Anselm Feuerbach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anselm Feuerbach

Anselm Feuerbach (Spira, 12 settembre 1829Venezia, 4 gennaio 1880) è stato un pittore tedesco, il più importante esponente della pittura neoclassica tedesca del XIX secolo.

Autore di numerose scene ispirate all'antichità, molte sue opere si trovano a Basilea, Monaco e Stoccarda.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era nipote del celebre filosofo Ludwig Feuerbach e proprio la famiglia ispirò in lui il gusto degli studi classici. All'età di sedici anni già si faceva notare per ritratti e paesaggi e poco dopo divenne allievo di Schadow e Schirmer.

Presso l'accademia di Dusseldorf sviluppò un suo stile ondeggiante fra la libertà di Rubens e la linea neoclassica. Da questo momento iniziò a peregrinare dapprima a Monaco, per un bienno, poi ad Anversa ed infine dal 1851 a Parigi dove espresse alcune delle sue opere più riuscite, quali Hafis nel granaio e il Consigliere Umbreit.

Nel 1855 il pittore scese in Italia, a Venezia, a Firenze e a Roma dove restò fino al 1873. Questo fu il periodo più florido per Feuerbach e si concretizzò con la sua produzione più nota: ritratti, opere allegoriche, storiche e mitologiche, rendendo famose le sue uniche due modelle romane, Anna Risi e Lucia Brunacci. Seguì un breve e sfortunato soggiorno a Vienna.[1] Morì a Venezia nel 1880.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Le Muse", De Agostini, Novara, 1965, Vol.4 pag.509-510

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 17272859 LCCN: n/50/5190

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura