David Bradley (1942)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Bradley nel 2013

David Bradley (York, 17 aprile 1942) è un attore inglese. È conosciuto per aver interpretato Argus Gazza nella popolare serie cinematografica di Harry Potter e Walder Frey nella serie televisiva della HBO Il Trono di Spade.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bradley nacque a York il 17 aprile 1942. Divenne un attore nel 1971, apparendo per la prima volta in televisione quell'anno nella commedia Nearest and Dearest, interpretando un poliziotto. Fu premiato con un Laurence Olivier Theatre Award nel 1991 per il suo ruolo di attore non protagonista in Re Lear al Royal National Theatre.

Bradley interpretò l'immaginario lavoratore membro del parlamento Eddie Wells nella premiata serie della BBC Two Our Friends in the North nel 1996. Altre apparizioni televisive includono il dramma musicale del 2004 Blackpool su BBC One, nel 2006 l'interpretazione del padre di Sweeney Todd insieme a Ray Winstone sul dramma della BBC, la sitcom televisiva Ideal anch'essa della BBC in cui interpreta la parte del feroce boss Stemroach, e una piccola parte nell'episodio del 22 marzo di Taggart.

Nel 2008 appare in un adattamento televisivo dei romanzi di Terry Pratchett prodotto dalla The Mob Film Company per Sky One "Il colore della magia" e "La luce fantastica", con il ruolo di Cohen il Barbaro.

Nel 2011 appare in televisione nella serie Il Trono di Spade, interpretando Lord Walder Frey.

Nel 2013, in onore delle celebrazioni al 50esimo anniversario della serie televisiva della BBC Doctor Who, interpreta William Hartnell nel docudrama An Adventure in Space and Time, impersonando il primo attore protagonista della fortunata serie.

Dal 2014 è tra i personaggi principali della serie The Strain, ideata da Guillermo del Toro e Chuck Hogan.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 101576719 LCCN: no2009173656