Franco Sbarro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Franco Zefferino Sbarro (Presicce, 27 febbraio 1939) è un designer italiano, specializzato sulle automobili.

Nato a Presicce, un piccolo paese del Salento, Franco Sbarro è l'unico figlio maschio nella sua famiglia - assieme a lui vi sono tre sorelle maggiori. All'età di 18 anni, Sbarro lascia l'Italia e si dirige in Svizzera dove apre la sua attività a Grandson, costruendo automobili di sua creazione, unendo componenti meccaniche di grande serie, come motori BMW o Rover, a carrozzerie da lui disegnate.

Una creazione Sbarro su meccanica Jaguar

Le sue vetture costituiscono un esempio di grande originalità costruttiva ed ottengono un discreto successo, specie negli anni ottanta.

Da ricordare sono la replica della BMW 328, realizzata con grande cura e dotata di motori BMW[1], la coupé su base Audi 100 costruita nel 1974, e la replica della Bugatti Royale, dotata di motore a 16 cilindri che era la fusione di due motori V8 della Rover[2].

Al Salone di Ginevra del 1989, Sbarro presenta la sua ruota orbitale priva di mozzo centrale, applicabile su motociclette e automobili, che sfrutta il principio della motoruota. Nel 1995 ha fondato a Pontarlier, in Francia, la ESPERA (Espace Sbarro Pédagogique d'Etudes et de Réalisations Automobiles), una scuola di design dove prosegue la realizzazione di autovetture sperimentali come la Espera Be-twin.

Tra le creazioni degli ultimi anni la Alfa Romeo Sbarro Diva preparata in collaborazione con l'Alfa Romeo.

Lista delle sue creazioni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La replica della BMW 328
  2. ^ (EN) La replica della Bugatti Royale

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]