Alfa Romeo G1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfa Romeo G1
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Alfa Romeo
Tipo principale Torpedo
Produzione dal 1921 al 1922
Sostituisce la ALFA 40-60 HP
Sostituita da Alfa Romeo RL
Esemplari prodotti 52
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.494 mm
Larghezza 1.445 mm
Passo 3.400 mm
Massa 1.500 kg
Altro
Assemblaggio Stabilimento del Portello, Milano
Progetto Giuseppe Merosi

L'Alfa Romeo G1 è stata un’autovettura prodotta dall’Alfa Romeo tra il è 1921 ed il 1922. Progettata da Giuseppe Merosi durante una disputa legale con Nicola Romeo concepì il modello come evoluzione lussuosa della prebellica ALFA 24 HP e della 20-30 HP ES Sport.

Per ambire al mercato che, in quegli anni, era dominato dalla Rolls-Royce, dotò la G1 di un telaio più lungo e rigido rispetto ai modelli precedenti.

Escludendo l’auto da competizione Grand Prix fu la prima Alfa Romeo ad essere dotata di un propulsore a 6 cilindri in linea con una cilindrata di 6330 cm³ che produceva una potenza di 70 bhp che imprimeva una coppia di 216 ft•lbf (293 N•m).

La vettura usò anche un motore potenziato per le competizioni che gli permise di vincere una Coppa del Garda.

In quegli anni, a causa di forti e continui rincari della benzina che penalizzarono le vettura di grossa cilindrata, la produzione totale fu limitata a soli 52 esemplari. Di questi, due furono prototipi, e i 50 modelli di serie, non trovando acquirenti in Italia, presero la via dell’Australia. Oggi ne sopravvive solo una in Nuova Zelanda.

Per questo motivo, il modello che doveva sostituire la G1, cioè l’Alfa Romeo G2 non venne mai prodotta.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Borgeson, Griffith (1990). The Alfa Romeo Tradition. Haynes (Foulis) Publishing Group Ltd. Somerset, UK. ISBN 0854298754.
automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili