragano viene dalla stanza interna"


  • Ecclesiaste 6,9: "È meglio il vedere degli occhi che l'andare in giro dell'anima.". La versione cattolica della CEI rende il passo "Meglio vedere con gli occhi che vagare con il desiderio".
    • La Sacra Bibbia di Giovanni Diodati traduce in modo simile alla TNM "Meglio è il veder con gli occhi, che andar vagando qua e là con l'anima". D'altronde anche l’Antico Testamento Interlineare Letterale (1995) di A. Vianello traduce allo stesso modo della NWT: "Meglio la vista degli occhi del vagare dell'anima".
  • Proverbi 15:30 : "...la notizia che è buona fa ingrassare le ossa."
  • Salmi 6:6: "...Tutta la notte faccio nuotare il mio letto."

Questi e altri passi sono stati rivisti e tradotti con espressioni meno letterali nella versione inglese del 2013 (The New World Translation of the Holy Scriptures - 2013 revision). La versione italiana di tale revisione non è stata ancora pubblicata.

Edizioni e Media[modifica | modifica sorgente]

La Traduzione del Nuovo Mondo è distribuita in Italia in formato cartaceo in tre principali edizioni: Una edizione pocket, ovvero in formato tascabile brossura, in formato standard rilegata con copertina rigida e in formato large con copertina rigida e con caratteri grandi. Dal 1983 sono state realizzate inoltre edizioni in segni a rilievo Braille a beneficio dei non vedenti
Dal 1978 sono state prodotte nelle principali lingue registrazioni della Bibbia in formato audio su cassette magnetiche, quindi in compact disc formato MP3 e in Podcast. Dal 1994 la Traduzione del Nuovo Mondo è stata incorporata anche nel Watchtower Library, un CD per ricerche su parole o argomenti biblici che spazia fra tutte le pubblicazioni (riviste, libri, opuscoli, annuari) prodotte dai Testimoni di Geova negli anni fino a oggi. La traduzione è disponibile inoltre online e in 72 lingue (tra cui la Lingua Italiana dei Segni, in versione parziale) sul sito ufficiale dei Testimoni di Geova ed è scaricabile in formato PDF e per alcune lingue, in formato EPUB.

Dal 2013 si può leggere anche su JW Library, un'app multipiattaforma disponibile su Play Store, Amazon Store, Apple Store e Windows Store .

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Rapporto dell’adunanza annuale “Il libro di Dio è un tesoro”
  2. ^ w13 02/15 p6
  3. ^ New World Translation of the Holy Scriptures (2013 Revision), page 4.
  4. ^ afrikaans, albanese, armeno, arabo, bulgaro, cebuano, ceco, chichewa, cibemba, cinese, cinese semplificato, cinese pinyin, coreano, croato, danese, efik, finlandese, francese, georgiano, giapponese, greco, ibo, ilocano, indonesiano, inglese [anche in braille], italiano, kinyarwanda, kirghiso, kirundi, lingala, macedone, malgasy, maltese, norvegese, olandese, ossetico, polacco, portoghese [anche in braille], romeno, russo, samoano, sepedi, serbo (in caratteri cirillici e latini), sesotho, shona, singalese, slovacco, sloveno, spagnolo [anche in braille], sranantongo, svedese, swahili, tagalog, tedesco, tsonga, tswana, turco, twi (Akuapem e Ashanti), ungherese, xhosa, yoruba e zulù.
  5. ^ amarico, azerbaigiano (in caratteri cirillici e latini), birmano, braille italiano, cambogiano, chitonga, ebraico, estone, ewe, figiano, gilbertese, gun, creolo di Haiti, hiligaynon, hindi, hiri motu, kannada, kaonde, kazaco, kongo, lettone, lingua dei segni americana [su DVD], lingua dei segni brasiliana [su DVD], lingua dei segni colombiana [su DVD], lingua dei segni italiana [su DVD], lingua dei segni messicana [su DVD], lingua dei segni russa [su DVD], lituano, luganda, luvale, malayalam, nepalese, otetela, pangasinan, papiamento (curaçao), pidgin delle Salomone, punjabi, sango, silozi, tamil, tataro, thai, tok pisin, tshiluba, tumbuka, tuvaluano, ucraino, uzbeco e vietnamita
  6. ^ Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, 1967, WTS
  7. ^ Annuario dei Testimoni di Geova, anno 2012 (inglese) pag. 26
  8. ^ Watchtower October 15, 1999 pp. 30-31
  9. ^ Jehovah's Witnesses distribute free Bibles nel The Daytona Beach News-Journal del 26 ottobre 2013
  10. ^ [http://www.jw.org/en/publications/bible/ Versione Riveduta NWT 2013 online, in lingua inglese e in formato PDF, ePub e MOBI
  11. ^ VERSIONE DEL RE GIACOMO EDIZIONE DEI 400 ANNI annuncio maggio 2011 ripristinato Jehovah per 6972 volte ovvero tutte le volte che appare nel testo ebraico vedi qui: [1]. Traduttori anonimi:[2]. Alcune considerazioni importanti sul nome di Dio qui:[3]
  12. ^ Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, Appendice edizione del 1987, p. 1567
  13. ^ Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, Appendice edizione del 1986, p. 1633
  14. ^ Da Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, revisione 1987-Appendice 1A a pag. 1563
  15. ^ (Perspicacia nello studio delle Scritture, vol. I, p. 1028)
  16. ^ Synonyms of the Old Testament di R. B. Girdlestone, 1897, pag. 43
  17. ^ I traduttori diThe Divine Name King James Version, edita a dicembre 2011 e stampata il 9 marzo 2012 (Cfr. The FIRST COPY of the Divine Name King James Bible rolled off the presses March 9th, 2012) scrivono che hanno deciso di rimanere anonimi perché non ritengono che le credenziali accademiche degli editori sia la cosa più importante per un'opera come la Bibbia (Cfr. Who are the Divine Name Publishers?.
  18. ^ Inoltre, sulla sopraccoperta dell'edizione con riferimenti della nota Bibbia americana New American Standard Bible (1971) è riportata una dichiarazione che spiega l'anonimato: Non abbiamo usato il nome di nessuno studioso come referenza o raccomandazione perché riteniamo che la Parola di Dio debba presentarsi da sola.
  19. ^ "New York Times", August 3, 1950 p. 19.
  20. ^ "The Watchtower", September 15, 1950, p. 320
  21. ^ Walsh vs Honorable James Latham, Court of Session Scotland, 1954, cross examination of Frederick Franz pp. 90-92
  22. ^ "The Watchtower", November 15, 1950, p. 454
  23. ^ "The Watchtower", December 15, 1974, p. 768.
  24. ^ "The Watchtower", December 15, 1974, p. 768
  25. ^ Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione? Parole franche di un testimone di Geova, EDB, 2005"
  26. ^ Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione? Parole franche di un testimone di Geova, EDB, 2005
  27. ^ Religion: Witness Under Prosecution - TIME
  28. ^ a b Introduzione alla traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture La Bibbia completa è stata appropriatamente definita la Biblioteca Divina. È composta di 66 libri ufficialmente catalogati (detti canonici) che sono accettati come guida ispirata per determinare la verità. Benché molti dividano la Bibbia in “Vecchio Testamento” e “Nuovo Testamento”, noi chiamiamo i primi 39 libri “Scritture Ebraiche” e i rimanenti 27 libri “Scritture Greche Cristiane”, basandoci sulla lingua anziché su una presunta divisione riguardante il “Testamento (Patto)”. data di accesso: 5 gennaio 2014.
  29. ^ a b Appendice 7E Le espressioni “Vecchio Testamento” e “Nuovo Testamento” § 7 Non c’è quindi nessuna base valida per chiamare le Scritture Ebraiche e Aramaiche “Vecchio Testamento” e le Scritture Greche Cristiane “Nuovo Testamento”. Gesù Cristo stesso si riferì alla collezione degli scritti sacri come alle “Scritture”. L’apostolo Paolo vi si riferì come alle “sacre Scritture”, le “Scritture” e gli “scritti sacri”. In armonia con l’espressione ispirata di Romani 1:2, la Traduzione del Nuovo Mondo contiene nel suo titolo l’espressione “Sacre Scritture”. data di accesso: 5 gennaio 2014.
  30. ^ Il ruolo della teologia e del pregiudizio nella Traduzione della Bibbia di Rolf Furuli, pag. 311, 312, (opera originale: The Rule of Theology amd Bias in Bible , Azzurra Editrice, Gardigiano di Scorzè, 2003, ISBN 88-88907-00-9)
  31. ^ The New World Translation - What the Scholars Really Said
  32. ^ [4] EDUCATION Ph.D. Comparative Study of Religions, Indiana University, 1995; Religions of Late Antiquity, Biblical Studies, Theory & Method, World Religions; Minor: History; M.T.S New Testament and Early Christianity, Harvard Divinity School, 1988; B.A. Religious Studies, University of Illinois, 1985
  33. ^ Le nove traduzioni prese in esame furono: Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, The Amplified New Testament, The Living Bible, The New American Bible With Revised New Testament, New American Standard Bible, The Holy Bible-New International Version, The New Revised Standard Version, The Bible in Today's English Version e The King James Version
  34. ^ a b Jason David BeDuhn Verità nella Traduzione - Accuratezza e Pregiudizio nelle Traduzioni del Nuovo Testamento anno 2007 editore Azzurra 7
  35. ^ pag.13 Jason David BeDuhn Verità nella Traduzione - Accuratezza e Pregiudizio nelle Traduzioni del Nuovo Testamento anno 2007 editore Azzurra 7
  36. ^ Jason David BeDuhn Verità nella Traduzione - Accuratezza e Pregiudizio nelle Traduzioni del Nuovo Testamento anno 2007 editore Azzurra 7 par. riassumendo pag.262
  37. ^ Jason David BeDuhn Verità nella Traduzione - Accuratezza e Pregiudizio nelle Traduzioni del Nuovo Testamento anno 2007 editore Azzurra 7 par.Cos'è la Parola? pag.257
  38. ^ Jason David BeDuhn Verità nella Traduzione - Accuratezza e Pregiudizio nelle Traduzioni del Nuovo Testamento anno 2007 editore Azzurra 7 Capitolo Tredici pag.330
  39. ^ Review of Rolf J. Furuli, The Role of Theology and Bias in Bible Translation. See also Teologisk Tidsskrift, Oslo, Norway 2, 2012, pp. 212-16
  40. ^ Il ruolo della Teologia e del pregiudizio nella traduzione della Bibbia a cura di Rolf Furuli.
  41. ^ Giobbe 4,21 CEI 2008
  42. ^ Giobbe 7,15 CEI 2008
  43. ^ Giobbe 29,6 CEI 2008

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Rolf Furuli, Il ruolo della teologia e del pregiudizio nella traduzione della Bibbia. Analisi di una traduzione letterale, la Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, Azzurra 7, 2003, ISBN 88-88907-00-9.
  • Francesco Arduini e Stefano Pizzorni, La Bibbia prima del dogma. La Traduzione del Nuovo Mondo come paradigma dell'ermeneutica biblica, Aracne, 2013, ISBN 978-88-548-6757-4.
  • Anthony Byatt e Hal Flemings, La tua parola è verità. 50º anniversario della Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, Vegagraph, 2007, ISBN 978-88-902702-0-8.
  • Felice Buon Spirito, La Traduzione del Nuovo Mondo Manipolata o tradotta fedelmente? Una risposta ai critici della Traduzione del Nuovo Mondo, Azzurra 7, 2005, ISBN 88-88907-03-3.
  • Jason David BeDuhn, Verità nella Traduzione - Accuratezza e Pregiudizio nelle Traduzioni del Nuovo Testamento, Azzurra 7, 2007, ISBN 88-88907-07-6.
  • Greg Stafford, In difesa dei testimoni di Geova. Una risposta a studiosi e critici, Azzurra 7, 2007, ISBN 88-88907-03-3.
  • Felice Buon Spirito, I Testimoni di Geova e la traduzione della Bibbia - Una risposta alla critica di Valerio Polidori, Azzurra 7, 2009, ISBN 88-88907-03-3.
  • Valerio Polidori, I testimoni di Geova e la falsificazione della Bibbia, EDB, 2007, ISBN 978-88-10-50131-3.
  • Valerio Polidori, La Bibbia dei testimoni di Geova. Storia e analisi di una falsificazione, EDB, 2013, ISBN 978-88-10-41015-8.
  • Paolo Sconocchini, La Bibbia dei Testimoni di Geova, Leumann, Elle Di Ci, 1992, ISBN 88-01-10458-8.
  • J.Mantey e H.E.Dana, Manual Grammar of the Greek New Testament, New York, Macmillan, 1957.
  • Kenneth J. Baumgarten, A Critique of The New World Translation of the Christian Greek Scriptures' Treatment of Nine Texts Employing ΘΕΟΣ In Reference to Jesus Christ, South African Theological Seminary, 2007.
  • Robert Countess, Jehovah's Witnesses New Testament: A Critical Analysis, ISBN 0-87552-210-6.
  • Lorenzo Minuti, GRIS Roma, I testimoni di Geova non hanno la Bibbia - Ed. Coletti a San Pietro, ISBN 88-87129-00-2

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Punti di vista a favore della NWT
Punti di vista contrari alla NWT
Bibbia Portale Bibbia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bibbia