Deutsche Bank

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Deutsche Bank
Logo
Stato Germania Germania
Fondazione 1870
Sede principale Francoforte sul Meno
Settore Bancario
Dipendenti 98.219 (2012)
Sito web www.db.com

La Deutsche Bank è una banca tedesca, con sede a Francoforte sul Meno, in Germania. È uno dei principali gruppi bancari europei, ma ha sedi anche in Asia e negli Stati Uniti. È stata presieduta dal 2002 al 2012 da Josef Ackermann e dal 2012 è co-presieduta da Juergen Fitschen e Anshu Jain.

Deutsche Bank in Italia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1883 Deutsche Bank ha partecipato alla sottoscrizione delle obbligazioni del Comune di Roma, quotandole alla Borsa di Berlino. È stata tra i fondatori dell’Istituto di Credito Fondiario[1] e, nel 1894, della Banca Commerciale Italiana a Milano. In Italia Deutsche Bank ha acquisito nel 1986 la Banca d'America e d'Italia (Bai), ceduta dalla Bank of America.

Il successivo rafforzamento, avvenuto anche con altre acquisizioni come la Banca Popolare di Lecco nel 1994[2], ha portato ad una presenza totale di oltre 300 sportelli[3]. Deutsche Bank, oltre alla rete degli sportelli bancari può contare anche sulla presenza della rete dei promotori finanziari di Finanza e Futuro Banca, sul credito alle famiglie, sulle carte di credito, sul private banking e wealth management e su attività di investimento.

Deutsche Bank Italia è strutturata in due grandi divisioni: Corporate & Investment Banking (CIB) e Private Clients & Asset Management (PCAM).[4][5]

Dall’ottobre 2008 Flavio Valeri è a capo della Banca in Italia e ricopre la carica di presidente e consigliere delegato del consiglio di gestione di Deutsche Bank Spa.

Nel 2009 due dirigenti italiani di Deutsche Bank e la persona giuridica Deutsche Bank AG sono stati rinviati a giudizio in seguito ad un'inchiesta sui derivati al Comune di Milano; l'accusa è di truffa aggravata[6]. L'Italia è il secondo mercato europeo per Deutsche Bank.

Nel 2013 è stata giudicata da Bloomberg la settima banca più green al mondo.[7]

Deutsche Bank e l'arte[modifica | modifica sorgente]

La Deutsche Bank Collection è la collezione di arte contemporanea del gruppo Deutsche Bank SpA. La collezione conta 56 mila opere[8] e ha sei poli espositivi permanenti a Francoforte, Londra, New York, Tokyo, Hong Kong e Milano. Nel quartier generale di Milano Bicocca, la collezione è aperta al pubblico in occasione di eventi, visite guidate e incontri d’arte[9][10].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Francesco Crispi: "Questioni Internazionali. Diario e documenti", Fratelli Treves Editori Milano
  2. ^ Venticinque anni di Banche e Operatori esteri in Italia. Il contributo al sistema economico e finanziario del Paese, http://books.google.it/books?id=Zb6MM0M1OoQC&pg=PA81&lpg=PA81&dq=deutsche+bank+ha+acquisito+la+banca+popolare+di+lecco+nel+1994&source=bl&ots=osRc-7IxQh&sig=DCJiOp0OrQjFAj64Q2ZraqLaLp8&hl=it&sa=X&ei=e2-bUb6lCIaUOMPZgMAE&ved=0CEEQ6AEwAg#v=onepage&q=deutsche%20bank%20ha%20acquisito%20la%20banca%20popolare%20di%20lecco%20nel%201994&f=false
  3. ^ Elenco sportelli Deutsche Bank Italia http://www.trovabanche.it/Deutsche-bank
  4. ^ The Business of Investment Banking. A comprehensive overview 3° edition, K. Thomas Liaw
  5. ^ Investment Banks Guide www.investmentbanksguide.com/deutsche+bank+cib/
  6. ^ Derivati al Comune di Milano, chiesto rinvio a giudizio per 13 persone Il Sole 24 Ore, 12 novembre 2009
  7. ^ The World's Top 20 Green Banks in 2012: 2012 Green Banks Ranking - Bloomberg
  8. ^ Corporate Art Collection (Collezione d’arte aziendale) come Asset | II Art Advisory
  9. ^ http://www.artribune.com/2013/05/arte-in-ufficio-cinquanta-opere-della-ricca-collezione-deutsche-bank-prendono-possesso-dei-nuovi-spazi-milanesi-dellistituto-di-credito-ghirri-e-hofer-tra-corridoi-e-sale-riunioni-non-ci-s/
  10. ^ Open Day Deutsche Bank: per la prima volta la Banca apre al pubblico la nuova sede - Dettaglio news - Flash Art

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aziende