Marisa Laurito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marisa Laurito
Marisa Laurito - foto di Augusto De Luca.jpg
Marisa Laurito in Marisa la nuit (1987)
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica demenziale
Canzone napoletana
Periodo di attività musicale1972 – in attività (
come Attrice)
Album pubblicati1
Sito ufficiale

Marisa Laurito (Napoli, 19 aprile 1951) è un'attrice, showgirl, cantante e conduttrice televisiva italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Esordi[modifica | modifica wikitesto]

Desiderosa di fare l'attrice sin dalla tenera età, riesce a entrare a far parte della compagnia teatrale di Eduardo De Filippo. Durante quel periodo più di una volta fu colta a spiare di nascosto Eduardo al Teatro San Ferdinando. [1] Ha debuttato con lui nel 1969 in Le bugie con le gambe lunghe, arrivando poi a firmare il primo contratto da maggiorenne, il 19 aprile 1972, giorno in cui compiva ventun'anni; poi entra a far parte del gruppo “I Cabarinieri”, inaugurando il 15 dicembre 1972, il Teatro cabaret Sancarluccio di Napoli, rimanendo fino alla fine della stagione nel maggio 1973. Proprio in questi primi anni prese parte, in ruoli di comparsa, a molte trasposizioni televisive delle opere di De Filippo, trasmesse dalla RAI, nella seconda metà degli anni settanta.

Ha recitato in una ventina di film; debutta al cinema nel 1976, prima in piccole parti, come in Pari e dispari del 1978, con Bud Spencer e Terence Hill, fino a ruoli più incisivi, come in I guappi non si toccano del 1979, con Pino Mauro e Richard Harrison, fino a La pagella del 1980, con Marc Porel, dove interpreta la moglie di Mario Trevi, protagonista del film.

Anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Nel decennio successivo acquisisce molta popolarità lavorando a fianco di Renzo Arbore in Quelli della notte (1985) e con Raffaella Carrà nello show di prima serata Buonasera Raffaella andato in onda tra il 1985 e il 1986; in seguito ha riscosso successo in qualità di conduttrice in trasmissioni come Marisa la nuit del 1987 (sempre sotto la guida di Arbore) e nell'edizione 1988-1989 di Domenica in, diretta da Gianni Boncompagni, dove cantava anche la sigla Ma le donne, riscuotendo molto successo.

Nel 1987 e nel 1990 ha anche presentato due edizioni del varietà del sabato sera di Rai 1 abbinato alla Lotteria Italia, Fantastico: la prima accanto ad Adriano Celentano, Heather Parisi, Massimo Boldi e Maurizio Micheli e la seconda accanto a Pippo Baudo, Jovanotti e Giorgio Faletti.

Il successo televisivo è culminato nel 1989 con la vittoria del Telegatto come personaggio televisivo femminile dell'anno.

In questi anni viene anche imitata dalla comica Cinzia Leone in alcune trasmissioni satiriche di Rai 3 come La TV delle ragazze, Scusate l'interruzione ed Avanzi.

Come cantante ha partecipato al Festival di Sanremo del 1989, con la canzone pop-demenziale Il babà è una cosa seria (S. Palomba - E. Alfieri), classificatasi al dodicesimo posto nella classifica finale. Le sue esibizioni sul palco dell'Ariston sono ricordate anche per i suoi abiti da sera piuttosto voluminosi e appariscenti.

Anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1991 ha condiviso il set con Antonio Banderas nella pellicola Terre nuove, ottenendo poi il premio per la migliore attrice protagonista al Festival del Cinema di Bogotà.

Nei primi mesi del 1992 presenta con successo Serata d'onore su Rai 2 in cui si celebravano le carriere artistiche di celebri personaggi della musica, del cinema e della televisione.

Nell'autunno dello stesso anno passa alla Fininvest dove ha condotto su Canale 5 al fianco di Ezio Greggio il varietà Paperissima, senza raggiungere però lo stesso successo delle edizioni precedenti condotte da Lorella Cuccarini e Marco Columbro. Nei primi mesi del 1993 presentò, sempre su Canale 5, il varietà Donne dell'altro mondo, soppresso dopo poche puntate a causa dei bassi ascolti.

Jovanotti, Marisa Laurito e Giorgio Faletti in Fantastico 90 (1990)

Nell'autunno 1993 tornò in RAI dove prese parte al varietà domenicale di Rai 2 Pomeriggio in famiglia, condotto assieme a Paola Perego e Alessandro Cecchi Paone ma, a causa della concorrenza di Rai 1 (Domenica In), Rai 3 (Quelli che... il calcio) e Canale 5 (Buona Domenica), non otterrà molto successo e sarà chiuso dopo una sola stagione.

Nel 1995 condusse in prima serata il sabato sera su Rai 1 il varietà Caro bebè affiancata dai Trettré, anche questo show non fu particolarmente fortunato, venendo chiuso dopo poche puntate per bassi ascolti.

Dal 1996 al 2000 è stata la conduttrice della kermesse musicale estiva di Rai 1 Napoli prima e dopo, dedicata alla canzone partenopea.

Nel 1997 è nel cast della seconda stagione della fiction Dio vede e provvede a fianco di Angela Finocchiaro, Athina Cenci, Maria Amelia Monti e Nadia Rinaldi, trasmessa in prima serata su Italia 1.

Anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni 2000 si dedica prevalentemente al teatro.

Nel 2001 ha sposato l'ex calciatore Franco Cordova, dal quale si è separata l'anno successivo.

Nell'estate 2001 ha condotto su Rai 1 lo sfortunato quiz dell'access-prime time Piazza la domanda, soppresso dopo poche settimane a causa dei bassi ascolti. Nell'autunno successivo ha condotto sul canale Stream TV la trasmissione Casa Laurito in cui si commentavano gli avvenimenti della seconda edizione del reality show Grande Fratello, la cui diretta 24 ore su 24 era all'epoca trasmessa sul canale satellitare.

In seguito a un lungo periodo di inattività televisiva, nel 2005 è tornata a collaborare con Renzo Arbore nel suo nuovo programma Speciale per me - Meno siamo meglio stiamo, trasmesso il sabato in seconda serata su Rai 1.

Nel 2005 ha vinto il Premio Cimitile nella sezione Speciale. Tra il 2006 e il 2009 porta in scena Menopause the Musical, per la regia di Manuela Metri. Nelle stagioni teatrali 2009-2010 e 2010-2011 interpreta il ruolo di Consolazione, nella commedia Aggiungi un posto a tavola, con Gianluca Guidi.

Anni 2010[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2010 al 2012 ha condotto il programma culinario Pasta, Love e Fantasia sul canale satellitare Alice Home TV. A partire dall'11 giugno 2012 è una delle conduttrici di Vero Capri, canale del digitale terrestre presente al numero 55, con i programmi Cucina, Storie, Casa, Viaggi, Hobby, Trucco e bellezza e Salute, affiancata da Marco Columbro, Corrado Tedeschi, Laura Freddi, Margherita Zanatta, Maria Teresa Ruta e Alba Parietti sotto la direzione artistica di Maurizio Costanzo.

Nell'autunno 2011 è co-protagonista della fiction Baciati dall'amore in onda in prima serata su Canale 5, con Gaia Bermani Amaral, Giampaolo Morelli, Marco Columbro e Lello Arena.

Nel 2013 Vero Capri (a seguito degli scarsi ascolti registrati) abbandona la vocazione generalista per trasformarsi in un canale tematico in cui vengono trasmesse esclusivamente telenovelas, liquidando così tutti i conduttori che aveva ingaggiato, compresa la Laurito.

Nella stagione 2013-2014, dopo la fine del suo rapporto con Vero TV, Marisa Laurito è stata una delle conduttrici del programma I fatti vostri in onda su Rai 2, nel quale si occupava della rubrica di cucina.

Nell'autunno del 2014 è una delle concorrenti della decima edizione del talent-show di Rai 1 Ballando con le stelle condotto da Milly Carlucci, venendo però eliminata già nella prima puntata, per poi essere ripescata nella quarta puntata col ballerino Stefano Oradei, per poi essere nuovamente eliminata nella puntata successiva.

Il 21 ottobre 2017 debutta a Milano come protagonista nella commedia teatrale Due donne in fuga al fianco di Iva Zanicchi.[2]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Marisa Laurito in Pari e dispari (1978)
Marisa Laurito ne Il mistero di Bellavista (1984)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Teatro

Televisione

Cinema

  • 1991 Migliore attrice al Festival del cinema di Bogotà per Terre nuove di Calogero Salvo
  • 1992 Globo d'oro per Terre nuove, di Calogero Salvo

Altro

  • dicembre 2009: riceve il Premio Villa Massa, riservato a un noto personaggio dello spettacolo.
  • maggio 2016: riceve il Premio Doc Italy per la Sezione Ambasciatrice dell’Arte per la regione Campania

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN76500679 · ISNI (EN0000 0000 7826 5245 · SBN IT\ICCU\CFIV\035281 · LCCN (ENno2007148104 · BNF (FRcb13896392k (data)