San Miguel de Tucumán

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Miguel de Tucumán
città
San Miguel de Tucumán – Veduta
Localizzazione
Stato Argentina Argentina
Provincia Bandera de la Provincia de Tucumán.svg Tucumán
Dipartimento Capital
Amministrazione
Sindaco Domingo Luis Amaya
Territorio
Coordinate 26°50′S 65°12′W / 26.833333°S 65.2°W-26.833333; -65.2 (San Miguel de Tucumán)Coordinate: 26°50′S 65°12′W / 26.833333°S 65.2°W-26.833333; -65.2 (San Miguel de Tucumán)
Altitudine 431 m s.l.m.
Superficie 91 km²
Abitanti 527 607 (2001)
Densità 5 797,88 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale T4000, T4001, T4002 e T4003
Prefisso 0381
Fuso orario UTC-3
Nome abitanti tucumano/a
Cartografia
Mappa di localizzazione: Argentina
San Miguel de Tucumán
San Miguel de Tucumán – Mappa
Sito istituzionale

San Miguel de Tucumán (527.607 ab.) è una città dell'Argentina, capoluogo della provincia omonima. Essa sorge sulle rive del fiume Salí nel centro-nord della provincia. L'intera area metropolitana, denominata Gran San Miguel de Tucumán o semplicemente Gran Tucumán, si estende su cinque dipartamenti (Capital, Yerba Buena, Tafí Viejo, Cruz Alta e Lules) e conta circa 800.000 abitanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu fondata nel 1565 dallo spagnolo Diego de Villarroel, proveniente dal Perù, e fu trasferita nel sito attuale nel 1685. Si trova ad un'altitudine di 450 metri sul livello del mare e si estende su un'area di circa 90 km². È situata sul versante orientale dei monti Aconquija, la catena montuosa più orientale prima delle vaste pianure del Chaco e della Pampa. È principale centro economico-commerciale di un'area agricola che produce grandi quantità di canna da zucchero, riso, tabacco e frutta, dando alla provincia il soprannome di El Jardín de la Republica ("Il Giardino della Repubblica").

Il 9 luglio 1816 un congresso riunito a Tucumán dichiarò l'indipendenza dalla Spagna, che non la riconobbe ufficialmente prima del 1862. La sede del congresso, la Casa de Tucumán (nota anche come Casita histórica de Tucumán o Casa de la Independencia) è stata ricostruita e dichiarata monumento nazionale.

Attrazioni turistiche[modifica | modifica wikitesto]

Le principali attrazioni turistiche della città sono: Plaza de la Independencia, il Palazzo del Governo, la Cattedrale, la Basilica di San Francisco, la Casa de la Independencia, la Chiesa La Merced, il Museo dell'Arte Sacra, il museo Timoteo Navarro, la Casa del Presidente Avellaneda e il Parco 9 de Julio.

Vita culturale ed educazione[modifica | modifica wikitesto]

La Cattedrale al tramonto
Tucumán: Porta in stile coloniale
Tucumán: Chiesa La Marced

Da decenni, San Miguel de Tucumán è uno dei siti culturali più notevoli del paese. Due grandi teatri (San Martín e Alberdi), e numerosi altri più piccoli e indipendenti, offrono una grande varietà di eventi, fra cui spettacoli teatrali, concerti, opera e balletti, durante tutto l'anno. Il Septiembre Musical è di gran lunga l'evento culturale più importante dell'anno. Questo festival musicale, che generalmente si svolge nella Plaza Independencia, riunisce numerosi artisti locali e nazionali che si esibiscono nei più diversi generi musicali, spaziando dalla musica folk al rock.

La città è sede di due università pubbliche, l'Università Nazionale di Tucumán e l'Università tecnologica Nazionale, e di un ateneo privato, l'Università del Nord San Tommaso d'Aquino.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Tucumán: Parco 9 de Julio

La città è servita da numerose linee di autobus, urbane ed extraurbane, che la collegano alle città confinanti come Yerba Buena, El Manantial, Tafi Viejo, Las Talitas, Banda del Rio Salí e Alderetes.

L'Aeroporto Internazionale Benjamín Matienzo è l'aeroporto cittadino, distante 12 km, in direzione est, e serve più di 300.000 passeggeri ogni anno. Vi sono voli quotidiani per Buenos Aires, Córdoba e Santiago del Estero.

Dalla stazione Bartolomé Mitre, situata in zona centrale, parte un servizio ferroviario a frequenza settimanale che collega la città a Buenos Aires, arrivando alla stazione di Retiro.

San Miguel de Tucumán vanta uno dei più grandi terminal di autobus in Argentina. Il Terminal del Tucumán, aperto nel 1994, che si estende su un'area di 30.000 m², è il punto in cui arrivano e partono centinaia di autobus da e verso le principali destinazioni, in ogni zona del paese.

Persone legate alla città[modifica | modifica wikitesto]

Città gemellate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]