Bayonetta 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bayonetta 2
Sviluppo Platinum Games
Pubblicazione Nintendo
Ideazione Hirono Sato
Hideki Kamiya
Serie Bayonetta
Data di pubblicazione Giappone 20 settembre 2014

Europa 24 ottobre 2014
Stati Uniti 24 ottobre 2014

Genere Azione
Modalità di gioco Giocatore singolo, multiplayer online
Piattaforma Wii U
Fascia di età CERO: D
ESRB: M
PEGI: 16
USK: 16
Preceduto da Bayonetta

Bayonetta 2 è un videogioco sviluppato da Platinum Games in esclusiva per la console Wii U della casa giapponese Nintendo.

Storia (da completare)[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco inizia in una foresta sperduta, dove padre Balder, gravemente ferito accanto ai resti della testa di Jubileus, mormora qualcosa a uno spirito che pare dimorare in lui, dicendogli che non sarebbe fuggito dal suo destino e che sarebbero morti insieme. Prima di morire riesce a dire ancora qualcosa su Cereza dicendo che alla fine aveva mantenuto la promessa che gli aveva fatto e che lui avrebbe sempre vegliato su di lei. Dopodiché si dissolve e muore.

Intanto, a New York, Bayonetta è intenta a fare spese con Enzo, finché una motociclista, Jeanne, non lo investe per poco. Jeanne comunica a Bayonetta che qualcosa non va, "sia sopra e sia sotto", e infatti poco dopo in cielo inizia una parata aerea militare costituita dai Platinum Stars. Sfortunatamente uno degli aerei sembra perdere il controllo precipitando proprio verso il negozio in cui si trova Enzo, ma Bayonetta riesce a deviare il veicolo semplicemente con un calcio e in seguito ci salta sopra. Scopre così che la causa del disastro sono gli angeli, iniziando a combattere sopra all'aereo. La battaglia continua in varie zone della città, dove Bayonetta evoca il demone-drago Gomorrah per dare il colpo di grazia ad un angelo. Il demone pare ritornare nei meandri dell'Inferno, ma qualcosa va storto e Gomorrah riesce a liberarsi e Jeanne viene colpita a morte, e la sua anima viene trascinata violentemente all'Inferno. Bayonetta affronta così il demone che lei stessa aveva evocato, evocando un altro demone per finirlo.

Rodin comunica a Bayonetta che avrebbe avuto circa un giorno per scendere negli Inferi e salvare l'anima di Jeanne, e così la strega ed Enzo intraprendono un viaggio fino ad una città dell'Ucraina, Noatun, situata alla base del monte Fimbulventr, che si dice sia la congiunzione di Paradiso e Inferno.

Bayonetta entra in città e inizia a incamminarsi verso la montagna. Giunta nella Piazza delle cascate, trova un gruppo di angeli che non sembrano interessati a lei, ma ad un ragazzino incappucciato che sembra trovarsi nel Purgatorio come lei. Bayonetta lo insegue, riuscendo infine a raggiungerlo dopo aver sconfitto l'angelo Valiance.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sono confermati alcuni personaggi del capitolo precedente e se ne aggiungono di nuovi:

