Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars
Super Mario RPG SNES Cover.jpg
Confezione originale del videogioco
Sviluppo Square
Pubblicazione Nintendo
Ideazione Shigeru Miyamoto produttore
Yoshihiko Maekawa direttore
Chihiro Fujioka direttore
Yoko Shimomura musiche
Hironobu Sakaguchi supervisore
Serie Mario
Data di pubblicazione SNES
Giappone 9 marzo, 1996
Nord America 13 maggio, 1996
Virtual Console (Wii)
Giappone 24 giugno 2008 ,
Nord America 1º settembre 2008
Europa 22 agosto, 2008
Genere Action RPG, Piattaforme
Tema Fantasy
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Super Nintendo Entertainment System
Distribuzione digitale Virtual Console
Supporto 32 megabit Cartuccia
Fascia di età SNES
ESRB: K-A (Dai bambini agli adulti)
Virtual Console (Wii)
ESRB: E (Per tutti)
Periferiche di input Gamepad

Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars (rilasciato semplicemente come Super Mario RPG スーパーマリオRPG, Sūpā Mario Ārupījī ? in Giappone) è un videogioco con caratteristiche ibride tra quelle di un Action RPG e quelle di un classico platform in 3D. Sviluppato e prodotto da Square (ora Square Enix) e Nintendo[1], è stato pubblicato in Giappone il 9 marzo 1996 e in Nord America il 13 maggio dello stesso anno. Sia Nintendo che Square non ne hanno mai realizzato una versione PAL. Tuttavia il gioco è stato pubblicato in Europa sulla Virtual Console su Wii il 22 agosto 2008 durante il terzo Hanabi Festival al prezzo di 900 wii points.

Super Mario RPG è l'ultimo gioco prodotto per SNES della serie Mario[2] ed è stato anche uno degli ultimi prodotti da Square per la Nintendo fino a Chocobo Land: A Game of Dice del 2002[3]. Lo sviluppo venne affidato integralmente a Square sotto la guida del produttore Shigeru Miyamoto.

Analisi del gioco[modifica | modifica sorgente]

In Super Mario RPG Mario, Bowser, la Principessa Toadstool, Mallow e Geno combattono come alleati nel primo videogioco di ruolo della serie Mario. Questo videogioco contiene tantissimi particolari comuni agli altri RPG prodotti dalla Square come Chrono Trigger e Final Fantasy con una storia di base e un gameplay basati sulla serie Super Mario[4].

I nemici di Mario sono visibili sullo schermo e solo nel caso si venga a contatto con uno di essi si entra nella schermata di battaglia. Questa caratteristica permette al giocatore di evitare le battaglie indesiderate ad esclusione di quelle necessarie per il proseguimento della storia. Evitare gli scontri tuttavia significa acquisire meno punti esperienza, causando meno danni agli avversari e ricevendone di più gravi rendendo il gioco più difficile.

Sistema di battaglia[modifica | modifica sorgente]

