Gaggia (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gaggia
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1947 a Robecco sul Naviglio
Fondata daGiovanni Achille Gaggia
Sede principaleGaggio Montano
Settoreelettrodomestici
Sito web

Gaggia è un'azienda italiana produttrice di piccoli elettrodomestici, in particolare quelli per la preparazione del caffè.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Modello « Classica » - 1948.

L'azienda fu fondata nel 1947 a Robecco sul Naviglio come Gaggia S.p.A. da Giovanni Achille Gaggia (1895-1961), un barista milanese, che nel 1938 presentò il brevetto di un primo modello di macchina da caffè. Nel 1948 la ditta realizzò la prima macchina da caffè con il funzionamento a leva.

Inizialmente le macchine da caffè prodotte da Gaggia furono esclusivamente per uso professionale, nel 1977 la produzione venne ampliata alle macchine da caffè per uso domestico. Nel 1989 l'azienda, che realizzò un fatturato di oltre 56 miliardi di lire, cambiò proprietà e venne ceduta all'uomo di affari austro-statunitense Gerhard Andlingler[1].

Nel 1999 avvenne un altro passaggio di proprietà: l'azienda venne ceduta alla Saeco, che ne rilevò il 60% del capitale.

Nel 2007, l'azienda milanese entrò in crisi a causa di un calo delle vendite, con il rischio di chiudere lo stabilimento di Robecco e spostare la produzione in Romania e a Gaggio Montano[2]. Due anni dopo, Gaggia segue le sorti della sua controllante Saeco, che viene rilevata dalla multinazionale olandese Philips.

Nel 2008, Gaggia ha avviato una collaborazione con Illy, per la quale ha realizzato la macchina da caffè modello Iperespresso.[3]

Dal 2016 lo stabilimento di Robecco sul Naviglio è in stato di abbandono, con l'insegna aziendale ricoperta da un telo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende