Sheol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Lo Sheol, in ebraico שאול (Sh'ol), è il termine usato nell’Antico Testamento o Tanakh per indicare il regno dei morti, spesso abbinato ad un altro vocabolo ebraico, Abaddon.

Il vocabolo non ha corrispondenza in altre lingue semitiche: l’etimologia è incerta.

Nella Tanakh viene utilizzato senza articolo determinativo il che fa pensare che si tratti di un nome proprio. Nella versione greca del Vecchio Testamento, la Settanta, il vocabolo viene tradotto con Ade (Aιδες) ad esempio Genesi 37,35, Salmi 16,10 etc.

Nel Nuovo Testamento il vocabolo viene ripreso con analogo significato. Si veda al proposito Atti degli Apostoli 2,27, Apocalisse 1,18 etc.

V.T. ebraico V.T. greco N.T. greco latino italiano volte nel N.T.
Sheol[1] Ades Ades[2] infernus[3] inferno 10 volte
Ge Hinom[4] Ennom[5] Geenna[6] infernus inferno 11 volte

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sheol: Gen 37:35, 42:38, 44:29, 44:31, ...
  2. ^ Hades: Mat 11:23 16:18 Luc 10:15. Atti 2:27,31. 1 Cor 15:55. Apoc 1:18 6:8 20:13,14
  3. ^ Lewis & Short Inferus
  4. ^ גֵיא בֶן־הִנֹּם Hinnom: Gier 19:6 et c.
  5. ^ LXX πολυάνδριον υἱοῦ Εννομ
  6. ^ Gehenna: Mat5:22,29,30, 10:28, 18:09, 23:15,33. Mar 9:43,45,47, Luc12:05, Giac 3:6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]