Le battaglie di per sé non hanno alcuna caratteristica platform ma consistono in uno scontro a turni, come i classici RPG. Dopo aver selezionato il comando di attacco al giocatore è inoltre richiesta una ulteriore operazione, che può consistere nel premere ancora lo stesso tasto una volta, continuare a premerlo oppure ruotare il pad, per causare il maggior danno possibile. La stessa cosa vale anche per le magie. Questa caratteristica è stata successivamente ripresa in altri giochi della Square come in Final Fantasy VIII. Anche gli oggetti hanno una notevole importanza in battaglia soprattutto nelle fasi iniziali. Comunque la maggior parte del gioco si svolge al di fuori della schermata di battaglia dove Mario si muove in un platform isometrico dove le sue solite capacità più alcune di nuova introduzione (come gli incantesimi) giocano un ruolo fondamentale per il prosieguo della storia. Il giocatore può controllare 5 personaggi (Mario, Mallow, Geno, Bowser, e la Principessa Toadstool) ognuno di loro con attacchi e mosse speciali uniche.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Il gioco venne ufficialmente svelato dal creatore e produttore di Super Mario Bros, Shigeru Miyamoto, e dal co-direttore Chihiro Fujioka al V-Jump Festival che si tenne in Giappone nel 1995[5]. Miyamoto guidò i talentuosi team di sviluppo di Nintendo e Square che impiegarono più di un anno per produrre, come Nintendo Power scrisse, "il gioco di ruolo con la miglior grafica mai vista fino ad ora". La storia si sviluppa in un ristilizzato Regno dei Funghi basato comunque sulla serie Super Mario Bros. La città delle talpe (Moleville), la foresta tropicale (Forest Maze), il castello del Regno dei Funghi (Mushroom Kingdom), la cascata (Midas River), la pianta di fagioli gigante (Land's End) e il villaggio delle nuvole furono solo alcuni dei luoghi già completati nell'ottobre del 1995 da Square che corrispondevano a circa il 70% del gioco finale, quando Nintendo Power annunciò di aver scoperto Mario a condurre un vagone su alcuni binari come effettivamente avviene nelle mine a Moleville. Square creò tutti gli elementi interni come le colonne e le scale e quelli esterni utilizzando la tecnica dell'Advanced Computer Modeling (ACM). Effetti speciali di luce creano ombre e riflessi che danno agli elementi 3D un aspetto completamente reale[6].

Mario, Mallow e Geno recuperano la terza stella

Guidata da Miyamoto, Square sviluppò il gioco in Giappone combinando le caratteristiche dei suoi tradizionali RPG, Final Fantasy VI e Chrono Trigger, con quelle dei platform della Nintendo. La serie Final Fantasy della Square infatti fece da modello per le sequenze di battaglia mentre la parte dedicata all'azione più pura venne tratta da Super Mario Bros. Durante le sue visite alle varie città, Mario parla con le persone, compra oggetti, e apprende segreti come in un classico RPG ma la grafica 3D garantisce a Mario una miglior animazione rispetto a tutti i personaggi precedenti della Square come ad esempio Chrono[7]. Mario deve schivare raffiche di proiettili (Bullet Bills) nella Nave Affondata (Sunken Ship), ricreare una sinfonia saltando da un girino all'altro a Tadpole Pond, saltare su una vite per farla girare sul filetto e potersi così muovere in avanti nella Fabbrica (Factory). Quest'ultima sfida era comunque già stata introdotta precedentemente in Super Mario Bros. 3 anche se in 2D. Mario ha la possibilità di muoversi in 8 direzioni e saltare in alto o in basso in una prospettiva a 3/4 fornendo al personaggio una piena mobilità a 3D. La nuova visuale è una caratteristica ereditata da giochi come Equinox, ma a questo stadio di completezza, il mix tra elementi di gioco d'avventura e d'azione lo pongono in una categoria prossima a quella di The Legend of Zelda: A Link to the Past[6].

Quando la Nintendo of America (NOA) ricevette a novembre dello stesso anno la versione sviluppata al 60% del gioco, la sorpresa più grande fu la presenza del sistema di combattimento classico degli RPG, caratteristica di cui non era a conoscenza. Mario incappando nei nemici lancia la schermata di battaglia, il rendering di quest'ultima è stato sviluppato come nel resto del videogioco, includendo l'animazione degli attacchi generati dalle armi equipaggiate[7].

Confrontato con i capitoli precedenti della saga di Super Mario Bros., dove i personaggi potevano muoversi unicamente a sinistra, destra sopra o sotto c'è una quattro volte maggior possibilità di movimento che è il cambiamento più radicale nella storia lunga 15 anni del personaggio fino a quel punto. Creata tramite una macchina della SGI, la grafica eccezionale può essere comparata solo con pochi giochi dell'epoca come Donkey Kong Country, Donkey Kong Country 2: Diddy's Kong Quest, Donkey Kong Country 3: Dixie Kong's Double Trouble! e Killer Instinct[6].

In dicembre, lo sviluppo del gioco subì un ritardo a causa della necessità di completarne la traduzione e migliorare diverse caratteristiche del game play. Per esempio, il cancelliere dapprima chiamato "Mushroom Retainer" divenne il "ministro". Il piano di sviluppo continuò anche in febbraio per la versione nordamericana, posticipandone l'uscita ufficiale dall'inverno alla primavera successiva[8][9][10].

Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars è uno degli unici tre giochi per SNES che al di fuori del mercato giapponese utilizzano il Nintendo SA-1 (gli altri due sono: Kirby Super Star and Kirby's Dream Land 3). A confronto con gli standard dei giochi per SNES, questo processore aggiuntivo garantisce una maggiore velocità di clock, RAM più veloce, una maggiore capacità di memoria, di accumulo dati e compressione, nuove modalità DMA e un CIC lockout integrato (per la protezione dalla pirateria e il controllo regionale)[11]. La grafica veramente eccellente ricorda Sonic 3D Blast per Sega Genesis.

Gli effetti sonori impiegano il chip SPC700. Questo chip sonoro integrato non è una caratteristica unica di questo gioco, ha la possibilità di simulare effetti riverbero con poco ritardo (o eco). Il gioco ha al suo interno 210 effetti sonori[12].

Critica[modifica | modifica sorgente]

Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars venne accolto molto bene dalla critica meritandosi ottime recensioni tra cui un 8,75/10 da Electronic Gaming Monthly[13] e nelle classifiche stilate dagli utenti come "best game of all-time" (miglior gioco di tutti i tempi) si trova al 26º posto su GameFAQs[14] ed al 30º su IGN[15], anche in Giappone le vendite non andarono affatto male infatti nel 1996 ne furono vendute 1,46 milioni di copie rendendolo il terzo gioco più venduto di quell'anno[16].

Gli elogi in particolare erano rivolti all'eccellente grafica ed alla qualità visiva dell'opera. Nintendo Power sostenne infatti che la grafica era uno dei punti di forza del gioco tale da farlo avvicinare ad un pubblico più ampio rispetto ai classici RPG. Nel marzo 1997 sempre Nintendo Power[17] lo candidò a diversi premi tra cui quello della "Miglior Grafica", questo premio veniva assegnato tramite una votazione dei lettori ed alla fine vide come vincitore un altro gioco della Nintendo: Super Mario 64[18]. 1UP.com lodò la grafica sostenendo che essa fosse la migliore mai vista su SNES[19]. Electronic Gaming Monthly scrisse che la parte grafica era così forte da assomigliare ad un classico titolo della serie Mario ma senza penalizzare la sua natura di RPG[20] e commentò che la grafica di Super Mario RPG è la classica Nintendo: pulita e colorata con un'ottima animazione[21].

Audio[modifica | modifica sorgente]

Yoko Shimomura (Parasite Eve, Legend of Mana, la serie Kingdom Hearts) ha composto le musiche per questo videogioco. Ha inoltre incorporato degli arrangiamenti delle musiche di Koji Kondo (Super Mario e la serie The Legend of Zelda) e Nobuo Uematsu (serie Final Fantasy). Sono inoltre presenti 3 canzoni della serie Final Fantasy.

La colonna sonora di Super Mario RPG è stata prodotta da JIV su CD con il nome di Super Mario RPG Jeneral Interaction Version, il suo codice è PSCN-5047 / PSCN-5048, contiene 65 canzoni delle 73 presenti nel videogioco[22].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il gioco inizia con Mario che entra nel castello di Bowser per salvare la principessa Toadstool rapita da quest'ultimo. Durante la battaglia però una spada gigante, cadendo dal cielo, colpisce il castello facendo volare Mario, Bowser e la principessa Toadstool in direzioni differenti. Mario riesce comunque a tornare nel regno dei funghi dove il cancelliere lo invita ad andare a cercare la principessa e successivamente ad individuare la ragione per il quale la spada sia caduta nel regno.

Mario, Bowser e la principessa Toadstool affrontano Smithy

Così Mario parte dal regno dei funghi in compagnia del suo nuovo amico Mallow per aiutarlo a recuperare la Moneta Rana che gli era stata rubata. Al suo ritorno trova però il regno in balia di strane creature che appartengono alla gang di Smithy. Dopo averle sconfitte, Mario trova una strana stella e la porta con sé, sperando di capire meglio cosa sia durante il viaggio.

Durante la ricerca della principessa i due incontrano una strana bambola dal nome Geno posseduta dallo spirito di una stella. Questo strano personaggio spiega a Mario che la stella da lui ritrovata fa parte della Star Road luogo dove lui risiede. Geno ha l'arduo compito di recuperarne tutti i frammenti che ora sono nella mani della Smithy Gang per poterla riparare. Mario decide così di aiutare il nuovo amico nella sua missione.

Durante il viaggio la compagnia di Mario incontra Bowser intento a riorganizzare le proprie truppe per poter tornare in possesso del castello dei Koopa occupato da Smithy, dopo alcuni dubbi ma avendo capito di aver un obbiettivo comune con Mario, Bowser decide per la prima volta di collaborare con il suo acerrimo rivale.

Salvata dalle grinfie di Booster, che voleva sposarla, anche la principessa Toadstool si unisce alla ricerca delle stelle.

Quando il gruppo ha recuperato la maggior parte delle stelle viene a conoscenza che l'ultima è custodita proprio nel castello una volta appartenuto a Bowser. Recativisi scoprono che la spada gigante non è nient'altro che un portale di collegamento tra il regno dei funghi e la fabbrica di Smithy. Raggiunto Smithy lo sconfiggono ripristinando la Star Road.

Personaggi selezionabili[modifica | modifica sorgente]

Ci sono in tutto cinque personaggi utilizzabili, di cui solo tre per volta possono combattere. Ognuno è caratterizzato da un seme delle carte da gioco (tranne Geno, poiché il suo simbolo è una stella), che appare quando utilizza la magia.

  • Mario: Il protagonista è un vero personaggio pubblico nei paesi che attraversa nel videogioco, ed è famoso e rispettato, specie nel regno dei Funghi. Come molti protagonisti di RPG del periodo (tra cui Dragon Quest e Chrono Trigger), Mario non parla mai, tranne che per rispondere alle domande rivoltegli. Usa come armi pugni, martelli e gusci di Koopa e le sue tecniche speciali comprendono palle di fuoco e salti in testa. Il suo simbolo è Picche
Mappa di Super Mario RPG
  • Mallow: Un essere dall'aspetto simile a quello di una nuvola, allevato dalla vecchia rana Frogfucius (evidente parodia di Confucio) e per questo convinto di essere un girino. Riconosciuto Mario dopo averlo visto saltare, gli chiede il suo aiuto per recuperare la Moneta Rospo (Frog Coin) rubatagli da Croco. Riconsegnata la moneta al nonno, Frogfucius gli rivela di averlo adottato dopo averlo trovato nel fiume, diversi anni prima. Mallow, compreso di non essere un girino, parte quindi alla ricerca della sua vera famiglia unendosi al gruppo di Mario, che idolatra. Quando, in seguito, arriverà nel Regno delle Nuvole (Nimbus Land), scoprirà di esserne il principe. Usa come arma i suoi pugni allungabili e dei cembali. Il suo simbolo è Fiori.
  • Geno: Lo spirito della distrutta Star Road, disceso sulla Terra incarnandosi nella bambola di legno di un bambino. Si unisce al gruppo di Mario per ritrovare i sette frammenti della Strada e sventare i piani di Smithy. È un potente mago e la sua forma di bambola gli consente di sparare i suoi pugni a molla come arma. Il suo simbolo è la stella.
  • Bowser: Il cattivo iniziale della storia viene facilmente battuto da Mario nei primi minuti di gioco, per poi essere sbalzato fuori dal suo castello dalla gigantesca spada Exor. Furioso per aver perso il suo covo, segue Mario nel suo viaggio con lo scopo di scacciare l'invasore e reclamare la sua casa, anche se considera gli altri compagni come sottoposti a cui ha fatto l'onore di entrare nel suo esercito. Combatte con gli artigli e roteando un Chain Chomper(Categnaccio) e una particolare arma gli permette di scagliare Mario contro i nemici. Il suo simbolo è Quadri.
  • Principessa Toadstool: La principessa del regno dei funghi viene ancora una volta rapita da Bowser, ma scompare quando Exor cade sul castello. Viene poi ritrovata e salvata solo più avanti nel gioco ed è l'ultimo personaggio a entrare nel party. Usa come armi ventagli e guanti con cui schiaffeggia i nemici; è possibile inoltre equipaggiarla con una padella, che nonostante l'apparenza ridicola è una delle migliori armi del gioco. Il suo simbolo è Cuori.

Boss[modifica | modifica sorgente]

—Lista incompleta--

  • Bowser
    • HP: 300
    • Attacchi: Lunge (2 HP)
    • Nemici a supporto: Kinklink (60 HP)
    • Attacchi del nemico di supporto: Nessuno
    • Descrizione: Non un vero e proprio boss ma è comunque lo scontro che dà il via alla serie di eventi narrati in questo videogioco. Bowser ha un attacco debolissimo ma in compenso non può essere sconfitto se non attaccando la catena di Kinklink e facendolo cadere.
  • Hammer Bros (x 2)
    • HP: 50 - 50
    • Attacchi: Smash (3 HP), Hammer Time (6 HP)
    • Descrizione: Gli Hammer Bros sono tornati sulla strada di Mario ma oltre alle classiche martellate non hanno a disposizione molto altro per impensierirlo.
  • Croco
    • HP: 320
    • Attacchi: Lunge, Bag Bomb, Weird Mushroom (Cura 60 HP)
    • Descrizione: Il ladro che si è impossessato della Moneta Rana di Mallow è molto pericoloso quando cerca degli oggetti con cui attaccare nel suo sacco. Se attaccato col fuoco spenderà un proprio turno a spegnersi la coda.
  • Mack
    • HP: 480
    • Attacchi: Jump, Flame, Flame Wall
    • Nemici a supporto: Shyster (x 4 e richiamati in continuazione)
    • Attacchi del nemico di supporto: Jump, Drain
    • Descrizione: Il custode della prima stella, affiancato da 4 Shyster si rivela molto debole agli attacchi di tipo fuoco.
  • Belome
    • HP: 500
    • Attacchi: Lick, S'Crow Funk, Sleep Sauce, Mallow Swallow
    • Descrizione: Un nemico simile ad un cane ma con attacchi davvero fastidiosi. Oltre a far addormentare uno dei personaggi o a trasformarlo in uno spaventapasseri potrà anche ingurgitarne uno a propria scelta estromettendolo per alcuni turni dal gioco.
  • Bowyer
    • HP: 720
    • Attacchi: Arrow, Bolt, Static E, G'Night
    • Nemici a supporto: Simboli dei bottoni del gamepad
    • Attacchi del nemico di supporto: Disable (Bowyer colpendoli con una freccia li disabiliterà.)
    • Descrizione: Il signore delle frecce immobilizzanti, dalla foresta colpisce il villaggio situato li vicino ed anche durante lo scontro ne utilizza a bizzeffe. Il suo attacco più insidioso è quello con cui colpisce i tasti Y, A o X disattivando i relativi comandi.
  • Smithy (Kajidoh nella versione giapponese) e Smelter
    • HP: 2000 - 1500
    • Attacks: Create Shyper, Hammer Strike, Sledge, Mega Drain, Meteor Swarm
    • Nemici a supporto: Shypers (400HP)
    • Attacchi del nemico di supporto: Jump, Sword Rain
    • Descrizione: La prima forma in cui si presenta Smithy, anche se affiancato dalla fornace e dai suoi fidi scagnozzi ha un unico attacco davvero pericoloso il Meteor Swarm.
  • Smithy (Kajidoh nella versione giapponese)
    • HP: 9000
    • Attacchi: Hammer Strike, Head Change, Bullet, Finger Shot, Spear Rain, Arrow Rain, Sword Rain, Shredder, Recover
    • Descrizione: Smithy nella sua forma finale, oltre al proprio aspetto cambia spesso i suoi punti deboli e sfodera un grande numero di attacchi diversi. In più ha un numero di HP davvero enorme.
Culex, boss opzionale di Super Mario RPG
  • Culex
    • HP: 4100
    • Attacchi: Dark Star, Shredder, Meteor Blast
    • Nemici a supporto: Cristalli (x 4)
    • Attacchi del nemico di supporto: Tutte le magie dei 4 elementi
    • Descrizione: Come ogni RPG della Squaresoft che si rispetti è presente anche in Super Mario RPG un boss opzionale e terribile. A Monstro Town dietro la seconda porta (chiusa ma sbloccabile con la Shiny Stone) si nasconde questa creatura fatta di puro terrore, ripresa da Final Fantasy VI. I suoi attacchi sono devastanti ed è supportato da 4 cristalli che utilizzano le magie di tutti gli elementi. Nel caso di vittoria suonerà un jingle molto particolare e si otterrà come premio il Quartz Charm.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Secrets of the Seven Stars, GameSpy, 13-05-2006. URL consultato il 16-07-2008.
  2. ^ The Ultimate History of Video Games: from Pong to Pokémon and beyond— the story behind the craze that touched our lives and changed the world, Three Rivers Press, 02-10-2001. URL consultato il 17-09-2002.
  3. ^ Rusel Demaria, High Score!: The Illustrated History of Electronic Games, McGraw-Hill Osborne, 2002.
  4. ^ (EN) Epic Center in Nintendo Power, Scott Pelland; Kent Miller, Terry Munson, Paul Shinoda, ottobre 1996, pp.60.
  5. ^ The unveiling of Super Mario RPG from the V-Jump Festival in 1995, YouTube.
  6. ^ a b c (EN) "Mario RPG Breaks New Ground in Nintendo Power, Scott Pelland; Kent Miller, Terry Munson, Paul Shinoda, ottobre 1995, pp.26-29.
  7. ^ a b (EN) Epic News, Scott Pelland, pp.51.
  8. ^ (EN) Epic News, Scott Pelland; Kent Miller, Terry Munson, Paul Shinoda, ottobre 1995, pp.51.
  9. ^ (EN) Super Mario RPG Winter '96 in Release Forecast, Scott Pelland, novembre 1995, pp.113.
  10. ^ (EN) Super Mario RPG Spring '96 in Release Forecast, Scott Pelland, dicembre 1995, pp.113.
  11. ^ MY ROMs.com : GBA Roms NDS 1., My Roms.com, 20-03-2007. URL consultato il 06-05-2007.
  12. ^ SMRPG ROM Documents, giangurgolo, 09-04-2006. URL consultato il 26-06-2006.
  13. ^ Game Rankings—Video Game Reviews, Release Dates, Cheat Codes 1., CNET Networks, 30-12-2004. URL consultato il 10-09-2007.
  14. ^ GameFAQs—Fall 2005: 10-Year Anniversary Contest—The 10 Best Games Ever, GameFAQs, 23-03-2006. URL consultato il 20-02-2007.
  15. ^ IGN Readers' Choice 2006 - The Top 100 Games Ever, IGN Entertainment, 05-10-2006. URL consultato il 20-02-2007.
  16. ^ The Magic Box: Platinum Game Chart, Japanese Console Games Sold Over One Million, The Magic Box (The Webmaster), 31-10-2006. URL consultato il 20-02-2007.
  17. ^ (EN) Nintendo Power Award Nominations in Nintendo Power, Dan Owsen & Scott Pelland, marzo 1997, pp.76, 77, 79-82.
  18. ^ (EN) 1996 Nintendo Power Awards Winners in Nintendo Power, Scott Pelland, maggio 1997, pp.88, 89, 92, 93.
  19. ^ Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars Reviews, 1UP.com, 09-05-2004.
  20. ^ Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars Reviews, 1UP.com, 09-05-2004.
  21. ^ Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars Reviews, 1UP.com, 09-05-2004.
  22. ^ Bytes—Music, giangurgolo, 09-04-2006. URL consultato il 26-06-2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]