Francesca da Polenta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma dei da Polenta
Anselm Feuerbach, Paolo e Francesca (1864)

Francesca da Polenta, o da Rimini (Ravenna, 1259/1260 – Gradara, 1285), era figlia di Guido da Polenta, signore di Ravenna.

Ingres, Paolo e Francesca

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il padre, detto Guido da Polenta o Guido III, nel 1275, quand'ella aveva 15-16 anni, la diede in sposa a Gianciotto Malatesta di Rimini; questo matrimonio probabilmente fu concordato non per amore, ma per sancire un'alleanza tra le due signorie romagnole. Di Francesca si sa solo che diede al marito una figlia (Concordia) e forse anche un figlio (Francesco).

Secondo il celebre racconto di Dante Alighieri (Inferno, Canto V) e dei vari chiosatori che ne hanno arricchita la storia, ella s'innamorò di Paolo Malatesta, suo cognato, durante il suo matrimonio per procura. Tra i due nacque un amore segreto, che quando fu scoperto, venne punito con l'uccisione dei due amanti.

La morte di Paolo e Francesca, secondo gli studi più recenti, avvenne tra il 1283 e il 1285, quando Gianciotto aveva poco più di quarant'anni, Paolo tra i trentasette e i trentanove, Francesca tra i venti e i venticinque, e Dante vent'anni o poco meno.

Leggenda dice che i due si innamorarono leggendo un giorno per diletto di Lancillotto, storia d'amore per lo più, i loro occhi con molto imbarazzo si incontrarono e leggendo del bacio tra Lancillotto e Ginevra, le loro bocche si incontrarono con tanto affetto.

Francesca da Rimini nella musica[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 55527538 LCCN: n83156006