Alfa Romeo 33 Bertone Carabo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfa Romeo 33 Bertone Carabo
1968 Alfa Romeo Carabo.jpg
Descrizione generale
Costruttore Italia  Bertone
Tipo principale Coupé
Produzione nel 1968
Esemplari prodotti 1
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.170 mm
Larghezza 1.780 mm
Altezza 990 mm
Altro
Stile Marcello Gandini
per Bertone
Stessa famiglia Alfa Romeo Tipo 33
Pininfarina Alfa Romeo 33.2 concept
Italdesign Iguana
Alfa Romeo 33 Stradale
68 Alfa Romeo Carabo.jpg

L'Alfa Romeo 33 Bertone Carabo, anche conosciuta come Alfa Romeo 33 Carabo o Bertone Carabo, è una concept car realizzata dalla carrozzeria Bertone nel 1968.

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

Vista laterale

La vettura è un coupé basato sul telaio e la meccanica dell'Alfa Romeo 33 Stradale[1], il suo nome deriva da un tipo di coleottero della famiglia dei Carabidi, caratterizzato da colori metallici e brillanti, ed è proprio con i colori (un verde luminescente con particolari arancioni) di questo insetto che la vettura viene esposta al Salone dell'auto di Parigi nell'ottobre del 1968.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La linea, caratterizzata da un profilo a cuneo, accentua maggiormente la ridotta altezza della vettura (solo 99 cm). Le porte si aprono a taglio di forbice; una soluzione che Marcello Gandini, progettista del corpo vettura, adottò in seguito anche per la Lamborghini Countach ma le portiere non sono gli unici punti in comune fra le due vetture. In verità la linea della Carabo, prima opera di Gandini (allora trentenne) ad aver raggiunto un successo internazionale, getta le basi per altre due vetture di enorme successo, sempre disegnate da lui: la Stratos Zero e, appunto la Lamborghini Countach.[1] Il motore, un 8 cilindri disposti a V da 1.995 cm³, in grado di erogare 230cv di potenza a 8.800 giri, sistemato in posizione centrale, è il medesimo della fuoriserie Alfa Romeo 33 Stradale. La concept-car, secondo i dati dichiarati dalla Bertone, è in grado di raggiungere la velocità massima di 250 km/h e può accelerare da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi. Progettato in sole 10 settimane, il prototipo "Carabo" venne realizzata in un unico esemplare, attualmente conservato nel Museo Storico Alfa Romeo di Arese, senza quindi avere un seguito produttivo.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Bertone Carabo: un coleottero da sognoaccesso (Omniauto). URL consultato l'11 novembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]