Bayonetta 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bayonetta 2
Sviluppo Platinum Games
Pubblicazione Nintendo
Ideazione Hirono Sato
Hideki Kamiya
Serie Bayonetta
Data di pubblicazione Mondo TBA 2014
Genere Azione
Modalità di gioco Giocatore singolo, multiplayer(non confermato)
Piattaforma Wii U
Preceduto da Bayonetta

Bayonetta 2 è un videogioco sviluppato da Platinum Games in esclusiva per la console Wii U della casa giapponese Nintendo.

Trama[modifica | modifica sorgente]

In uno scontro con gli angeli un demone si rivolta contro Bayonetta uccidendo Jeanne e così inizia un viaggio al cospetto di un monte sotto il quale si trovano le Porte dell'Inferno, per permettere a Bayonetta di salvare Jeanne. Nel corso della storia Bayonetta incontra un misterioso bambino in grado di aprire le porte del monte Fimbulvetr e un saggio di Lumen mascherato che ostacolerà la missione della strega.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Sono confermati alcuni personaggi del capitolo precedente e se ne aggiungono di nuovi:

  • Bayonetta: la protagonista del primo gioco ritorna con un look diverso, dai capelli più corti, una nuova tuta più larga e maestosa e nuovi poteri tra i quali l'Umbra Climax, che permette di utilizzare i demoni delle climax del primo capitolo, durante le combo.
  • Jeanne: la strega di Umbra amica di Bayonetta. Sarà probabilmente giocabile nella nuova modalità Multiplayer.
  • Rodin: Un demone, ex-angelo esperto nel trafficare armi, e titolare del locale noto come Le Porte dell'Inferno. Il suo ruolo nel gioco è sconosciuto.
  • Luka: La sua voce funge da narratore nell'ultimo trailer, dove spiega che non è Jubileus a governare il mondo umano, la cui custodia è in realta affidata all'essere che controlla il caos, noto come Il Guardiano.
  • Enzo: L'umano sfigato amico di Rodin e Bayonetta. Lo si vede nell'ultimo trailer, dove guida un aeroplano verso il monte Fimbulvetr, illustrando l'importanza della montagna.
  • Una saggio di Lumen mascherato dal nome ancora ignoto, che ostacolerà Bayonetta nel tentativo di eliminare le streghe di Umbra.
  • Un bambino con un monile dorato al collo, che può aprire le porte del monte Fimbulvetr. Tuttavia, pur trovandosi nel Purgatorio, non è un Saggio di Lumen.

Nemici[modifica | modifica sorgente]

  • Belief: Potestà della Seconda Sfera

Giganteschi angeli simili per dimensioni ai Beloved. Sono caratterizzati da un grosso busto, con un volto angelico nel punto in cui dovrebbe esserci il seno sinistro, e da uno spesso e lungo tentacolo in corrispondenza del braccio destro, il quale rappresenta il loro unico mezzo di offesa.

Personificazione della virtù cardinale della fortezza, sconfitta da Bayonetta al colosseo di Vigrid nel primo gioco. Si mostra distintamente nel terzo trailer, dove viene rievocato dal saggio di Lumen mascherato.

Personificazione della virtù cardinale della moderazione, sconfitta da Bayonetta nel primo gioco. Viene rievocato dal saggio di Lumen mascherato.

  • Gomorrah

Demone simile ad un drago che, nel primo gioco, aiuta Bayonetta molte volte, almeno prima che padre Balder gli spezzasse il collo. Nella demo all'E3 2013, dopo la sconfitta di un Belief, lo si vede rivoltarsi contro Bayonetta per un motivo ignoto, uccidendo Jeanne.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

L'idea di un sequel di Bayonetta è di poco successiva al gioco stesso tuttavia a causa dei dati di vendita buoni ma non esaltanti del primo titolo la SEGA scelse di non investire nel progetto.

In seguito all'uscita del Wii U la Nintendo iniziò a cercare di accaparrarsi alcune esclusive popolari per cercare di conquistare una fetta di pubblico maggiore, collaborò economicamente con Platinum Games ed ottenne quindi l'esclusività del titolo sulla propria console domestica. Il gioco è stato annunciato ufficialmente nel settembre 2012 e a gennaio 2013 sono comparsi i primi trailer ufficiali e all'E3 2013 sono stati mostrati il terzo trailer e una demo, a febbraio 2014 un quarto trailer e la notizia che in Giappone il gioco sarà estivo, tuttavia non è ancora stata comunicata ufficialmente una data di uscita.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Tutti i personaggi hanno un look diverso dal gioco originale, più raffinato e con colori più intensi, forse a simboleggiare l'evoluzione del gioco dal precedente nella console e forse nelle meccaniche e nei contenuti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]