Lingua slovacca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Slovacco (Slovenčina)
Parlato in Slovacchia, Repubblica Ceca, Serbia
Persone 5 milioni
Scrittura alfabeto latino
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingue slave
  Lingue slave occidentali
   Lingue ceco-slovacche
Statuto ufficiale
Nazioni Flag of Europe.svg Unione Europea

Slovacchia Slovacchia
Flag of Vojvodina.svg Voivodina (Serbia)
Regolato da Ministero della Cultura della Repubblica Slovacca
Codici di classificazione
ISO 639-1 sk
ISO 639-2 slo (B), slk (T)
ISO 639-3 slk  (EN)
SIL slk  (EN)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, art. 1
Všetci ľudia sa rodia slobodní a sebe rovní, čo sa týka ich dôstojnosti a práv. Sú obdarení rozumom a majú navzájom jednať v bratskom duchu.

La lingua slovacca (slovenčina, slovenský jazyk) è una lingua slava occidentale parlata in Slovacchia, in Repubblica Ceca e in Serbia nella provincia della Voivodina.

Distribuzione geografica[modifica | modifica sorgente]

Secondo Ethnologue,[1] lo slovacco è parlato complessivamente da 5 milioni di persone nel mondo. La maggior parte si trovano in Slovacchia, dove al censimento del 2001 risultavano 4,6 milioni di locutori. Fuori dalla Slovacchia, le comunità linguistiche più numerose si trovano in Repubblica Ceca (193.000 locutori nel 2001), e in Serbia (80.000). La lingua è attestata in tutti i paesi confinanti con la Slovacchia, e in altri stati dell'Europa orientale. Comunità linguistiche slovacche si trovano anche fuori dall'Europa, in Canada e negli Stati Uniti d'America.

Lingua ufficiale[modifica | modifica sorgente]

La lingua slovacca è lingua ufficiale della Slovacchia[2] e della provincia autonoma della Voivodina in Serbia.[3]

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Secondo Ethnologue,[1] la classificazione della lingua slovacca è la seguente:

Codificazione[modifica | modifica sorgente]

La lingua slovacca è una lingua codificata, ciò significa che le regole di grammatica, di ortografia e il lessico hanno valore normativo. Quattro manuali hanno valore di testi normativi.[4]

  • Pravidlá slovenského pravopisu, 3. vyd., Bratislava: Veda, vydavateľstvo Slovenskej akadémie vied, 2000.
  • Krátky slovník slovenského jazyka, 3. vyd., Bratislava: Veda, vydavateľstvo Slovenskej akadémie vied, 1997.
  • Á. Kráľ, Pravidlá slovenskej výslovnosti, 3. vyd., Bratislava: Slovenské pedagogické nakladateľstvo, 1996.
  • J. Ružička et al., Morfológia slovenského jazyka, Bratislava: Vydavateľstvo Slovenskej akadémie vied, 1966.

Questi manuali corrispondono approssimativamente ad un dizionario ortografico, ad un dizionario breve (in sostituzione di un dizionario maggiore ormai datato), ad un manuale di stile e a una grammatica (morfologia).

Fonologia[modifica | modifica sorgente]

Segni diacritici e pronuncia (slovacca)[modifica | modifica sorgente]

La lingua slovacca ha una sua peculiare palatizzazione.

L'accento nella lingua standard cade sempre sulla prima sillaba della parola. Questa regola può però cambiare in alcuni dialetti: quelli orientali per esempio hanno l'accento sulla penultima sillaba, e ciò non contribuisce alla loro intelligibilità con lo slovacco standard. Alcuni dialetti centro-settentrionali hanno un "debole" accento sulla prima sillaba che diventa più "forte" e si sposta sulla penultima in alcuni tipi di frase. I monosillabi e le forme del verbo ausiliare byť (essere) sono, di regola, non accentati.

Le preposizioni vengono pronunciate unite alla parola che segue, a meno che queste parole non síano lunghe (quattro sillabe o più) o la preposizione non si trovi all'inizio della frase.

L'accento acuto (in slovacco "dĺžeň", "segno di prolungamento") indica la pronuncia lunga delle lettere accentate, " í " si pronuncia approssimativamente come "ii". L'accento acuto si può trovare sopra tutte le vocali e solo sopra le due consonanti "l" ed "r" (la "r" e la "l" possono fungere anche da vocali, sia lunghe sia brevi). Le vocali lunghe sono di norma lunghe il doppio delle corrispondenti vocali normali, anche la "l" e la "r" lunghe devono avere un suono più lungo del normale. Si noti che l'accento grafico in slovacco non ha niente a che fare con l'individuazione della sillaba sulla quale cade l'accento tonico.

L'accento circonflesso ("vokáň") si può trovare solo sulla "o" e serve a trasformare la lettera in un dittongo.

La metafonìa (umlaut, "dve bodky" "due pallini") si può trovare solo sulla lettera "a" (e trasforma la a in una e).

L'háček (in slovacco "mäkčeň", segno di palatizzazione) indica sia la palatalizzazione, sia il passaggio della lettera da alveolare-fricativa a post-alveolare. Solo otto consonanti possono avere un háček.

Quando una consonante sonora avente una corrispondente consonante sorda (b, d, ď, dz, dž, g, h, z, ž) si trova alla fine della parola o prima di una pausa, viene pronunciata come se fosse una consonante sorda (p, t, ť, c, č, k, ch, s, š, rispettivamente), per esempio pohyb si pronuncia /pohip/, prípad si pronuncia/priːpat/

Trascrizione ufficiale[modifica | modifica sorgente]

I linguisti slovacchi non usano spesso l'IPA per la trascrizione fonetica (né per lo slovacco, né per altre lingue comuni), ma preferiscono il loro sistema basato sull'alfabeto slovacco. Nelle seguenti tavole la pronuncia di ogni grafema è data sia in IPA, sia in SAMPA.

grafema IPA SAMPA trascr.
a a a a
á a: á
ä æ, ɛ {, E ä, e
b b b b
c ʦ ts c
č ʧ tS č
d d d d
ď ɟ J\ ď
dz ʣ dz ʒ
ʤ dZ ǯ
e ɛ E e
é e: é
f f f f
g g g g
h ɦ h\ h
ch x x x
i ɪ I i
í i: í
j j j j
k k k k
l l l l
ĺ lː̩ l=: ĺ̥
ľ ʎ L ľ
m m m m
n n n n
ň ɲ J ň
o o o o
ó o: ó
ô u̯o U_^O ŭo
p p p p
q kv kv kv
r r r r
ŕ rː̩ r=: ŕ̥
s s s s
š ʃ S š
t t t t
ť c c ť
u u u u
ú u: ú
v v v v
w v v v
x ks ks ks
y ɪ I i
ý i: í
z z z z
ž ʒ Z ž

La pronuncia della "ä" come /æ/ è arcaica (o dialettale) ma considerata corretta da alcune autorità linguistiche, un altro standard di pronuncia oggi è /ɛ/

Sistema di scrittura[modifica | modifica sorgente]

La lingua slovacca utilizza l'alfabeto latino[1] con l'aggiunta di quattro segni diacritici (ˇ, ´, ¨, ^) posizionati su alcune lettere. L'alfabeto slovacco è il seguente (i grafemi con diacritici sono posti alla fine della successione alfabetica):

 a á ä b c č d ď dz dž e é f g h ch i í j k l ĺ ľ
 m n ň o ó ô p q r ŕ s š t ť u ú v w x y ý z ž 

Si noti che dz, dž e ch sono considerate singole lettere, e la ch nell'alfabeto segue la h, e non la c. Le lettere "q" e "w" vengono usate solo nelle parole straniere, e mai in quelle native o "slovacchizzate".

Le lettere si distinguono come segue:

  • Vocali: a á ä e é i í o ó y ý u ú.
  • Dittonghi: ia, ie, iu, ô.
  • Consonanti: b c č d ď dz dž f g h ch j k l ľ ĺ m n ň p q r ŕ s š t ť v w x z ž.
  • Semivocali: r, l, ŕ, ĺ se poste fra due consonanti.

Esempi[modifica | modifica sorgente]

Numeri cardinali da 1 a 10

  1. Jeden
  2. Dva
  3. Tri
  4. Štyri
  5. Päť
  6. Šesť
  7. Sedem
  8. Osem
  9. Deväť
  10. Desaťʾ

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Lewis, M. Paul, Gary F. Simons, and Charles D. Fennig (eds), Slovak in Ethnologue: Languages of the World, Seventeenth edition, Dallas, Texas, SIL International, 2013.
  2. ^ Slovakia in The World Factbook, Central Intelligence Agency.
  3. ^ Basic facts about Vojvodina.
  4. ^ (SK) Jazykové a kodifikačné príručky

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]