Mao Dante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mao Dante
manga
Copertina del primo volume dell'edizione d/visual
Copertina del primo volume dell'edizione d/visual
Titolo orig. 魔王ダンテ
(Maô Dante)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Go Nagai
Editore Kodansha
1ª edizione 1º gennaio 1971 – 31 maggio 1971
Collanaed. Bokura Magazine
Tankōbon 3 (interrotta)
Editore it. Dynamic Italia
1ª edizione it. 1998
Collanaed. it. Dynamic Cult n.7
Volumi it. 2 (completa)
Lettura it. ribaltata rispetto all'ed. orig.
Target seinen
Genere horror
Cronologia
  1. Mao Dante
  2. Mao Dante - Nuova serie
Mao Dante
serie TV anime
Il logo della serie anime
Il logo della serie anime
Titolo orig. 魔王ダンテ
Autore Go Nagai
Regia
Soggetto
Sceneggiatura Shouzo Uehara
Character design Toshimitsu Kobayashi
Animazione
Dir. artistica Yaoki Kakimoto
Studio
Musiche Horoshi Motokura
Rete AT-X
1ª TV 31 agosto 2002 – 23 novembre 2002
Episodi 13 (completa)
Durata ep. 35 min
Rete it. Cooltoon
1ª TV it. dal 29 dicembre 2009 [1]
Episodi it. 13 (completa)
Durata ep. it. 25'
Censura it. no
Dialoghi it. Gianluca Aicardi
Studio dopp. it. CDC Sefit
Direzione dopp. it. Michele Gammino
Target seinen
Genere horror

Mao Dante (魔王ダンテ, Maō Dante?) è un manga del 1971 di Go Nagai, creatore di altre opere quali Mazinga, Ufo Robot Goldrake, Jeeg robot d'acciaio e Devilman. Mao Dante è comunemente considerato il precursore di quest'ultimo. Il manga è incompleto.

In un'intervista concessa nell'aprile 2007, durante una visita in Italia, l'autore ha affermato che trasse l'ispirazione per creare Mao Dante da un'edizione della Divina Commedia illustrata da Gustave Doré.[2]

Il manga è stato pubblicato in Italia prima da Granata Press e poi da Dynamic Italia in due grossi tankobon esauriti; successivamente la d/visual ha ristampato il manga nel 2008, pubblicando inoltre nel 2009 il suo sequel Mao Dante - Nuova serie in 4 volumi.

Nel 2002 dal manga è stato tratto un anime televisivo di 13 episodi, pubblicato in Italia dalla Dynit.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ryo Utsugi/Dante: protagonista della serie, figlio del medico Kosuke Utsugi. All'inizio della serie è un adolescente, tormentato da incubi ricorrenti, che lo porteranno a fondersi con il campione dei Demoni, il Supremo Dante. In seguito si scoprirà che Ryo, altri non era che la reincarnazione dell'anima di Dante, il quale aveva affidato il suo corpo a Giuda.
  • Saori Utsugi: è la sorella di Ryo nella sua vita attuale. Ha un ruolo molto più importante nell'anime rispetto al manga, difatti in quest'ultimo viene trasformta da Dio nel Guerriero Divino, per poter finalmente battere Dante.
  • Kosuke Utsugi: padre adottivo di Ryo e "Sommo Reverendo" della Confraternita di Dio. In quanto "figlio prediletto" riesce a comunicare con Dio e in più occasioni ha dei veri e propri dialoghi con Lui.
  • Sosuke shiba: è un umano, senpai di Ryo. Nutre un profondo odio per i demoni e fa parte della Confraternita di Dio, ma una volta scoperti i piani malvagi ed autolesivi della Confraternita se ne allontana.
  • Saeko Kodai/Medusa: prima dell'arrivo di Dio sulla Terra era la compagna di Dante. Nell'epoca in cui si svolgono i fatti è un demone che assunte le fattezze di una donna che posa come fotomodella.
  • Re Satana: antico re di Sodoma, dove regnava con giustizia e saggezza (è infatti anche detto il Saggio Satana). Dopo l'arrivo di Dio si muta anch'egli in demone. Dopo la sconfitta subita durante la prima grande guerra tra Dio ed i demoni, decide di esiliarsi nel subspazio, da dove sarà risvegliato solo grazie all'intervento di Medusa.
  • Zenon: è il demone Re delle bestie, compagno di battaglie e migliore amico di Dante al tempo della prima guerra dei demoni contro Dio. Dopo aver tradito il suo compagno inizia a spiare i satanisti per conto della Confraternita di Dio.
  • Dio: è un'entità malvagia formata da puro spirito che proviene dallo spazio.
  • Quattro Grandi Distruttori: sono i primi veri nemici che Ryo/Dante dovrà affrontare dopo il suo risveglio. Anche loro feroci demoni sono però al servizio di Dio. Nel doppiaggio italiano soltanto uno di loro viene menzionato col suo nome: si tratta di Lamia, l'unico demone femminile fra i quattro. Gli altri tre nomi sono: Sakushi (in genere è sempre lui al fianco di Lamia), Shi (dotato di otto braccia e di un colorito blu-rosso) e Kujinba (il più grosso).
  • Confraternita di Dio: è un'accolita di credenti in Dio, pronti a qualunque sacrificio (anche umano) pur di perseguire i piani del proprio Signore.
  • Satanisti: sono i discendenti degli antichi abitanti di Gomorra, città gemella di Sodoma e per questo alleati dei demoni.
  • Demoni: creature mostruose dal DNA in parte umano ed in parte animale, i demoni in realtà altro non sono che gli antichi abitanti della città di Sodoma, distrutta da Dio dopo che essi si rifiutarono di concedergli i loro corpi, mutati in seguito all'assorbimento dell'energia della creatura spaziale.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Anime[modifica | modifica wikitesto]

L'anime, composto da 13 episodi, è interamente raccolta in 4 DVD editi da Dynamic Italia. Prodotto nel 2002, l'anime si discosta dal manga in vari punti, soprattutto per quanto riguarda il rapporto tra Ryo e sua sorella Saori, che qui (a differenza del manga) è un personaggio principale e non secondario. Inoltre l'anime ha un finale, mentre il manga s'interrompe con Dante che raduna l'esercito di demoni, pronto alla battaglia finale contro Dio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di occultisti agisce nell'ombra nella speranza di far rivivere un potentissimo demone noto come Dante. Allo stesso tempo per le strade della città si aggira un serial killer che uccide le proprie vittime con violenza ferina, strappando loro il cuore dal petto. Ma tutto questo sembra non interessare Ryo Utsugi, un giovane universitario, che tormentato da strani incubi notturni non riesce ormai a dormire bene da svariate notti. Solo una moto, regalatagli dai genitori sembra riportarlo alla serenità, una serenità che durerà comunque ben poco. Ryo infatti, inizia a sentire nella sua mente le voci strazianti delle vittime che invocano aiuto, e comincia a vedere delle strane ombre che si celano nella notte, ombre che lo osservano e che seguono anche sua sorella Saori. Poco dopo infatti, Saori viene rapita dal gruppo di satanisti i quali hanno deciso di usarla come vittima sacrificale nella cerimonia per il risveglio di Dante. La cerimonia è però interrotta dall'intervento della Confraternita di Dio, un gruppo di uomini devoti a Dio guidati da Kosuke Utsugi, padre di Ryo e Saori. Grazie al loro intervento Ryo, giunto al luogo della cerimonia guidato da alcune premonizioni, riesce a mettere in salvo la sorella.

Il nuovo obiettivo dei satanisti, guidati dal dottor Bel, diventa ora lo stesso Ryo. Essi infatti resisi conto dei poteri del ragazzo decidono di attirarlo sulla cima di una montagna dove un portale dimensionale lo trasporta fino alle vette dell'Himalaya. In questo luogo, tanto paventato da Ryo nei suoi incubi, egli rinviene il grande demone Dante, rinchiuso da una spessa coltre di ghiaccio. Utilizzando dei poteri telecinetici, Dante convince Ryo a liberarlo dalla sua prigione di ghiaccio ed una volta libero divora il ragazzo. Il Campione dei Demoni, si presenta come un gigantesco mostro, con gambe simili a quelle di un uccello, enormi ali da pipistrello, ed un piccolo volto umano che sporge dalla fronte in mezzo agli occhi iniettati di sangue. I satanisti, con una nuova messa nera, richiamano in Giappone Dante, per dare l'avvio alla guerra contro Dio, ma una volta giunto scoprono che la mente e la volontà del potentissimo demone è stata conquistata da Ryo Utsugi. Accecato dalla rabbia per il suo nuovo Stato, Ryo/Dante si scatena attraverso il Giappone portando morte e distruzione lungo il suo cammino verso casa (Ryo non è ancora del tutto conscio del fatto che non è più un essere umano).

Inizia qui l'ultimo atto della guerra tra i demoni e Dio. Da un lato il dottor Bel e la sua accolita di demoni cercano di convincere Ryo/Dante a schierarsi dalla loro parte; dall'altro invece Dio agisce per vie misteriose: attraverso Kosuke Utzugi prima, e con l'ausilio dei Quattro Grandi Distruttori (terribili demoni anch'essi) poi. Ryo però passerà definitivamente dalla parte dei Demoni solo quando, grazie a Medusa, ritroverà la memoria di Dante: tornando indietro nel tempo con i ricordi infatti, il ragazzo scopre che Dio altri non è che una malvagia entità giunta dallo spazio per usurpare il Mondo agli uomini, mentre i demoni sono i legittimi abitanti del pianeta. È la guerra! Preoccupato dalla potenza di Dante, Dio decide a questo punto di fare di Saori il proprio strumento di morte, trasformandola nel Guerriero Divino. I due fratelli combatteranno quindi senza sapere di essere schiarati l'uno contro l'altra, ma quando Ryo e Saori scoprono entrambi la vera identità del proprio avversario la lotta ha termine e nel giungere le mani in segno di amore i due diventano Adamo ed Eva, dando origine ad un nuovo mondo.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Copertina del primo DVD dell'edizione italiana Dynamic Italia.
Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 Incubo
「悪夢」 - akumu
31 agosto 2002
2 Rito
「儀式」 - gishiki
7 settembre 2002
3 Rinascita
「復活」 - fukkatsu
14 settembre 2002
4 Follia
「狂乱」 - kyōran
21 settembre 2002
5 Fato
「宿命」 - shukumei
28 settembre 2002
6 Presagio
「予兆」 - yochō
5 ottobre 2002
7 Incontro
「邂逅」 - kaikō
12 ottobre 2002
8 Sfiducia
「不信」 - fushin
19 ottobre 2002
9 Dedalo
「魔宮」 - ma miya
26 ottobre 2002
10 Invasione
「神略」 - kami ryaku
2 novembre 2002
11 Saori
「沙織」 - saori
9 novembre 2002
12 Senza uscita
「窮地」 - kyūchi
16 novembre 2002
13 Armageddon
「終焉」 - shūen
23 novembre 2002

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda su "Il mondo dei doppiatori"
  2. ^ Go Nagai, il padre di Goldrake Devilman? È figlio del Lucifero di Dante, articolo de "Il Sole 24 Ore", del 27 aprile 2007

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]