Sirti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Sirti (disambigua).
Sirti S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Forma societaria Società per azioni
Fondazione 1921 a Milano
Sede principale Milano, via Stamira d'Ancona 9
Persone chiave John Davison, Presidente; Roberto Pisa, Amministratore Delegato
Settore Telecomunicazioni, Trasporti, Energia e servizi IT
Prodotti Servizi e soluzioni per le reti di telecomunicazione
Dipendenti 4000 (2017)
Sito web

Sirti S.p.A. è una azienda specializzata nella progettazione, realizzazione e manutenzione di grandi reti di telecomunicazione. I suoi campi di attività sono le reti di telecomunicazione, il settore trasporti su rotaia, il settore energia, le reti televisive, le reti di telecomunicazioni militari (anche in ambito NATO).

Sirti opera, anche mediante sue controllate o branch, in Italia, Libia, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Scandinavia. La sede della Società si trovava, fino alla fine degli anni '80, in via Pirelli a Milano, dietro all'omonimo grattacielo Pirelli.

È stata a lungo quotata alla Borsa di Milano nel segmento Standard Classe 1 (Milano: SIR.MI, ISIN IT0003768261).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È stata fondata da Vittorio Tedeschi di CEAT e Piero Pirelli di Pirelli il 21 novembre 1921 con il nome di Società Italiana Reti Telefoniche Interurbane con sede a Milano.

Nel 1925 fanno l'ingresso nell'azionariato le società Western Electric, ITT, Siemens, portando Sirti ad essere leader italiano nella installazione di reti per comunicazioni telefoniche[1].

Nel 1965 entra nell'orbita del gruppo IRI-STET e nel 1978 assume l'attuale denominazione.

Nel 1977 completa la messa in posa del COS2, la prima rete urbana in fibra ottica al mondo, di progettazione CSELT e in collaborazione con Pirelli.

Nel 1985 si quota in Borsa. Nel 1997 entra a far parte di Telecom Italia e nel 2000 viene venduta a Wiretel.

Nel 2000 dalla scissione del suo ramo immobiliare nasce l'IMMSI S.p.A..

Il 4 aprile 2008 Veicolo Italiano Investimenti Tecnologici acquisisce il 95% delle azioni Sirti facendo scattare il diritto per Borsa Italiana di revocare la quotazione di Sirti[2].

Il 10 agosto 2016 Pillarstone Italy, piattaforma finanziaria fondata da Kkr Credit, rileva il 100% del capitale da HIIT e Banca Imi[3].

Principali azionisti[modifica | modifica wikitesto]

Sirti è una società con Socio unico PS Reti S.p.A. Il Capitale Sociale ammonta a € 42.040.523 interamente versato.

PS Reti S.p.A (Pillarstone Italy) ha rilevato il 73,16% della società da HIIT, un veicolo di private equity che raggruppava alcuni fondi di private equity, fondi di debito e alcuni soci industriali, e il restante 26,84% da Banca Imi, banca d’investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Dati societari[modifica | modifica wikitesto]

  • Ragione sociale: Sirti S.p.A.
  • Sede Legale: Via Stamira d'Ancona, 9 - 20127 Milano
  • Sede di Roma:Via della Bella Villa, 222 - 00172 Roma
  • Codice fiscale e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 04596040966.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia