Variatore di fase Alfa Romeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il VCT (Variable Camshaft Timing) è una tecnologia sviluppata da Alfa Romeo nel 1980 con la Spider (Duetto) nella motorizzazione 1750 destinata al mercato americano, che controlla la fasatura delle valvole d'aspirazione. È stato il primo adoperato in un'autovettura di produzione di serie.

Descrizione ed evoluzione[modifica | modifica sorgente]

Per il controllo della fasatura delle valvole d'aspirazione, le quali variano la loro fasatura di 20° ai anticipo al superamento di un determinato regime, in modo da aumentare l'incrocio delle valvole, si utilizza un sistema meccanico integrato dentro all'ingranaggio di pilotaggio dell'albero a camme.

Dentro all'ingranaggio comandato dalla catena o cinghia di distribuzione, vi è un ingranaggio scorrevole, il quale ha una dentatura elicoidale esternamente, in modo da ingranare la dentatura elicoidale dell'ingranaggio pilotato dalla distribuzione, mentre nella parte interna ha un profilo millerighe, in modo che rimanga ingranato con l'albero a camme e possa scorrere liberamente.
La variazione di fase si ha grazie al profilo elicoidale della dentatura esterna di questo ingranaggio, che permette la rotazione dell'albero a camme, per far sì che la variazione di fase sia ben controllata, si ha una molla che spinge da dietro l'ingranaggio e l'olio che spinge dalla direzione opposta, quando l'olio ha una pressione bassa (bassi regimi) la molla fa sì che l'ingranaggio stia nella sua posizione di riposo, ma quando la pressione dell'olio aumenta, la forza di quest'ultimo, fa comprimere la molla e aumentare l'anticipo d'apertura della valvola.

Dopo soli tre anni, nel 1983, appare il sistema di controllo elettronico, che non si differenzia di poco dal precedente, adoperando un motorino elettrico al posto dell'olio ed avere così una maggiore precisione nel regime di cambiata della fasatura.

sempre con il proseguire del tempo, il sistema divenne elettro-idraulico, dove il motorino elettrico comprime l'olio che spinge l'ingranaggio che permette la variazione della fasatura.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]