Siemens (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Siemens AG
Logo
Stato Germania Germania
Tipo Aktiengesellschaft
Borse valori
ISIN DE0007236101
Fondazione 1847 a Berlino
Fondata da Werner von Siemens
Sede principale Monaco di Baviera
Persone chiave
Settore conglomerata
Fatturato Green Arrow Up.svg 77,327 miliardi di (2011)
Risultato operativo Green Arrow Up.svg 7,958 miliardi di (2011)
Utile netto Green Arrow Up.svg 6,14 miliardi di (2011)
Dipendenti 360 000 (2011)
Slogan «Global Network of Innovation»
Sito web www.siemens.it

La Siemens AG è una conglomerata tedesca, la maggiore d'Europa per fatturato e dipendenti.[1] Ha propri quartieri generali tra Berlino, Monaco di Baviera ed Erlangen, ed è suddivisa in 4 Settori: Infrastructures and Cities, Industry, Energy, Healthcare. A livello mondiale conta circa 360 000 dipendenti in 190 Paesi, e nel 2011 ha fatturato 77,327 miliardi di euro.[2] Il titolo Siemens è quotato alla Borsa di Francoforte, e dal 12 marzo 2001 anche a New York.

Settori[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 2011 Siemens è organizzata in 4 Settori

  • Infrastructures and Cities
  • Industry
  • Energy
  • Healthcare

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Siemens in Italia[modifica | modifica wikitesto]

La filiale italiana di Siemens nasce a Milano il 1º aprile 1899 come Società Italiana Siemens per Impianti Elettrici Anonima.
Le attività iniziano con la gestione di società elettriche e si evolvono sino al 1918 con la costruzione di centrali elettriche ed elettrificazione di linee ferroviarie.
Negli anni venti comincia la produzione di apparecchi telefonici mentre negli anni trenta si cominciano a commercializzare i primi apparati per trasmissione dati: telescriventi ed impianti per la trasmissione immagini.
Durante gli anni quaranta, con gli eventi bellici della seconda guerra mondiale, la società viene posta sotto amministrazione giudiziaria: la produttività viene a diminuire ma comincia a segnare un rilancio verso la fine del decennio.
Nel decennio 1959 - 1968 inizia la penetrazione nel settore dei calcolatori.

Al 2006 Siemens in Italia contava quasi 10 000 addetti con un fatturato di circa 3,8 miliardi di euro ed attività diversificate dall'automazione industriale e civile, all'energia, trasporti, medicale e sistemi d'illuminazione. La sede Siemens si trovava sempre a Milano nelle vicinanze dell'Università degli studi di Milano-Bicocca.

In Italia Nokia Siemens Networks ha sede a Cinisello Balsamo, mentre le unità di Cassina de' Pecchi e Marcianise sono state cedute il 1º novembre 2007.

Presidente di Siemens in Italia è stato per 19 anni il manager italiano Raffaele Durante, dal 1983 fino alla sua scomparsa nel 2002.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bloomberg.com. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  2. ^ Siemens AG – Annual Report, www.siemens.com, luglio 2010. URL consultato il 5 luglio 2010.
  3. ^ Oggi è l'ultimo giorno di Fujitsu Siemens Computer, Hardware Upgrade, 31 marzo 2009. URL consultato il 31 marzo 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]