Joshamee Gibbs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joshamee Gibbs
J Gibbs.png
Gibbs nel quarto film
UniversoPirati dei Caraibi
StudioThe Walt Disney Company
1ª app. inLa maledizione della prima luna
Interpretato daKevin McNally
Voci orig.
Voce italianaSaverio Indrio
SpecieUmana
ProfessionePirata

«Lo sai che svegliare un uomo che dorme... Porta male!»

(Gibbs a Jack Sparrow nel primo film)

Joshamee Gibbs, spesso chiamato Signor Gibbs, Mastro Gibbs, o semplicemente Gibbs, è un personaggio immaginario della saga cinematografica Pirati dei Caraibi, dove è interpretato dall'attore Kevin McNally.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Gibbs è il braccio destro di Jack Sparrow. Pur essendo un uomo molto acuto e indubbiamente intelligente, è profondamente superstizioso e fa frequenti riferimenti a varie cause di "sfortuna" (in particolare riguardo le donne a bordo della nave o lo svegliare un uomo che dorme). È anche molto affezionato al rum: nel secondo film, quando Will Turner dà l'ordine di usare anche il rum come esplosivo contro il Kraken, Gibbs accetta solo con molta riluttanza, mostrandosi quasi abbattuto (ciò richiama la reazione di Jack Sparrow nel primo film, quando Elizabeth Swann brucia tutto il rum).

Il rapporto che traspare tra Gibbs e Sparrow è molto particolare: infatti è l'unico uomo di cui Jack pare fidarsi realmente, nonostante sovente vi siano tra loro motivi di scontro; a sua volta Gibbs è l'unico uomo realmente fedele a Jack. È probabilmente l'unico personaggio che conosce la storia di Jack Sparrow, e ciò è dimostrato dalla loro grande amicizia.

Esprime maturità e difficilmente si arrabbia. Lo sceneggiatore Terry Rossio ha detto che ritiene effettivamente Gibbs il personaggio più virtuoso della serie[1]. Il suo cognome è probabilmente basato su Charles Gibbs, un pirata americano del XIX secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Passato[modifica | modifica wikitesto]

Otto anni prima del primo film Joshamee Gibbs era un marinaio della Marina Britannica. Era spesso in contrasto col suo superiore, il tenente Lawrence Norrington (padre di James Norrington). Non si sa come Gibbs sia effettivamente diventato da un onesto marinaio a un pirata fuorilegge, ciononostante l'attore Kevin McNally disse che secondo lui Gibbs era talmente spaventato dai pirati che pensò che l'unico modo per superare questa paura fosse proprio diventare uno di loro[2]. In un non meglio precisato periodo durante questi otto anni, Gibbs conobbe il Capitan Jack Sparrow diventandone un grande amico.

La maledizione della prima luna[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La maledizione della prima luna.

Quando Jack Sparrow fa ritorno a Tortuga, Gibbs si unisce a lui e al giovane Will Turner a bordo dell'Interceptor per trovare e riconquistare la Perla Nera e salvare l'affascinante Elizabeth Swann da Capitan Barbossa e i suoi pirati maledetti.

Il gruppo riesce a trovare l'Isla de Muerta, il luogo in cui si trova il tesoro maledetto che ha trasformato Barbossa e la sua ciurma in non-morti che si trasformano in scheletri al chiaro della luna e che non possono provare i piaceri della vita come il sapore del cibo o la brezza dell'onda. Gibbs e gli altri rimangono sulla nave mentre Jack e Will vanno nella grotta per affrontare Barbossa, tuttavia solo Will ed Elizabeth escono dalla grotta sani e salvi dato che, a insaputa di Gibbs, Turner ha tradito Jack tramortendolo e lasciandolo a morire nella grotta. Gibbs, con riluttanza, dovendo rispettare il Codice dei pirati, decide di lasciare indietro Jack e fuggire dall'isola.

Tuttavia, vengono inseguiti da Barbossa e la sua ciurma, i quali hanno preso Jack come prigioniero. Dopo una battaglia tra l'Interceptor e la Perla Nera, Gibbs e la ciurma vengono catturati della ciurma di Barbossa. Will rivela a Barbossa di essere il figlio di Sputafuoco Bill Turner (del cui sangue Barbossa e la sua ciurma hanno bisogno per spezzare la maledizione) e negozia con Barbossa di far liberare Elizabeth e gli altri. Capitan Barbossa imprigiona Gibbs e la ciurma e abbandona Jack ed Elizabeth nella stessa isola in cui Sparrow era stato abbandonato da lui anni fa.

Durante la battaglia finale, Gibbs e la ciurma vengono liberati da Elizabeth, che chiede il loro aiuto per andare a salvare Jack e Will. Tuttavia, Gibbs e la ciurma decidono di rispettare l'articolo del Codice dei pirati "Chi indietro rimane, indietro viene lasciato" e rubano la Perla Nera lasciando Elizabeth su una scialuppa lasciando che salvi Jack e Will da sola.

Tuttavia, dopo la morte e sconfitta di Barbossa e la vittoria, Jack Sparrow viene portato a Port Royal per essere impiccato. Gibbs e la ciurma decidono quindi di andare a salvare il loro capitano. Jack è riuscito a scampare al patibolo in tempo con l'aiuto di Will Turner e viene poi raccolto da Gibbs e la Perla Nera. Capitan Jack torna così capitano della Perla Nera dopo 10 anni e Gibbs ne diventa il primo ufficiale.

La maledizione del forziere fantasma e Ai confini del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma e Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo.

Nei successivi film (La maledizione del forziere fantasma e Ai confini del mondo) è ancora primo ufficiale della Perla e partecipa a tutte le avventure di Jack Sparrow, compresa l'ultima battaglia contro i pirati di Davy Jones e la flotta di Lord Cutler Beckett. Alla fine del terzo film, però, Hector Barbossa deruba Jack e Gibbs della Perla Nera, lasciando i due a Tortuga.

Oltre i confini del mare[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare.

Nel quarto film, Gibbs è a Londra dove viene scambiato per Jack Sparrow e messo sotto processo per pirateria. Salvato da Jack, Gibbs viene reclutato da Barbossa, diventato nel frattempo corsaro al servizio del re, a bordo della HMS Providence in quanto l'unico (oltre a Jack) a sapere la posizione della Fonte della giovinezza. Alla fine del film Gibbs riesce a rubare la bottiglia dove è rinchiusa la Perla, insieme alle altre navi rimpicciolite, dalla cabina del terribile pirata Barbanera, per poi ricongiungersi a Jack[3].

La vendetta di Salazar[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar.

Nel quinto film, mastro Gibbs e la nuova ciurma di Jack, visti i ripetuti fallimenti nei colpi da loro organizzati, decidono di abbandonare Jack, ormai da diverso tempo perseguitato dalla sfortuna. Tuttavia, poco dopo, viene reclutato da Henry affinché lo aiuti a salvarlo dalla sua esecuzione, Gibbs accetta perché è ancora affezionato a Jack. Quindi, si imbarca assieme a Jack, Henry Turner (figlio di Will Turner e di Elizabeth Swann) e l'affascinante Carina Smyth a bordo della piccola e malandata nave di Sparrow, il Gabbiano Morente, e si mette alla ricerca del leggendario tridente di Poseidone. Tuttavia, una volta scoperto che Jack è braccato da una ciurma dei marinai fantasma guidati dal temuto Capitan Salazar, Gibbs decide di ammutinarsi insieme al resto della ciurma, prendendo così il comando della nave e abbandonando Jack, Henry e Carina a se stessi in mare. Gibbs e la ciurma vengono poi catturati dalla nave britannica HMS Essex, ma riescono poi a fuggire e a salire a bordo della Perla Nera, riportata alla normalità da Hector Barbossa. Dopo la distruzione del tridente di Poseidone e la morte di Salazar e di Barbossa, Gibbs si mette una mano sul cuore per commemorare il vecchio pirata che, seppur fosse sempre stato suo rivale, aveva più volte combattuto assieme a lui. Joshamee Gibbs rimane poi a bordo della Perla Nera sotto il comando di Capitan Jack Sparrow, tornato ad essere il grande e carismatico capitano che realmente è, salpando assieme a lui verso nuove avventure, Gibbs torna ad essere il primo ufficiale della nave.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

La maledizione della prima luna[modifica | modifica wikitesto]

Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma[modifica | modifica wikitesto]

Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo[modifica | modifica wikitesto]

LEGO Pirati dei Caraibi[modifica | modifica wikitesto]

Mastro Gibbs è anche uno dei protagonisti nel gioco LEGO Pirati dei Caraibi in cui si può giocare in tutti e quattro gli episodi della saga.

Kingdom Hearts III[modifica | modifica wikitesto]

Joshamee Gibbs appare anche nel videogioco Kingdom Hearts III, assieme al suo mondo (Caraibi) e ad altri personaggi presenti nel terzo film. Gibbs va con Will Turner, Elizabeth Swann, Hector Barbossa e Tia Dalma nello Scrigno di Davy Jones. Lì, Gibbs si riunisce con Jack Sparrow e incontra per la prima volta Sora, Paperino e Pippo. Poi lui e gli altri riescono ad uscire dallo Scrigno di Davy Jones grazie al capitano Jack Sparrow ma il momento di gloria durò poco poiché appare l'Avvoltoio Furioso, evocando anche le Vapormosche, e attacca la Perla Nera, Sora dice ai presenti che si occuperà lui dell'enorme Heartless e che gli altri dovevano pensare a difendere la nave. Sora, dopo aver sconfitto l'Heartless, precipita e Gibbs e gli altri si preoccuparono del ragazzo. Molto tempo dopo Gibbs si unì nella battaglia tra la Confraternita dei Pirati contro Lord Cutler Beckett e Davy Jones. Dopo la sconfitta di Jones, Will diventò nuovo capitano dell'Olandese Volante, e Gibbs e gli altri ordinarono di far fuoco alla nave di Beckett, distruggendola e uccidendo il tiranno. Dopo la battaglia, Gibbs spiegò al trio che Will essendo diventato nuovo capitano dell'Olandese Volante, poteva stare solo un giorno in terra e dieci anni sul mare. Quando finalmente tornò la pace, Barbossa rubò la Perla Nera, lasciando Gibbs, insieme al capitano con una barchetta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia e videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Filmato audio Gore Verbinski (regista), Pirati dei Caraibi: La maledizione della prima luna, Walt Disney Pictures, 2003.
  • Filmato audio Gore Verbinski (regista), Pirati dei Caraibi: La maledizione del forziere fantasma, Walt Disney Pictures, 2006.
  • Filmato audio Gore Verbinski (regista), Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo, Walt Disney Pictures, 2007.