Re Boo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Re Boo
KingBoo.PNG
Re Boo in Mario Super Sluggers
Lingua orig.Giapponese
AutoreShigeru Miyamoto
1ª app.Luigi's Mansion, 2001
Voce orig.Nacy McConnor
Sessomaschio

Re Boo (King Boo , King Teresa (キングテレサ Kingu Teresa?) in giapponese) è un personaggio immaginario che compare nei videogiochi di Mario. Egli è il re dei Boo ed antagonista principale nel gioco Luigi's Mansion. Inoltre, è un alleato di Bowser, il principale nemico di Mario e re delle Koopa Troopa, poiché lo ha aiutato in alcuni dei suoi malvagi piani. Pur non essendo il Boo più grande del Regno dei Funghi, ha capacità di gran lunga superiori a quelle medie di tutti gli altri fantasmi. Possiede anche abilità magiche, tra cui quella di far apparire gli oggetti dal nulla. La forza magica di Re Boo è direttamente proporzionale al numero di Boo nelle sue vicinanze.

La sua prima apparizione è come nemico di Luigi: in essa si dimostra capace di concepire ed attuare piani malvagi da solo, tra cui l'imprigionamento di Mario.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Luigi's Mansion[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Luigi's Mansion.
La copertina del videogioco in cui compare un Boo

Prima degli eventi di Luigi's Mansion, lo scienziato noto come Professor Strambic riuscì a catturare Boolosso, uno dei Boo più grandi e potenti. Ovviamente, questo fece infuriare il leader dei Boo, che organizzò un piano per salvare il fantasma imprigionato. Il Professor Strambic portò Boolosso nel suo laboratorio, nella Foresta dei Boo. Usando uno speciale congegno, il Ritrattificatore di Spettri, Strambic riuscì a imprigionare il fantasma in un ritratto, e appese la sua nuova opera in una galleria d'arte.

Tempo dopo, Re Boo e i suoi scagnozzi attaccarono il laboratorio. I Boo invertirono il funzionamento del macchinario e liberarono Boolosso dalla sua prigione. Re Boo, vendicativo, decise inoltre di liberare tutti i fantasmi che Strambic aveva imprigionato in anni di viaggi. Dopo aver fatto ciò, il re dei Boo creò una magione dal nulla, e la posizionò vicino al laboratorio di Strambic. I fantasmi liberati, così come Re Boo, decisero di rimanere ad abitare nella magione. Dopo averla infestata, Re Boo decise di organizzare un piano per catturare entrambi gli eroi del Regno dei Funghi, Mario e Luigi.

Sperando di ricatturare Luigi, Re Boo mandò all'idraulico una lettera. In essa era scritto che Luigi aveva vinto un palazzo con un concorso e ne forniva la posizione. Naturalmente, Luigi fu scettico al riguardo, poiché non ricordava di essere entrato in qualche gara, ma ne fu comunque entusiasta. Chiese al fratello Mario di indagare sulla villa, dicendogli che sarebbe arrivato poco dopo. Mario accettò e, accompagnato da Toad, si avventurò nella villa. Appena arrivato, Mario fu immediatamente sopraffatto dalle forze di Re Boo e venne catturato. Re Boo lo imprigionò poi in un ritratto nel seminterrato del palazzo e poi decise di ingannare anche Luigi.

Durante l'attesa per l'arrivo di Luigi, Re Boo ed i suoi seguaci decisero di riposarsi dietro la porta segreta dello sgabuzzino. Quando Luigi arrivò nella stanza e scoprì la porta segreta, i Boo scattarono fuori, infuriati dopo essere stati risvegliati dal loro sonno. Tuttavia, si fermarono quando notarono che dietro a Luigi possedeva lo suo speciale aspirapolvere del Professor Stambic, il Poltergust 3000. I Boo, spaventati, fuggirono in ogni parte del palazzo. Re Boo andò nel seminterrato del palazzo, dove si trovava Mario.

Il cammino verso il seminterrato era bloccato da una chiave speciale in possesso di un certo Vincent Van Gong, un ritrattista di fantasmi, che si era chiuso in una stanza al terzo piano del palazzo. Dopo aver catturato il ritrattista e recuperato la chiave, Luigi scoprì che c'era bisogno di più chiavi per accedere al covo di Re Boo. Tuttavia, Luigi catturò più di quaranta Boo col Poltergust 3000, indebolì così il potere magico di Re Boo, riuscì ad entrare nel covo e sfidò il sovrano.

Dopo un breve scambio di battute tra i due, Re Boo volò nel dipinto di Mario. Appena il re entrò, la figura di Mario si trasformò in quella di Bowser e Luigi fu risucchiato dentro la tela. Luigi si ritrovò dunque in un luogo strano che somigliava al tetto del palazzo e, poco dopo, gli comparve realmente Bowser davanti. In realtà, era solo un'esca comandata da Re Boo, che se ne stava nascosto al suo interno.

Con questo travestimento, il fantasma attaccò l'eroico Luigi, lanciando fiamme, lanciando bombe e cercando di aspirare lo stesso all'interno della bocca. Luigi, usando il Poltergust, respinse una bomba sul robot e lo distrusse, facendo uscire fuori Re Boo. Sempre con l'aspirapolvere, l'eroe iniziò ad indebolire l'avversario, che però riuscì a riaggiustare il macchinario in breve tempo e vi risalì. Luigi usò la stessa strategia più volte fin quando l'esca non iniziò a correre senza comando.

