BenQ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
BenQ corporation
Logo
Stato Taiwan Taiwan
Fondazione 1984
Sede principale Taipei, Neihu, 18 Jihu road
Persone chiave
  • K.Y. Lee, AD e presidente del consiglio d'amministrazione
  • Conway Lee, presidente e direttore generale
Settore Elettronica
Dipendenti 1.300 (2013)
Sito web www.benq.com
BenQ DC C800

BenQ Corporation (明基電通股份有限公司) (IPA: /ben kju:/) è un’azienda multinazionale specializzata nella ricerca, nello sviluppo e nella produzione di tecnologie digitali dedicate all’utilizzo quotidiano, con particolare riferimento alle aree lifestyle, business, healthcare ed education. I suoi punti di forza sono il design di prodotto, la tecnologia di visualizzazione delle immagini, la tecnologia mobile.

Sedi[modifica | modifica wikitesto]

Con sede principale a Taiwan, BenQ Corporation è presente in tutto il mondo attraverso 5 sedi locali collocate nei mercati chiave: BenQ America Corp., BenQ China, BenQ Europe, BenQ Latin America Corp., BenQ Asia Pacific Corp.

Alle sedi locali fanno capo a loro volta le varie sedi nazionali, attraverso le quali i prodotti BenQ sono distribuiti in più di 100 Paesi. La sede italiana si trova a Milano.

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

BenQ Corporation produce una gamma molto articolata di prodotti: televisori LCD, fotocamere digitali, camcorder digitali, monitor LCD, monitor interattivi di grande formato, videoproiettori, PC portatili, netbook, PC all-in-one, masterizzatori, eBook, telefoni cellulari e dispositivi mobili, supporti per archiviazione e periferiche quali mouse e tastiere, prodotti per l’illuminazione.

Il nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome BenQ è un acronimo che esprime la promessa del marchio: "Bringing Enjoyment and Quality to life" (Portare divertimento e qualità alla vita).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società fu fondata nel 1984, inizialmente conosciuta come Continental Systems Inc., dopo come Acer CM (Comunicazioni e Multimedia) e infine nel dicembre 2001 rinominata BenQ.

Nel 2002 il Business Week classifica BenQ al 13º posto nella lista delle prime 100 aziende IT del mondo e, nel 2005, la indica come l’azienda IT più performante.

Il 1º ottobre 2005, BenQ acquista la divisione di apparecchi mobili della tedesca Siemens AG, diventando il 9º più grande produttore di telefoni cellulari al mondo, con i marchi Siemens, BenQ e BenQ-Siemens. Nel 2006 BenQ vince il suo centesimo premio internazionale per il design, compreso il prestigioso iF Gold Award. Nel settembre 2006, in seguito al suo mancato successo, la divisione BenQ-Siemens entra in amministrazione controllata e viene dichiarata fallita il 1º gennaio 2007 per mancanza di investitori disposti a rilevare l'azienda. Nel settembre 2007 BenQ Corporation annuncia di aver scisso la società per separare la pura produzione dalla gestione del brand. Nel 2009 BenQ vince il suo centesimo premio internazionale per il design. Nell’ottobre 2010 BenQ ottiene dalla British Standards Institution la certificazione carbon footprint PAS 2050 per i monitor LCD, tv LCD e videoproiettori.

Nel 2013, il market share registrato da BenQ a livello globale è del 2,6% nei monitor LCD è di 11,3% nei videoproiettori, per i quali BenQ si colloca al secondo posto nel mondo. Nel secondo quadrimestre 2014, BenQ ha raggiunto in Europa il 20,5% della quota di mercato dei videoproiettori, mantenendo la posizione di leadership nel segmento dei videoproiettori 1080p e WXGA.

BenQ Corporation fa parte di BenQ Group. Con un valore di oltre 22 miliardi di dollari, il Gruppo BenQ è composto da aziende che operano in modo indipendente ma che allo stesso tempo fanno leva sulla condivisione di risorse e sinergie. Oltre a BenQ Corporation, il Gruppo BenQ comprende le società AU Optronics Corporation (il maggiore produttore al mondo di pannelli TFT-LCD di grandi dimensioni), Qisda Corporation, Darfon Electronics Corporation, BenQ ESCO Corp., BenQ Materials Corp., BenQ Guru Corp., BenQ Medical Center, BenQ Medical Technology Corp., BenQ AB DentCare Corp., BriView Co., Ltd., Daxin Materials Corp., Dazzo Technology Corp.,Forhouse Corp., Lextar Electronics Corp., LILY Medical Corp. e Raydium Semiconductor Corp.

Classifica di vendite[modifica | modifica wikitesto]

Produttori di cellulari (in ordine di vendite)[1]:

  1. Nokia
  2. Motorola
  3. Samsung
  4. LG
  5. Sony Ericsson
  6. BenQ

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati riferiti al secondo trimestre 2011. Fonte: businessweek.com