Portale:Design

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stub disegno industriale.png
Nuvola apps designer.png


Portale Design
Designtestata.jpg



Il Portale - Il Progetto - Le Categorie - Il Centro stile



Cartella grigia.jpg
Smile icon black.png
Benvenuti

Questo è il portale Design di Wikipedia, in questo ambiente vengono coordinate le attività per le voci pertinenti al mondo del Disegno Industriale e della progettazione, e le relazioni con argomenti ad essi associati. Questo portale è rivolto a tutti gli utenti dell'enciclopedia con lo scopo di rendere loro più facile la consultazione delle voci inerenti al mondo del Design far luce su alcune ambiguità e relazioni che circondano il vasto mondo della progettazione industriale.

Pix.gif
Cartella grigia.jpg
Punto rossodesign.svg
Cos'è il Design?

Il termine Design letteralmente significa Progettazione, ma viene il più delle volte usato per definire il Disegno Industriale, difatti questo portale tratterà più propriamente tematiche ed argomentazioni inerenti al Disegno industriale senza trascurare il significato letterale del termine, poiché per arrivare al Disegno industriale si passa per il progetto e dietro ogni progetto c'è un progettista.

Nel corso degli anni però il termine ha acquisito altri significati, difatti è anche usato per definire il profilo estetico di un prodotto (es: questa sedia presenta un design minimalista caratterizzato da linee pulite ed essenziali accostate a superfici ispirate alle forme geometriche più semplici), spesso quindi sta a definire la corrente artistica (o lo stile) applicata all'oggetto di produzione industriale.
Erroneamente il termine design viene usato anche per definire un prodotto di qualità o di ricercata personalità estetica. In verità questo uso sbagliato della parola design ha portato molta confusione attorno alla definizione del design stesso, in quanto spesso viene definito design non più il mondo del disegno industriale ma solamente una categoria ristretta di artefatti facenti parte di una categoria definita più appropriatamente col termine design ricercato, ovvero quella cerchia di prodotti firmati spesso di qualità molto alta (come CASSINA, B&B, Kartell, Artemide, FLOS), ma anche economica (per esempio IKEA). In questa situazione il termine non sta più a definire nessuno dei due significati primari, in quanto design sta a definire qualsiasi prodotto di disegno industriale, o l'operazione di progettazione. La fonte di questa mescolanza di significati risale quasi alla nascita del disegno industriale stesso, poiché quando è nata la progettazione per la produzione industriale e le prime aziende leader nei vari settori, sono anche nati primi tratti distintivi, le prime personalizzazioni e quindi si è subito creato un parallellismo fra l'anonimo e il firmato, l'economico e il costoso. La "colpa" si può prevalentemente attribuire a casi come il made in Italy con la sua spiccata ricerca della qualità e notevole buon gusto estetico che ha portato in Italia e nel mondo il termine design avvolto da alta qualità estetica e produttiva.

Pix.gif
Cartella grigia.jpg
Punto verde.svg
Nascita del Disegno Industriale

La nascita del disegno industriale non ha una data ben definita, essendo un fluido progresso scandito solo da alcuni determinanti avvenimenti storici, l'unico modo per definire la nascita è associarla a questi avvenimenti. Alcuni sostengono che si può iniziare a parlare di disegno industriale sin dalla prima rivoluzione industriale del XVIII secolo, nata in Inghilterra e poi espansa in tutto il mondo occidentale. Effettivamente con la prima rivoluzione industriale nasce anche la figura del progettista orientato alla produzione industriale, ma non era ancora ben definita l'immagine del disegno industriale inteso come lo intendiamo al giorno d'oggi, ovvero un conglomerato di conoscenze stilistiche, concettuali e progettuali apportate a ideologie e valori (nonché personalità e originalità stilistica) che si vogliono esporre con un prodotto di disegno industriale.

Altri critici sostengono invece che la data da attribuire alla nascita del disegno industriale sia quella della prima esposizione universale, ovvero la Great Exhibition avvenuta a Londra dal 1 maggio al 15 ottobre 1851. Durante questa esposizione, effettivamente, per la prima volta si è toccato uno dei temi più rilevanti del disegno industriale: l'identità dei prodotti che ci circondano. In questa esposizione sono stati raccolti una considerevole moltitudine di oggetti soprattutto di uso comune; poiché a questa esposizione parteciparono paesi da ogni parte del pianeta si ebbe un immediato confronto delle diversità e delle uguaglianze di prodotti quotidiani che negli anni avevano assunto forme e strutture talvolta simili anche fra culture che non si erano mai incrociate. Inoltre all'esposizione parteciparono anche molti artisti e nuove aziende che proponevano i propri prodotti per la prima volta in un evento espositivo di importanza internazionale e a un pubblico proveniente da tutto il mondo.

Pur con solide basi, il disegno industriale ha bisogno di altri avvenimenti molto importanti per arrivare alla sua completa formazione, la progettazione per il disegno industriale ha bisogno di passare per molti movimenti artistico-culturali e scuole di progettazione. Il Bauhaus per esempio fu determinante nella storia del disegno industriale, sia perché per la prima volta vennero separate le arti applicate dalle belle arti sia perché iniziava a formarsi una vera e propria disciplina attorno al mondo del design.

Dopo Inghilterra e Germania il terzo pilastro portante del disegno industriale fu l'Italia. Il bel paese contribuì significativamente al mondo del design, soprattutto nel campo dell'arredamento, dell'automobile, motociclistico e navale e del vestiario creando della progettazione in Italia un vero e proprio marchio di qualità: il made in Italy. Infatti alla progettazione industriale per la prima volta vengono valorizzate a livello internazionale notevoli qualità di realizzazione, cura dei dettagli, fantasia del disegno e delle forme, durevolezza.

Pix.gif
Cartella grigia.jpg
Punto giallo.svg
Campi del Disegno Industriale

I campi del disegno industriale sono molteplici, si possono racchiudere fondamentalmente in tre 3 grossi campi spesso in relazione fra loro:

  • Design del prodotto

si tratta del settore più vasto poiché si occupa di qualsiasi oggetto fisico (ma a volte limitato solo alla fase concettuale, a un prototipo o ad un semplice esercizio di stile) che circonda ogni essere umano e veste ogni spazio architettonico o urbano. In esso vengono racchiuse tutte le discipline inerenti alla progettazione di un oggetto fra cui ricordiamo quelle con più mercato:
- Design dell'arredo (che comprende anche il Lighting design) - Design automobilistico - Design navale e nautico - Design della moda - Packaging design

  • Design degli ambienti e degli spazi

Questo ramo del disegno industriale lavora spesso parallelamente a due rami dell'architettura quello degli interni e quello rivolta all'urbanistica. Il design degli spazi si occupa prevalentemente alla progettazione ed all'allestimento di ambienti interni ed esterni.
- Design degli interni

  • Design della comunicazione

Il Design della comunicazione nasce parallelamente agli altri rami del disegno industriale, per forza di cose poiché la progettazione di un prodotto finito prevede anche la sua presentazione. Si intensifica e arricchisce di molteplici altre conoscenze tecniche con l'avvento sempre più importante dei sistemi di comunicazione tramite immagini "virtuali" (televisione, internet). Il progettista della comunicazione si occupa di molteplici sistemi di presentazione dei vari prodotti di disegno industriale (spesso con lavori di grafica), ma anche di servizi e marketing tramite pubblicità e realizzazione di siti web e sfrutta al meglio le proprie conoscenze per "colpire" il target di vendita e aumentare l'appetibilità del prodotto venduto o del servizio offerto o riuscire a trasmettere un determinato messaggio. Essendo il ramo più influenzato dalle nuove tecnologie virtuali e grafiche il design della comunicazione racchiude molteplici sottocategorie fra cui:
Web design - Interaction Design - Food Design

Pix.gif
Cartella grigia.jpg
Punto blu.svg
Progetti ed Opere rivoluzionarie
FinkCommander in use.png
Pix.gif
Cartella grigia.jpg
Punto blu.svg
Indice tematico

Movimenti[modifica | modifica wikitesto]

Minimalismo inglese  · Condizione Post inglese  · CDM inglese  · Buon design inglese  · Bolidismo inglese  · Memphis inglese  · Arts and Crafts Movement inglese  · Bauhaus inglese

Settori del Design[modifica | modifica wikitesto]

 · Urban Design inglese  · Interaction Design - inglese  · Business Design inglese  · Eco Design inglese  · Fashion Design inglese  · Food Design inglese  · Interior Design inglese  · Product Design inglese  · Furniture Design inglese  · Car Design inglese  · Digital Design  · Communication Design

Designer dell'abitare[modifica | modifica wikitesto]

A[modifica | modifica wikitesto]

 · Michele Achilli  · Franco Albini  · Tito Agnoli  · Ron Arad  · Sergio Asti  · Antonia Astori  · Atelier Alessio Blanco  · Gae Aulenti

B[modifica | modifica wikitesto]

 · Raul Barbieri  · Carlo Bartoli  · Francesco Binfaré  · Claudio Bellini  · Mario Bellini  · Luciano Bertoncini  · Nuccio Bertone  · Cini Boeri  · Rodolfo Bonetto  · Osvaldo Borsani  · Andrea Branzi  · Daniele Brigidini  · Sergio Brioschi  · Tomaso Buzzi ((.))||Beppe G. Vida

C[modifica | modifica wikitesto]

 · Luigi Caccia Dominioni  · Renato Camus  · Guido Canella  · Stefano Casciani  · Clino Trini Castelli  · Achille Castiglioni  · Pier Giacomo Castiglioni  · Fernando e Umberto Campana  · Piero Castiglioni  · Livio Castiglioni  · Pierluigi Cerri  · Aldo Cibic  · Antonio Citterio  · Gino Colombini  · Joe Colombo  · Luigi Colani  · Toni Cordero  · Raffaella Crespi

D[modifica | modifica wikitesto]

 · Riccardo Dalisi  · Carlotta De Bevilacqua  · Carlo De Carli  · Michele De Lucchi  · Jonathan De Pas - DDL  · Paolo De Poli  · Paolo Deganello  · Tom Dixon  · Dante Donegani  · Rodolfo Dordoni  · Guido Drocco  · Donato D'Urbino - DDL

F[modifica | modifica wikitesto]

 · Salvatore Ferragamo  · Anna Castelli Ferrieri  · Marco Ferreri  · Gianfranco Frattini

G[modifica | modifica wikitesto]

 · Roberto Gabetti Aimaro Isola  · Ignazio Gardella  · Eugenio Gerli  · Stefano Giovannoni  · Ernesto Gismondi  · Giuliana Gramigna  · Konstantin Grcic  · Vittorio Gregotti  · Alessandro Guerriero

H[modifica | modifica wikitesto]

 · Isao Hosoe

I[modifica | modifica wikitesto]

 · Giulio Iacchetti  · Massimo Iosa Ghini  · James Irvine

K[modifica | modifica wikitesto]

 · Toshiyuki Kita  · Harri Koskinen

L[modifica | modifica wikitesto]

 · Ugo La Pietra  · Giovanni Lauda  · Ferruccio Laviani  · Roberto Lazzeroni  · Till Leeser  · Giovanni Levanti  · Piero Lissoni  · Paolo Lomazzi - DDL  · Ross Lovegrove  · Roberto Lucci Paolo Orlandini  · Italo Lupi

M[modifica | modifica wikitesto]

 · Vico Magistretti  · Pio Manzù  · Mario Maioli  · Angelo Mangiarotti  · Enzo Mari  · Sergio Mazza  · Alberto Meda  · Luca Meda  · Alessandro Mendini  · Carlo Mollino  · Massimo Morozzi  · Jasper Morrison  · Bruno Munari

N[modifica | modifica wikitesto]

 · Paolo Nava  · Paola Navone  · Marcello Nizzoli  · Marc Newson  · Jean Nouvel  · Fabio Novembre

O[modifica | modifica wikitesto]

 · Giuseppe Ostuni

P[modifica | modifica wikitesto]

 · Luciano Pagani Angelo Perversi  · Giancarlo Palanti  · Gaetano Pesce  · Gabriele Pezzini  · Sergio Pininfarina  · Giancarlo Piretti  · Gio Ponti  · Daniela Puppa

R[modifica | modifica wikitesto]

 · Franco Raggi  · Karim Rashid  · Umberto Riva  · Paolo Rizzatto  · Aldo Rossi  · Francesco Rota  · Italo Rota

S[modifica | modifica wikitesto]

 · Marc Sadler  · Roberto Sambonet  · Denis Santachiara  · Richard Sapper  · Gino Sarfatti  · Afra Scarpa  · Carlo Scarpa  · Tobia Scarpa  · Claudio Silvestrin  · Ettore Sottsass  · Pierluigi Spadolini  · Philippe Starck  · Albe Steiner  · Giotto Stoppino  · Sandro Santantonio

T[modifica | modifica wikitesto]

 · Fabio Taglioni  · Kazuhide Takahama  · Massimo Tamburini  · Matteo Thun  · thesiaprogetti  · Paolo Tilche  · Francesco Trabucco

U[modifica | modifica wikitesto]

 · Paolo Ulian  · Patrizia Urquiola

V[modifica | modifica wikitesto]

 · Gino Valle  · Guido Venturini  · Giuseppe Viganò  · Lella e Massimo Vignelli  · Valerio & Giulio Vinaccia

W[modifica | modifica wikitesto]

 · Marcel Wanders

Z[modifica | modifica wikitesto]

 · Marco Zanuso  · Massimiliano Zoggia  · ZO-loft

Designer della moda[modifica | modifica wikitesto]

 · Daniela Puppa  · Daniela Piscitelli

Designer dell'automobile[modifica | modifica wikitesto]

A[modifica | modifica wikitesto]

 · Carrozzeria Allemano

B[modifica | modifica wikitesto]

 · Chris Bangle  · Baur  · Flaminio Bertoni  · Felice Mario Boano  · Boneschi  · Gustav Brunner

C[modifica | modifica wikitesto]

 · Ian Callum  · Guglielmo Cartia  · Carrozzeria Castagna  · Henri Chapron  · Donato Coco

D[modifica | modifica wikitesto]

 · Alberto Delillo  · Walter De Silva  · Luciano D'Ambrosio

E[modifica | modifica wikitesto]

 · Wolfgang Egger

F[modifica | modifica wikitesto]

 · Figoni et Falaschi  · Leonardo Fioravanti  · Pietro Frua  · Enrico Fumia

G[modifica | modifica wikitesto]

 · Carlo Gaino  · Marcello Gandini  · Carrozzeria Ghia  · Giorgetto Giugiaro  · Roberto Giolito

J[modifica | modifica wikitesto]

 · Michel Jardin

H[modifica | modifica wikitesto]

 · Heuliez  · H.J. Mulliner

K[modifica | modifica wikitesto]

 · Karmann

M[modifica | modifica wikitesto]

 · Pio Manzù  · Carrozzeria Marazzi  · Paolo Martin  · Franco Martinengo  · Giovanni Michelotti  · Moretti (automobili)

P[modifica | modifica wikitesto]

 · Park Ward  · Sergio Pininfarina  · Ferdinand Alexander Porsche

R[modifica | modifica wikitesto]

 · Lorenzo Ramaciotti  · Mike Robinson

S[modifica | modifica wikitesto]

 · Ercole Spada  · Cesare Sala  · Saoutchik  · Carrozzeria Savio  · Sergio Sartorelli  · Franco Sbarro  · Carrozzeria Scaglietti  · Frank Stephenson  · Franco Scaglione

T[modifica | modifica wikitesto]

 · Jack Telnack  · John Tjaarda  · Tom Tjaarda  · Carrozzeria Touring  · William Towns

V[modifica | modifica wikitesto]

 · Lowie Vermeersch  · Vignale (carrozzeria)  · Fabrizio Valentini

W[modifica | modifica wikitesto]

 · Hartmut Warkuss

Z[modifica | modifica wikitesto]

 · Zagato

Designer della comunicazione[modifica | modifica wikitesto]

 · Luca Fiammenghi  · Daniela Puppa  · Daniela Piscitelli  · Andrea Rovatti  · Andrea Valli

Studi di Design[modifica | modifica wikitesto]

 · Bartoli Design  · DDL - De Pas, D'Urbino, Lomazzi  · Design Group Italia  · Disegnobello  · King-Kong  · King-Miranda  · Superstudio  · Vinaccia Integral Design  · thesiaprogetti  · Sottsass Associati  · SPF Design Studio

Collettivi di Designer[modifica | modifica wikitesto]

 · Archizoom  · Memphis

Associazioni[modifica | modifica wikitesto]

 · Associazione Disegno Industriale

Aziende[modifica | modifica wikitesto]

 · Alessi  · Arflex  · Artemide  · Oluce  · B & B Italia  · Bonaldo  · Cassina  · Driade  · Flou  · Olivetti  · Bialetti Industrie S.p.A.  · Gufram  · Poltrona Frau  · Kartell  · FLOS  · Danese  · Serafino Zani  · Woodly  · Nemo Srl

Scuole di Design[modifica | modifica wikitesto]

 · Disegno industriale - Università degli studi di Firenze  · Politecnico di Milano  · Domus Academy  · NABA - Nuova Accademia di Belle Arti Milano  · Istituto Europeo del Design  · ISIA  · PC Academy  · Istituto d'Arte Applicata e Design - Torino (IAAD)  · Accademia di Belle Arti di Brera - Milano  · Accademia di Belle Arti G.B. Cignaroli - Verona  · Politecnico di Torino  · Scuola di Architettura e Design "E. Vittoria" - Ascoli Piceno UNICAM

Musei del Design[modifica | modifica wikitesto]

 · Museo del Design alla Triennale di Milano [1]  · Museum of Modern Art  · Design Museum London [2]

Fiere[modifica | modifica wikitesto]

 · Salone del Mobile

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

 · ...

Premi[modifica | modifica wikitesto]

 · Premio Compasso d'oro  · iF product design award

Materiali[modifica | modifica wikitesto]

 · Moplen  · PVC  · PC  · Legno  · Carta

Tecnologie produttive[modifica | modifica wikitesto]

 · Injection  · Roto moulding

Pix.gif
Cartella grigia.jpg
Punto arancio.svg
Nomi famosi del Design


Pix.gif
Cartella grigia.jpg
Punto azzurro.svg
Eventi e correnti artistico-culturali
legate al Design

Il design è stato formato nel tempo soprattutto dai filoni di pensiero delle scuole di progettazione e alle rivoluzioni in campo industriale ed economico, nonché ai molteplici movimenti artistici:

Pix.gif
Cartella grigia.jpg
Punto viola.svg
Around D.I.

Attorno al mondo del disegno industriale nel corso degl'anni si sono create molteplici strutture, associazioni ed esposizioni:

  • AGI Associazione internazionale grafici
  • AIAP Associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva
  • ADI Associazione per il disegno industriale
  • I.E.A. (International Ergonomics Association) Associazione internazionale dell'ergonomia
  • Premio Compasso d'oro riconoscimento che premia il design del prodotto (assegnato dall'ADI)
  • MOMA il Museum Of Modern Art di New York
  • Salone dell'auto esposizioni inerenti al mondo dell'automobile con lo scopo di promuovere nuovi modelli di auto o concept car.
  • EXPO esposizioni universali ed internazionali che più volte negl'anni hanno toccato il mondo del disegno industriale
Pix.gif
Cartella grigia.jpg
Punto fumo.svg
Gli strumenti della progettazione

Il designer si avvale di svariati strumenti per arrivare al suo progetto:

Il designer quindi per arrivare alla rappresentazione e all'ideazione di un progetto si avvale delle proprie conoscenze di Disegno tecnico attraverso le diverse modalità di rappresentazione che fanno fede ai sistemi di standardizzazione UNI ed ISO e a comitati di normazione del CEN fra cui per esempio il CEI. Per la resa grafica dei propri elaborati invece dispone di numerosi software virtuali di modellazione ed animazione tridimensionale, di fotoritocco e creazione grafica: fra i molti si citano i prodotti Adobe Systems, Autodesk, prodotti della Corel Corporation come Corel Painter e Corel Draw. Inoltre il designer spesso, oltre a rese virtuali del progetto proposto deve anche a provvedere a modellini fisici tridimensionali, il ruolo di modellista all'interno del disegno industriale è molto importante poiché da un'idea (con modelli o prototipi) del prodotto finito prima che questo venga messo in produzione.

Pix.gif
Cartella rossa.jpg
Stellabella.svg
Vetrina

Al momento non ci sono voci in Vetrina

Pix.gif
Cartella blu.jpg
Portal.svg
Portali collegati

Il portale Design è strettamente collegato ad altri portali di Wikipedia, poiché il mondo del disegno industriale da sempre si è incrociato con altre discipline o settori.

Pix.gif