  • Bayonetta: la protagonista del primo gioco ritorna con un look diverso, dai capelli più corti, una nuova tuta più larga e maestosa e nuovi poteri tra i quali l'Umbra Climax, che permette di utilizzare i demoni delle climax del primo capitolo, durante le combo.
  • Jeanne: la strega di Umbra amica di Bayonetta. All'inizio del gioco, la sua anima verrà trascinata all'inferno, dove verrà divorata da un demone, Alraune. Bayonetta riuscirà a salvarla, e quindi aiuterà i protagonisti nella battagglia finale contro Loptr. Sarà giocabile nella nuova modalità multiplayer, ma sbloccabile anche nella modalità principale una volta finito il gioco.
  • Rodin: Un demone, ex-angelo esperto nel trafficare armi, e titolare del locale noto come Le Porte dell'Inferno. Il suo ruolo non è dissimile a quello del gioco precedente, e consisterà nel venderci nuove armi e nuovi accessori durante il corso dell'avventura. Tuttavia, aiuterà Bayonetta in un punto del gioco, e sarà affrontabile come boss finale nella sua forma demoniaca in modalità Tag Climax. Dopo averlo sconfitto, sarà giocabile in modalità Multiplayer.
  • Luka Redgrave: Giornalista d'assalto, a differenza del gioco precedente avrà un ruolo meno marginale, dal momento che Rodin gli ha dato degli occhiali magici che gli permettono di vedere nel Purgatorio. Sarà lui a fornire a Bayonetta nuove informazioni sulla Trinità delle Realtà, e che non è Jubileus a governare il mondo umano, la cui custodia è in realtà affidata all'essere che controlla il caos, noto come Il Guardiano.
  • Enzo: L'inetto umano amico di Rodin e Bayonetta. Sarà lui a condurre Bayonetta verso il monte Fimbulventr, illustrando l'importanza della montagna.
  • Balder: Saggio di Lumen padre di Bayonetta. Combatte con una lancia dalla doppia lama, e, similmente alla Chioma Malefica delle streghe di Umbra, è in grado di evocare le membra dorate delle Virtù Cardinali per aiutarlo in battaglia. Durante la caccia alle streghe, viene ingannato da Loptr, che lo conduce al tempo presente e lo manda, in veste di un saggio di Lumen mascherato, a caccia di Loki, che scambia erroneamente per l'assassino di sua moglie Rosa (uccisa in realtà dallo stesso Loptr). Fungerà sia come nemico sia come alleato, aiutando Bayonetta durante la battaglia finale. Alla fine prenderà nel corpo lo spirito di Loptr per impedirgli di reincarnarsi, prima di scomparire di nuovo al suo tempo. Il male di Lotpr corruppe lentamente lo spirito di Balder, portandolo ad ideare il piano per la resurrezione di Jubileus e dando il via agli eventi del primo gioco. Sarà giocabile in modalità Multiplayer, dopo aver completato il 13º Capitolo della modalità Tag Climax.
  • Loki: Un bambino con un monile dorato al collo, che può aprire le porte del monte Fimbulventr. Loki è, insieme a Loptr, una delle due metà del dio del Caos, Aesir. Combatte gli angeli con delle carte incantate, e sostiene di essere detentore di un potere che chiama Rimembranza Del Tempo, col quale può ricreare ciò che è stato distrutto, mentre gli venne affidato anche il potere di controllare gli Occhi del Mondo. Purtroppo non ricorda nulla del suo passato, ma sarà un alleato di Bayonetta e l'aiuterà a varcare le vere Porte dell'Inferno. Sarà un personaggio brevemente giocabile durante il corso del gioco.

Armi[modifica | modifica wikitesto]

  • Pistole: quattro pistole normali usate nel prologo "forgiate da Rodin". Uguali nel nome e nell'aspetto per le 2 streghe.
  • Love Is Blue: Rimpiazzo delle pistole perché rotte. Sono come le Scarborough Fair, solo che di colore blu. Controparte: All 4 One.
  • Kafka: arco che lancia frecce con punta a forma di scarafaggio. Ispirato a Franz Kafka. Controparte: Samsa.
  • Rakshasa: duetto di spade ricurve simili alle Sosun Pattah. Ispirate dai demoni omonimi. Controparte: Rasetsu.
  • Chernobog: falce a 3 lame ispirata dall'omonimo dio slavo. Controparte: Uccisore dell'Inferno.
  • Undine: coppia di lanciafiamme/lanciaghiaccio che sostituiscono le Durga. Ispirate alle ninfe d'acqua. Controparte: Rusalka.
  • Salamandra: coppia di spade-motosega che fanno da fuoco e possono fare anche danno come motoseghe normali. Ispirate dall'omonimo animale. Controparte: Agni.
  • Takemikazuchi: martello pesante ma potente, successore dei Col. Kilgore. Ispirato all'omonimo dio del tuono. Controparte: Yagyu.
  • Alruna: sono una delle poche armi ottenute dopo una cutscene, quando Rodin assorbe l'anima del demone Alraune. Questo paio di fruste possono attorcigliarsi a un nemico e anche scagliarlo a terra. Ispirato dall'omonimo dio norreno. Uguali anche per Jeanne.
  • Rodin:paio di bracciali che si trasformano in armi angeliche o demoniache.Uguali anche per Jeanne.
  • Chain Chomp: basato sull'omonima palla di ferro da detenuto di Mario, può essere equipaggiata solo ai piedi. Uguale anche per Jeanne.
  • Armatura di Umbra: ottenibile solo con l'accessorio Orecchini della Rovina, è un'armatura che spara proiettili, tira pugni ed è l'apoteosi di Rosa.

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

Gerarchia della Laguna[modifica | modifica wikitesto]

In Bayonetta 2 vengono introdotti delle nuove schiere di angeli, totalmente diversi da quelli nel primo gioco. A parte gli Affinity, gli angeli della precedente Gerarchia della Laguna compaiono solo durante il tredicesimo capitolo, quando Bayonetta viene trasportata nella Vigrid del passato, insieme alle Virtù Cardinali.

  • Affinity: Angeli della Terza Sfera

Sono servi del Paradiso che occupano la parte più inferiore della gerarchia angelica, il girone della Terza Sfera degli Angeli. Ve ne sono di molti tipi, ma il più comune brandisce una lancia con la lama a forma di sole. Compaiono solo all'inizio del gioco, durante il prologo, per poi venir sostituiti dagli Acceptance, e durante il tredicesimo capitolo, quando Bayonetta viene trasportata nella Vigrid del passato.

  • Acceptance: Angeli della Terza Sfera

I primi e i più semplici nemici che si devono affrontare. Giocano un ruolo simile agli Affinity del primo gioco, in quanto che occupano la parte più inferiore della gerarchia angelica. Si tratta di centauri alati ricoperti da un'armatura blu, la cui caratteristica principale è l'enorme volto che occupa tutto il loro torso. Per combattere, utilizzano delle lance.

  • Cachet & Compassion: Angeli della Terza Sfera

Sembrano sostituire i Dear & Decorations del primo gioco, in quanto i Cachet conducono im battaglia i Compassion più piccoli. A differenza dei Dear, I Cachet hanno il volto più giovane, e sembrerebbero essere più grandi.

  • Accolade: Arcangeli della Terza Sfera

Angeli molto simili agli Acceptance, ma più grandi e forti. Sono riconoscibili per il fatto che indossando un'armatura rossa, e vestono un ruolo molto simile agli Applaud del primo gioco.

  • Enrapture: Arcangeli della Terza Sfera

Gli Enrapture sono dei piccoli angeli dal corpo tondeggiante, decorato con pizzi e ornamenti d'oro. Hanno quattro braccia, ciascuna delle quali ha dita con lunghi artigli. La loro caratteristica più evidente è la grande arma a forma di sole, con gioielli decorativi rossi e verdi, dalla quale scagliano attacchi magici e potenziano gli angeli che gli accompagnano. Per muoversi, gli Enrapture fluttuano in aria.

  • Fidelity: Arcangeli della Terza Sfera

Angelo simile ad un calamaro, dal corpo tondeggiante ornato di numerose alette d'oro. Dietro di esso, spuntano sei tentacoli. Abile sia nelle battaglie terrestri che in quelle subacquee, attacca con lame energetiche che partono dall'estremità dei suoi tentacoli o con proiettili di energia che l'angelo spara dalla sua bocca.

  • Allegiance: Principati della Terza Sfera

Centauri alati simili agli Acceptance e agli Accolade, ma di gran lunga più pericolosi. Il loro corpo è completamente coperto da una spessa armatura dorata e può essere armato di una lunga spada d'oro, che può ricoprirsi di fiamme ed estendersi in modo simile ad una frusta, o di uno scudo a forma di sole che si può dividere in sezioni più piccole.

  • Belief: Potestà della Seconda Sfera

Giganteschi angeli simili per dimensioni ai Beloved del primo capitolo. Sono caratterizzati da un grosso busto, con un volto angelico nel punto in cui dovrebbe esserci il seno sinistro, e da uno spesso e lungo tentacolo in corrispondenza del braccio destro, il quale rappresenta il loro unico mezzo di offesa.

  • Worship: Potestà della Seconda Sfera

Gigantesca corazzatta angelica, simile ai Kinship del primo gioco, ma dal design decisamente più elaborato. I suoi attacchi consistono in proiettili di energia, attacchi laser e missili angelici. Possiede inoltre due piccoli volti laterali, che possono aprirsi e rivelare una serie di mostruose mascelle che attaccano e mordono Bayonetta. Se ne affronta solamente uno nel XIV capitolo, ma, nonostante la sua dimensione, non è un nemico difficile da sconfiggere, soprattutto a causa del fatto che in quel momento si utilizza l'armatura di Umbra.

  • Urbane: Virtù della Seconda Sfera

Altro angelo di dimensioni colossali, costituito da un corpo sproporzionato dotato di gambe esili e busto piuttosto largo, al centro del quale è presente un piccolo volto. Brandiscono delle enormi mazze dotate di catene ricoperte di fiamme. Può apparire da solo o insieme alla sua controparte Gravitas.

  • Gravitas: Domini della Seconda Sfera

Giganteschi angeli identici per dimensioni e aspetto agli Urbane. L'unica differenza è che brandiscono delle enormi mazze dotate di catene intrise delle elemento ghiaccio. Può apparire da solo o insieme alla sua controparte Urbane.

  • Resplendence: Troni della Prima Sfera

Gigantesco dirigibile angelico ornato con ali metalliche dorate e da numerosi volti. È il più grande angelo tra le forze del Paradiso, e per questo motivo anche il più resistente. Resplendence ha la capacità di sparare un raggio laser esplosivo dalla bocca centrale, oltre che ha trasportare le forze angeliche come una vera e propria nave da guerra. Bayonetta non lo combatte mai direttamente; prima lanciandogli addosso Sapientia, e poi abbattendolo con l'esplosivo dell'armatura di Umbra dopo lo scontro con Iustitia.

  • Valiance: Cherubini della Prima Sfera

Cavaliere celeste dal corpo muscoloso e rosso, ricoperto da un'armatura d'oro e avorio dotata di un paio di spledenti ali dorate. La sua caratteristica principale è la mancanza di testa, incastonata invece nell'elsa di una gigantesca spada dalla lama nera, tenuta in posizione verticale quando deve parlare.

Demoni infernali[modifica | modifica wikitesto]

  • Hideous: Carcatore dell'Odio

Demone base simile agli Affinity del primo gioco. Appare come una versione infernale dei suddetti, con il corpo violaceo e lucido dalle forme spigolose. Come gli Affinity, combattono con numerosi armi; la più comune è una falce, ma possono utilizzare anche una coppia di spade o armi da fuoco.

  • Hatred: Detentore dell'Ostilità

Versione infernale degli Applaud del primo gioco. Sono simili agli Hideous, con la differenza che il corpo è più decorato rispetto alla loro controparte inferiore. Brandiscono un'unica arma, una falce dalla doppia lama. Si dice che un Hatred nasca quando un Hideous, non trovando fonti di cibo, cominci a divorare i suoi simili.

  • Fury: Raccoglitore del Rancore

Piccolo demone costituito da un paio di ali da pipistrello con un occhio rosso al centro, da cui può sparare speciali colpi magici in grado di rallentare i movimenti di Bayonetta.

  • Pain: Macchina dell'Agonia

Demone meccanico costituito da una serie di ingranaggi affilati, che usa per muoversi e attaccare. Nella sua forma "sigillata", prende l'aspetto di una bara.

  • Greed: Cerbero degli Elementi

Demone tricefalo formato da due corpi fusi assieme per la vita; uno con due teste e l'altro con una sola, entrambi dotati di due lunghe zampe anteriori. Come evidenziato dal suo titolo, può usare gli elementi fuoco e ghiaccio per attaccare Bayonetta e Loki durante il loro viaggio nell'Inferno. Si dice che abbia nove stomaci con i quali digerisce le anime, tagliandole via per l'eternità dal ciclo di morte e rinascita.

  • Malicious: Sguardo della Morte

Malicious è un demone dal corpo umanoide, composto dalla vita in giù da una sfera tondeggiante, mentre le sue braccia sono lunghe ali dotate di piume affilate. Svolgono un ruolo simile agli Enrapture, potenziando i demoni che gli accompagnano o tentando di stordire Bayonetta con attacchi magici. Se la strega gli si avvicina troppo, il demone la attaccherà sferzandola con le ali.

  • Resentement: Distruttore dell'Esistenza

Demone simile ad un nāga che Bayonetta incontra nelle profondità dell'Inferno. La sua testa è solo un cappuccio vuoto, mentre il suo braccio destro è sostituito da un'appendice che il demone usa sia come spada che come frusta. Oltre ad attaccare con la sua arma, Resentement tenterà più volte di afferrarla con la coda per strapparle l'anima, o di colpirla con un fascio di energia sparato dalla sua testa capace di trasformarla per qualche istante nella piccola Cereza. Resentement è uno dei pochi nemici in grado di causare morte istantanea: se riesce a colpire Bayonetta con quest'ultimo attacco, il demone inizierà a muoversi velocemente verso di lei, e se riesce ad avvicinarsi la ingoierà per intero, provocando un Game Over istantaneo.

  • Sloth: Seguace degli Estremi

Demone umanoide che Bayonetta incontra nelle profondità dell'Inferno. È dotato di ben sei braccia, due delle quali al posto delle gambe. Avendo sei braccia, Sloth è capace di maneggiare altrettante spade (gola, profanità, dubbio, idiozia, rabbia e arroganza), il che, sommato all'elevata velocità con cui esegue gli attacchi, lo rende uno dei nemici più impegnativi del gioco.

  • Phantasmaraneae: Tessitore del Fuoco

Demone aracnide evocato da Bayonetta nel primo gioco per sconfiggere Sapientia. Bayonetta dovrà affrontare il suo ex-alleato nelle profondità dell'Inferno, e il demone la combatte utilizzando esplosioni di fuoco e potenti attacchi fisici.

Boss[modifica | modifica wikitesto]

  • Gomorrah: Divoratore degli Angeli

Demone simile ad un drago che, nel primo gioco, aiuta Bayonetta molte volte, almeno prima che padre Balder gli spezzasse il collo. Nella demo all'E3 2013, dopo la sconfitta di un Belief, lo si vede rivoltarsi contro Bayonetta per un motivo ignoto, uccidendo Jeanne.

  • Glamor: Serafino della Prima Sfera

Glamor è un angelo di alto grado che appare come boss in varie parti del gioco. Appare come una sorta di drago-serpente ricoperto di gioelli e di decorazioni dorate. Ha due teste: una di drago, con la quale può sparare punte di ghiaccio ed emettere ruggiti bestiali, e una grande testa umana capovolta proprio sotto di essa, con il quale il drago è capace di parlare e comunicare. Di fianco a quest'ultima, sono presenti due grandi dorate, che l'angelo utilizza per volare. La caratteristica principale di Glamor è di avere un corpo estremamente lungo, dotato di molteplici zampe artigliate che lo rendono più simile ad un centopiedi.

  • Valor: Cherubino della Prima Sfera

Valor è un angelo di alto grado, appartenente alla categoria dei Cherubini, una delle più alte nella gerarchia angelica. Appare come un gigantesco cavaliere rivestito di una pesante armatura dorata, armato di uno spadone dorato enorme e sproporzionatamente lungo, e di uno scudo a forme di sole, nel quale è incastonato il suo volto. Attacca ferocemente con la sua spada e con i bordi affilati del suo scudo per formare delle combo.

  • Insidious: Pozzo di anime

Demone che appare come una mostruosa manta gigante, con il motivo di un teschio sul ventre e un grande occhio su ciascuna delle sue ali. Abile sia nelle battaglie aeree che in quelle subacquee, gli occhi sulle sue ali possono scagliare potenti attacchi laser, proteggendosi dalle offensive con dei tentacoli simili a delle lunghe ciglia, nonché estroflettersi e aprirsi come delle bocche dentate. La sua bocca centrale può sparare missili e risucchiare qualunque cosa, immagazzinandola all'interno del suo corpo.

  • Alraune: Seduttrice del delirio

Demone dalle sembianze femminili che in qualche modo è riuscito a mettere le mani sull'anima di Jeanne. Può attaccare con le sue unghie affilate, evocando dal terreno piante che bloccano i movimenti di Bayonetta, o tentando di estrarre la sua anima per prosciugarle la vita. Utilizzando il potere dell'anima di Jeanne, può sfoderare una seconda forma, la "Seduttrice della follia", trasformando la parte inferiore del suo corpo in una creatura simile ad uno scorpione. Dopo averla sconfitta ed aver salvato Jeanne, Rodin la trasforma in una delle sue armi, Alruna.

  • Loptr: il Profeta

Antagonista principale del gioco, Lotpr è, insieme a Loki, una delle due metà del dio del Caos, Aesir. A Lotpr venne dato il potere profetico, combinato al potere della Rimembranza del Tempo per tenere traccia dei progressi del mondo. Tuttavia, essendo Loptr la parte negativa di Aesir, cominciò a desiderare di ridiventare Aesir ancora una volta. Durante la caccia alle streghe, fu Loptr ad uccidere la madre di Bayonetta, Rosa, usando questo evento per manipolare un giovane Balder portandolo dal passato. Quando Bayonetta e Balder raggiungono la cima del monte Fimbulvetr, Loptr assorbe prima il potere di Loki, per poi prendere l'Occhio Destro di Balder e l'Occhio Sinistro di Bayonetta, trasformandosi e diventando nuovamente Aesir, con l'intento di dominare il mondo umano. Dopo una lunga lotta, Loki lo priva dei suoi poteri (dal momento che il vero potere di Aesir sta nel "nulla"), e Balder e Bayonetta evocano Jubileus e la Regina di Saba per scagliare il suo corpo verso la bocca di Gomorrah, evocato da Jeanne. La sua anima viene assorbita da Balder per impedirgli di reincarnarsi, prima di scomparire di nuovo al suo tempo. Il male di Lotpr corruppe lentamente lo spirito di Balder, portandolo ad ideare il piano per la resurrezione di Jubileus.

Loptr viene combattuto per ben due volte durante il gioco. Nella sua forma infantile, come Loki combatte con delle carte incantate, ed evocando 6 braccia formate da energia blu, usandole per colpire ed afferrare oggetti per utilizzarli in combattimento. La portata di queste mani si estende fin nello spazio, come mostrato quando Loptr afferra un asteroide per lanciarlo contro Bayonetta.
Nella sua forma adulta, Loptr può usare le stesse braccia evocate in un modo simile alla Chioma Malefica delle streghe di Umbra, creando anche uno scudo per bloccare gli attacchi e fasci di energia estremamente distruttivi.

  • Aesir: il Guardiano

Boss finale di Bayonetta 2. Se Jubileus domina sulla luce e sul Paradiso, e se la Regina di Saba domina sulle tenebre e sull'Inferno, Aesir è colui che domina sul Caos, nonché il vero creatore e sovrano del mondo umano. Aesir fu colui che creò gli Occhi del Mondo per mantenere l'equilibrio del mondo umano, dividendo poi il suo essere in due entità: una metà positiva, Loki, a cui fu affidato il potere di controllare gli Occhi del Mondo, e una negativa, Lotpr, al quale venne affidato il potere profetico per tenere traccia dei progressi del mondo umano. Lotpr riesce ad ottenere il potere di Aesir assorbendo sia il potere di Loki che gli Occhi del Mondo da Balder e Bayonetta, scontrandosi con loro fino a quando Loki non lo priva del potere divino appena ottenuto. I poteri di Aesir sono molteplici: può modificare la sua dimensione a piacimento, creare gigantesche braccia di energia per attaccare, esplosioni di energia magica ed evocare diverse tecnologie umane da attraverso lo spazio-tempo. Tuttavia, Loki rivela che il vero potere di Aesir sta nel "nulla", ovvero il potere di portare ogni cosa al nulla.

Nuovi Poteri[modifica | modifica wikitesto]

L'aver abbracciato pienamente il suo ruolo di Occhio Sinistro, ha conferito a Bayonetta nuovi poteri, assenti nel primo gioco:

  • Planata: Può liberare le ali di Madama Butterfly nei doppi salti e mantenerle aperte per planare.
  • Volo: La possibilità di combattere a mezz'aria aprendo le ali del demone Malphas.
  • Apoteosi Umbra: Come nei livelli boss del primo gioco, quando Bayonetta carica una barra della sua magia, può consumarla avendo per un periodo limitato modo di generare una Chioma Malefica ad ogni attacco e di concludere le combo con l'attacco di veri demoni che dipendono dalle armi e dalle combo concluse.
  • Evocazione libera: Nel primo capitolo quando Bayonetta evoca un demone, esso è costituito dai suoi capelli e deve rimanere concentrata fin quando esso è in campo per eliminare i mostri angelici. In questo nuovo capitolo può anche chiamare demoni e muoversi combattendo in sintonia con loro.
  • Forma di Serpente: Una trasformazione animale eseguibile sott'acqua che le permette di nuotare con agilità.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

L'idea di un sequel di Bayonetta è di poco successiva al gioco stesso tuttavia a causa dei dati di vendita buoni ma non esaltanti del primo titolo la SEGA scelse di non investire nel progetto. Il titolo è stato diretto da Yusuke Hashimoto, con la collaborazione di Hideki Kamiya (ideatore del primo Bayonetta), la colonna sonora è stata composta da Masami Ueda (già compositore della colonna sonora del primo titolo).[1] Gli ambienti del gioco sono stati diretti da Hiroki Onishi.[1]

In seguito all'uscita del Wii U la Nintendo iniziò a cercare di accaparrarsi alcune esclusive popolari per cercare di conquistare una fetta di pubblico maggiore, collaborò economicamente con Platinum Games ed ottenne quindi l'esclusività del titolo sulla propria console domestica. Il gioco è stato annunciato ufficialmente nel settembre 2012, a gennaio 2013 sono comparsi i primi trailer ufficiali, all'E3 2013 sono stati mostrati il terzo trailer e una demo ed a febbraio 2014 è stato mostrato un quarto trailer. In Giappone il gioco è uscito il 20 settembre. Durante il Digital Event del 10 giugno è stato comunicato che Bayonetta 2 verrà venduto insieme al primo episodio, con uscita prevista per il 24 ottobre 2014.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Tutti i personaggi hanno un look diverso dal gioco originale, più raffinato e con colori più intensi, forse a simboleggiare l'evoluzione del gioco dal precedente nella console e forse nelle meccaniche e nei contenuti.
  • Nel gioco saranno utilizzabili, spendendo un buon numero di Halo, alcuni costumi extra tra i quali si possono trovare anche quelli targati Nintendo e che offriranno alla protagonista alcune abilità speciali.
  • Molte musiche nel gioco, prevalentemente dei boss, sono cantate in coro latino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mauro Piccillo, Bayonetta 2 - Recensione, EIR Games, 10 ottobre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]