Dopo una lunga e difficile battaglia, Luigi riuscì alla fine a catturare Re Boo e ad imprigionarlo nel Poltergust 3000: subito dopo, il macchinario crollò rovinosamente su sé stesso.

Terminata la battaglia, Luigi recuperò la corona dell'avversario, prese il dipinto di Mario e si recò al laboratorio del Professor Strambic, il quale fece uscire il fratello del protagonista dal dipinto.

Luigi's Mansion 2[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Luigi's Mansion 2.

Dopo gli eventi di Luigi's Mansion si scopre che il Prof. Strambic ha deciso di stabilirsi presso Cupavalle, luogo rinomato per le sue statistiche paranormali. Nel frattempo la Luna Scura si leva luminosa nel cielo, ma Re Boo decide di frammentarla in 6 parti che si disperdono in tutta Cupavalle, la quale viene avvolta in una misteriosa coltre viola che si disperdono nelle maniero tenebroso, torri tetre, fabbrica di orologi,miniera segreta e villa villana che rende i fantasmi da pacifici ad aggressivi. Così il Prof decide di nascondersi nel suo bunker e manda Luigi a disinfestare i tetri ambienti di Cupavalle per recuperare i frammenti di Luna Scura con un nuovo aspirapolvere, il Poltergust 5000, versione di molto migliorata del suo predecessore. Dopo molte peripezie, Luigi si trova faccia a faccia con Re Boo, il quale afferma che tutto il suo potere deriva dalla gemma posta sulla sua corona. Dopo aver sconfitto Re Boo, Luigi ricompone la Luna Scura, facendo tornare gli spiritelli pacifici e sventando di nuovo il folle piano del Leader dei Boo.

Super Mario Sunshine[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante fosse imprigionato nel quadro, Re Boo riuscì in qualche modo a fuggire e a raggiungere Bowser sull'Isola Delfina. In Super Mario Sunshine, Re Boo infestò, insieme al suo esercito di fantasmi, l'Hotel Delfino, situato nelle Sabbie Rosse. Durante il suo viaggio sull'isola, Mario arrivò nell'Hotel Delfino, per trovarlo infestato da una miriade di Boo. Grazie all'aiuto di Yoshi, l'unico in grado di divorare i Boo, Mario riuscì a liberare pian pianino l'Hotel dagli odiosi fantasmi. Ma ad un certo punto, per puro caso, Mario riuscì a scoprire il segreto celato dietro l'Hotel. Infatti il misterioso Re Boo era nascosto sotto il Casinò dell'Hotel. Mario scoprì il punto debole del fantasma, ovvero i Peperoncini, in grado di irritare la sua bocca. Dopo avergli fatto ingoiare diversi frutti, Mario riuscì ad eliminarlo, sventando per l'ennesima volta le malefatte dei Boo. In questo gioco Re Boo è graficamente leggermente diverso: ha una lingua più lunga e una corona diversa.

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici (serie)[modifica | modifica wikitesto]

Re Boo appare come rivale per prima volta nella serie Mario & Sonic in Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali: nella versione per Wii sfiderà il giocatore durante il 1º e il 6º giorno della modalità Festival rispettivamente in Discesa Libera e Slalom Gigante (Discesa Libera in entrambe le sfide nella modalità Festival di gruppo); nella versione per Nintendo DS appare come boss di mezzo a Polaria nella modalità Storia dove sfiderà Luigi (perché l'unico che ha paura dei fantasmi) nello Slalom Gigante. Re Boo riappare in Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012: nella versione per Wii sfiderà il giocatore durante le Sfide Londinesi nell'evento Sprint Sogno; nella versione per Nintendo 3DS appare nella modalità Storia durante il 2º episodio della storia di Sonic dove sfiderà quest'ultimo e Tails in un incontro di Badminton (doppio) insieme ad un Boo. Re Boo riappare nuovamente in Mario & Sonic ai GIochi Olimpici Invernali di Sochi 2014: appare come boss della modalità Scontro fra leggende dell'area 4 dove sfida un personaggio (Mario, Silver, Peach o Blaze) in Short Track 1000 m.

Altri eventi[modifica | modifica wikitesto]

Re Boo fece il suo debutto nel mondo delle corse con Mario Kart: Double Dash!!, dove fece coppia con Pipino Piranha. In seguito, il perfido re dei Boo fece diverse apparizioni nei giochi sportivi di Mario come Mario Superstar Baseball, Mario Power Tennis, Mario Super Sluggers, e in Mario Kart Wii è sbloccabile vincendo la coppa Stella nella classe 50cc. In Mario Kart DS, Re Boo appare come uno dei tanti boss. Ad affrontarlo questa volta è Peach, che deve collezionare cinquanta monete, evitando di farsele rubare dal re dei Boo. Il suo debutto nel mondo di Mario Party è invece in Mario Party 5. Fa anche parte di Super Mario 64 DS come boss per salvare Luigi. Compare anche come boss in Mario Party 10 e Mario Party: Star Rush. Re Boo ritorna inoltre in Mario Kart 8 Deluxe.

Nintendo Portale Nintendo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nintendo