Antonio Citterio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Citterio (Meda, 1950) è un architetto e designer italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureato in architettura presso il Politecnico di Milano, dal 1972 collabora, nel settore del disegno industriale, con varie aziende, tra le quali: Ansorg, Arclinea, Axor-Hansgrohe, B&B Italia, Flexform, Flos, Fusital, Hermès, Iittala, Kartell, Maxalto, Sanitec Group, Technogym, Tre Più e Vitra. Maxalto, un marchio di B&B Italia, è ideato e coordinato interamente da Antonio Citterio.

Tiene lezioni e conferenze. Ha vinto premi tra i quali il compasso d'oro nel 1987 e nel 1995. Alcune sue opere fanno parte dell'esposizione permanente del MoMA e del Centro Georges Pompidou di Parigi.

Nel 1999 fonda con Patricia Viel la società “Antonio Citterio and Partners”. Lo studio opera a livello internazionale sviluppando programmi progettuali complessi, ad ogni scala ed in sinergia con un network qualificato di consulenze specialistiche. A settembre 2009 lo studio di architettura ha cambiato la propria denominazione sociale in “Antonio Citterio Patricia Viel and Partners”. Nel 2012 lo studio Antonio Citterio Patricia Viel and Partners risulta primo in Italia per fatturato con 10 milioni e 900 mila euro dichiarati[1][2].

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Alba Cappellieri, Antonio Citterio, Architettura e design, Skira, 2007 (ISBN 9788876246463)
  • Alberto Bassi, Antonio Citterio, industrial design, Electa Architecture, 2005 (ISBN 8837035543)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ portedilo.it - portedilo Resources and Information. This website is for sale!
  2. ^ Top 100 architettura, tengono i ricavi dei big - Citterio in testa, Gregotti in rosso: scarica la classifica

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 96059896 LCCN: no/94/27767