Roger Allam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roger Allam nel 2009

Roger William Allam (Londra, 26 ottobre 1953) è un attore britannico, attivo in campo teatrale, televisivo e cinematografico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ricordato come uno dei più apprezzati attori shakespeariani della sua generazione, Roger Allam si unì alla Royal Shakespeare Company nel 1981 e, nel corso degli anni, ricoprì molti dei grandi ruoli del repertorio, tra cui Mercuzio in Romeo e Giulietta, Oberon in Sogno di una notte di mezza estate, Benedetto in Molto rumore per nulla, Macbeth in Macbeth, Prospero ne La Tempesta e Sir John Falstaff nell'Enrico IV, parte I e II, per cui vinse il Laurence Olivier Award al miglior attore nel 2011.[1][2]

Nel 2001 Allam aveva già vinto il Laurence Olivier Award per la sua performance in Privates on Parade alla Donmar Warehouse di Londra e nel corso della sua carriera ha ricoperto altri ruoli di rilievo in importanti opere teatrali del repertorio moderno di Anton Čechov, Tom Stoppard, Yasmina Reza e Caryl Churchill.[3] Con la Royal Shakespeare Company aveva recitato anche nella prima del musical Les Misérables, originando il ruolo dell'ispettore Javert; nel corso della sua carriera recitò in altri due musical, La Cage aux Folles e City of Angels, per cui fu candidato al Laurence Olivier Award al miglior attore in un musical.

Attivo anche in campo cinematografico, Allam ha recitato in numerosi film, tra cui The Queen - La regina, V per Vendetta, Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare e The Lady in the Van.[4]

È sposato con l'attrice Rebecca Saire, con cui ha avuto due figli, William e Thomas.[5]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Roger Allam wins Best Actor, su Olivier Awards. URL consultato il 7 giugno 2020.
  2. ^ (EN) Roger Allam: "The arts have become elitist", su The Big Issue, 11 gennaio 2016. URL consultato il 7 giugno 2020.
  3. ^ (EN) Roger Allam: Lear in waiting, su The Independent, 7 aprile 2013. URL consultato il 7 giugno 2020.
  4. ^ (EN) The Missing series 2 episode 2: what is Roger Allam's character Brigadier Stone up to?, su Radio Times. URL consultato il 7 giugno 2020.
  5. ^ (EN) Rosanna Greenstreet, Q&A: Roger Allam: ‘I just want to be remembered’, in The Guardian, 3 giugno 2017. URL consultato il 7 giugno 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN143572910 · ISNI (EN0000 0001 2034 5143 · GND (DE1092234144 · BNE (ESXX5092542 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-143572910