Alfa Romeo Giulietta (1977)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfa Romeo Giulietta
Alfa Romeo Giulietta Como prefacelift.jpg
Descrizione generale
Costruttore Italia  Alfa Romeo
Tipo principale Berlina
Altre versioni Familiare
Produzione dal 1977 al 1985
Sostituisce la Alfa Romeo Giulia
Sostituita da Alfa Romeo 75
Esemplari prodotti circa 380.000
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.210 mm
Larghezza 1.650 mm
Altezza 1.400 mm
Passo 2.510 mm
Massa 1.020 kg
Altro
Assemblaggio Stabilimento di Arese
Altre eredi Alfa Romeo 90
Stessa famiglia Alfa Romeo Alfetta
Auto simili Audi 80
BMW Serie 3
Citroën BX
Fiat Regata
Ford Orion
Opel Kadett
Rover 213/216
Volkswagen Jetta e Passat
Note dati riferiti alla versione 1.3
1980-1983 Alfa Romeo Giulietta 1.8 sedan 01.jpg
Vista posteriore di una Giulietta seconda serie

L'Alfa Romeo Giulietta (tipo 116) è un'autovettura prodotta dal 1977 al 1985 presso lo stabilimento di Arese, che riprende il nome dalla antesignana Giulietta degli anni cinquanta.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Non aveva un compito facile, infatti la Nuova Giulietta doveva sostituire un'autovettura molto amata, la Giulia, utilizzando una meccanica già esistente (quella della Alfetta), evitando di sovrapporsi commercialmente ad altri modelli in listino. Da queste premesse nacque una berlina a 3 volumi dal disegno fortemente a cuneo, con frontale basso e coda alta e corta (fu definita "a sedere d'anatra"). Pianale, motori e meccanica erano gli stessi della Alfetta. Per evitare che i due modelli si cannibalizzassero a vicenda (avevano anche lo stesso passo di 251cm), la Casa di Arese decise di dare alla Giulietta una connotazione più sportiva, lasciando all'Alfetta il ruolo di berlina elegante. Nel complesso la Giulietta, per livello di finiture e scelta di motori (partivano da 1,3 litri), si collocava un gradino sotto alla Alfetta.

Prima serie (1977-1981)[modifica | modifica wikitesto]

Al momento del suo esordio la Giulietta (novembre 1977) era disponibile in due versioni, che differivano tra loro per la cilindrata del motore (4 cilindri bialbero) e per l'allestimento interno. Alla base si collocava la "1.3", mossa da un motore di 1357cm³ da 95cv, mentre al top della gamma (anche per dotazioni) si collocava la "1.6", con motore di 1570cc da 109cv. All'interno spiccava, moderna e funzionale, la plancia, mentre all'esterno si trovavano i caratteristici paraurti integrali in metallo verniciati di grigio scuro (ad un primo sguardo sembravano in plastica). Nel 1979 la gamma si arricchì della versione "1.8" con motore di 1779cc da 122cv e dotazione superiore alla "1.6". Nel 1980 arrivò la "2.0 Super", dotata di motore 2 litri di 1962 cm³ da 130cv e caratterizzata da un allestimento speciale: verniciatura color visone metallizzato con strip oro, cerchi in lega, interni in velluto marrone con bordature beige.

Seconda serie (1981-1983)[modifica | modifica wikitesto]

La Giulietta seconda serie

Nel 1981 un restyling interessò molti dettagli del corpo vettura e degli interni. Le modifiche riguardavano i paraurti (ora in plastica e con profili satinati), la mascherina anteriore (ridisegnata), gli specchietti, l'eliminazione della fascia satinata posteriore, la plancia parzialmente ridisegnata e i rivestimenti interni. Comparvero anche, a seconda delle versioni, profili o fascioni laterali protettivi. La gamma denominata Nuova Giulietta L comprendeva le versioni "1.3" e "1.6", con allestimento base (mascherina nera, borchie coprimozzo nere, trasparenti degli indicatori di direzione anteriori color arancio, profili laterali più sottili, interni meno accessoriati), la "1.8", con allestimento più curato (mascherina argento, borchie coprimozzo argento, trasparenti degli indicatori di direzione anteriori bianchi, fari fendinebbia, fascioni laterali, interni più accessoriati), e la "2.0 Ti" 1982 (che differiva dalla "1.8" per la verniciatura in grigio metallizzato della carrozzeria, per i paraurti e fascioni di colore grigio, per i cerchi in lega, per il volante in pelle e per la dotazione ancora più ricca). Nessuna novità per i motori. Nel 1983 le versioni con motori di 1600 e 1800cc adottarono un nuovo cambio con rapporti più lunghi. Contemporaneamente esordì la "Giulietta 2.0 Turbodiesel", con motore turbocompresso a gasolio VM 2 litri 1995 cm³ da 82cv. Disponibile negli allestimenti base (come la "1.3") e L (come la "1.8"). Sempre nel 1982 venne introdotta la "1.6 L", con allestimento simile alla "1.8".

Terza serie (1983-1985)[modifica | modifica wikitesto]

Alfa Romeo Giulietta 1.8 Terza serie

Alla fine del 1983 nacque la Giulietta "84". Il restyling interessò i paraurti (ridisegnati), la mascherina anteriore, la coda (dove comparve una nuova fascia in plastica nera che inglobava i retronebbia) e gli interni. Dalla Gamma venne tolta la "1.3", mentre la "2.0" divenne di normale serie. La gamma '84 comprendeva:

  • Giulietta 1.6
  • Giulietta 1.6 L
  • Giulietta 1.8
  • Giulietta 2.0
  • Giulietta 2.0 TD
  • Giulietta 2.0 TD L

Nel 1984 la gamma venne completata dalla versione "2.0 Turbo Autodelta", mossa da un 4 cilindri 2 litri turbocompresso da 1962 cm³ da 170cv e caratterizzata molto sportivamente (verniciatura nera metallizzata, paraurti grigi con spoiler, interni sportivi rossi, cerchi in lega).

La Giulietta uscì di listino nel 1985, rimpiazzata dalla Alfa 75.

Dati tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Alfa Romeo Giulietta 1.6 (1984)
Configurazione
Carrozzeria: Berlina Posizione motore: anteriore Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 4.210 × 1.650 × 1.400 Diametro minimo sterzata:
Interasse: 2.510 mm Carreggiate: anteriore 1.360 - posteriore 1.358 mm Altezza minima da terra:
Posti totali: 5 Bagagliaio: Serbatoio: 50 litri (riserva 8 litri)
Masse a vuoto: 1.020 kg / rimorchiabile: 1.140 kg
Meccanica
Tipo motore: 4 cilindri in linea, basamento e testata in lega leggera. Raffreddamento: ad acqua, a circolazione forzata; termostato. Cilindrata: totale 1.570 cm³ cm³
Distribuzione: 2 alberi a camme in testa comandati da catena Alimentazione: 2 carburatori orizzontali doppio corpo Solex C 40 ADDHE
Prestazioni motore Potenza: 109 CV a 5600 giri/min / Coppia: 14,5 kgm a 4300 giri/min
Accensione: elettronica breakerless, con anticipo centrifugo e a depressione Impianto elettrico: Batteria: 12 V - 50 Ah. Candele: Champion N7YC
Frizione: monodisco a secco, con comando idraulico Cambio: meccanico a 5 rapporti + RM
Telaio
Corpo vettura Scocca metallica autoportante
Sterzo a cremagliera
Sospensioni anteriori: a ruote indipendenti, quadrilateri trasversali, barre di torsione, ammortizzatori idraulici, barra stabilizzatrice / posteriori: a ponte rigido De Dion, 2 parallelogrammi di Watt, molle elicoidali, ammortizzatori idraulici, barra stabilizzatrice
Freni anteriori: a disco / posteriori: a disco
Pneumatici 165 SR-13 (o 85/70 SR-13) / Cerchi: 13"
Prestazioni dichiarate
Velocità: 175 km/h Accelerazione: 0-1000 m: 33
Consumi a 90 km/h, 6,8 litri/100 km; a 120 km/h, 9,1 litri/100 km; ciclo urbano (simulato) 11,9 litri/100 km; media ECE 9,3 litri/100 km
Caratteristiche tecniche - Alfa Romeo Giulietta 1.8 (1984)
Configurazione
Carrozzeria: Berlina Posizione motore: anteriore Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 4.210 × 1.650 × 1.400 Diametro minimo sterzata:
Interasse: 2.510 mm Carreggiate: anteriore 1.360 - posteriore 1.385 mm Altezza minima da terra:
Posti totali: 5 Bagagliaio: Serbatoio: 50 litri (riserva 8 litri)
Masse a vuoto: 1.020 kg / rimorchiabile: 1.140 kg
Meccanica
Tipo motore: 4 cilindri in linea, basamento e testata in lega leggera. Raffreddamento: ad acqua, a circolazione forzata; termostato. Cilindrata: totale 1.779 cm³ cm³
Distribuzione: 2 alberi a camme in testa comandati da catena Alimentazione: 2 carburatori orizzontali doppio corpo Dell'Orto DHLA 40H o Weber 40 DCOE/32
Prestazioni motore Potenza: 122 CV a 5300 giri/min / Coppia: 17 kgm a 4000 giri/min
Accensione: elettronica breakerless, con anticipo centrifugo e a depressione Impianto elettrico: Batteria: 12 V - 50 Ah. Candele: Champion N7YC
Frizione: monodisco a secco, con comando idraulico Cambio: meccanico a 5 rapporti + RM
Telaio
Corpo vettura Scocca metallica autoportante
Sterzo a cremagliera
Sospensioni anteriori: a ruote indipendenti, quadrilateri trasversali, barre di torsione, ammortizzatori idraulici, barra stabilizzatrice / posteriori: a ponte rigido De Dion, 2 parallelogrammi di Watt, molle elicoidali, ammortizzatori idraulici, barra stabilizzatrice
Freni anteriori: a disco / posteriori: a disco
Pneumatici 180/70 SR-13 / Cerchi: 13"
Prestazioni dichiarate
Velocità: 180 km/h Accelerazione: 0-1000 m: 31,6
Consumi a 90 km/h, 6,9 litri/100 km; a 120 km/h, 9 litri/100 km; ciclo urbano (simulato) 12,2 litri/100 km; media ECE 9,4 litri/100 km
Caratteristiche tecniche - Alfa Romeo Giulietta 2.0 (1984)
Configurazione
Carrozzeria: Berlina Posizione motore: anteriore Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 4.210 × 1.650 × 1.400 Diametro minimo sterzata:
Interasse: 2.510 mm Carreggiate: anteriore 1.360 - posteriore 1.358 mm Altezza minima da terra:
Posti totali: 5 Bagagliaio: Serbatoio: 50 litri (riserva 8 litri)
Masse a vuoto: 1.020 kg / rimorchiabile: 1.140 kg
Meccanica
Tipo motore: 4 cilindri in linea, basamento e testata in lega leggera. Raffreddamento: ad acqua, a circolazione forzata; termostato. Cilindrata: totale 1.962 cm³ cm³
Distribuzione: 2 alberi a camme in testa comandati da catena Alimentazione: 2 carburatori orizzontali doppio corpo Dell'Orto DHLA 40G o Solex C40 ADDHE/16
Prestazioni motore Potenza: 130 CV a 5400 giri/min / Coppia: 18,1 kgm a 4000 giri/min
Accensione: elettronica breakerless, con anticipo centrifugo e a depressione Impianto elettrico: Batteria: 12 V - 50 Ah (60 Ah con condizionatore). Candele: Champion N7YC
Frizione: monodisco a secco, con comando idraulico Cambio: meccanico a 5 rapporti + RM
Telaio
Corpo vettura Scocca metallica autoportante
Sterzo a cremagliera
Sospensioni anteriori: a ruote indipendenti, quadrilateri trasversali, barre di torsione, ammortizzatori idraulici, barra stabilizzatrice / posteriori: a ponte rigido De Dion, 2 parallelogrammi di Watt, molle elicoidali, ammortizzatori idraulici, barra stabilizzatrice
Freni anteriori: a disco / posteriori: a disco
Pneumatici 185/65 HR-14 / Cerchi: 14"
Prestazioni dichiarate
Velocità: 187 km/h Accelerazione: 0-1000 m: 30,7
Consumi a 90 km/h, 7,3 litri/100 km; a 120 km/h, 9,7 litri/100 km; ciclo urbano (simulato) 12,9 litri/100 km; media ECE 9,9 litri/100 km

Giulietta Giardinetta[modifica | modifica wikitesto]

Giulietta in forza alla Polizia di Stato

All'inizio degli anni ottanta (forse nel 1981) la Carrozzeria Moretti realizza una versione familiare della Giulietta. Non si conoscono né i dettagli tecnici né il numero di esemplari prodotti.[1]

La Giulietta e le forze dell'ordine[modifica | modifica wikitesto]

Anche la Giulietta fu acquista ed impiegata abbondantemente dalle forze dell'ordine, in particolare dalla Polizia di Stato sia in versione "volante" che come auto civetta. Presso il Museo delle Auto della Polizia di Stato in Roma sono presenti due esemplari; un 1600 prima serie targato Polizia 54164[2], ed un 1800 terza serie targato Polizia 64923[3][4]. Complice la sua robustezza meccanica e di carrozzeria - molti degli esemplari a fine carriera sono stati acquistati e riutilizzati da privati; alcune Giulietta - finite poi in mano a collezionisti privati - sono stati anche riportate nelle condizioni (colori e scritte) originarie.

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Versione Anni di produzione Esemplari
Giulietta 1.3 dal 1977 al 1983 50.890
Giulietta 1.6/1.6 L dal 1977 al 1985 187.064
Giulietta 1.8 dal 1979 al 1985 87.466
Giulietta 2.0 (tutte) dal 1980 al 1985 36.767
Giulietta 2.0 Turbo AutoDelta dal 1984 al 1985 361
Giulietta 2.0 TD/2.0 TD L dal 1982 al 1985 17.141
Totale 379.689
Modello Disponibilità Motore Cilindrata (cm³) Potenza Coppia Massima (Nm) Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
1.3 dal debutto al 1983 Benzina 1357 69 Kw (95 Cv) 120 n.d n.d 166 10.5
1.6 dal debutto al 1985 Benzina 1570 80 Kw (109 Cv) 141 n.d n.d 175 10.8
1.8 dal 1979 al 1985 Benzina 1779 89 Kw (122 Cv) 167 n.d n.d 180 10.6
2.0 dal 1981 al 1985 Benzina 1962 95 Kw (130 Cv) 177 n.d n.d 187 10.0
2.0 Turbodelta dal 1983 al 1984 Benzina 1962 125 Kw (170 Cv) 283 n.d n.d 206 8.4
2.0 Turbodiesel dal 1983 al 1985 Diesel 1995 60 Kw (82 Cv) 166 n.d n.d 155 12.8

[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia delle SW Alfa Romeo
  2. ^ Alfa Romeo Nuova Giulietta - Alfa Romeo Nuova Giulietta - Foto Album Fiamme Blu
  3. ^ http://www.adnkronos.com/IGN/Mediacenter/Fotogallery/?id=3.0.3863635829_014
  4. ^ ALFA ROMEO GIULIETTA 1.8
  5. ^ Dati tecnici Alfa Romeo Giulietta

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili