Armada Española

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Armada Española
Emblem of the Spanish Navy.svg
Emblema dell'Armada Española
Descrizione generale
Attiva dalla fine del XV secolo
Nazione Spagna Spagna
Tipo marina militare
Dimensione 31.000 effettivi, 93 navi principali e 55 aeromobili
Patrono Virgen del Carmen
Marcia Himno de la Armada Española
Battaglie/guerre Guerra dei cent'anni
Battaglia dell'isola di Alborán
Guerre d'Italia del XVI secolo
Battaglia di Lepanto
Battaglia dell'isola di Terceira
Guerra anglo-spagnola (1585-1604)
Guerra degli ottant'anni
Guerra dei trent'anni
Guerra di successione spagnola
Guerra anglo-spagnola (1739-1742)
Guerra dei sette anni
Guerra d'indipendenza americana
Battaglia di Capo San Vincenzo (1797)
Battaglia di Trafalgar
Guerre napoleoniche
Guerre d'indipendenza ispanoamericane
Guerre carliste
Guerra ispano-sudamericana
Guerra d'Africa (1859-1860)
Campagna di Cocincina
Rivoluzione cantonale
Guerra d'indipendenza cubana
Guerra ispano-americana
Guerra del Rif
Guerra civile spagnola
Guerra di Ifni
Guerra del Golfo
Guerra in Afghanistan (2001-in corso)
Crisi dell'isola di Perejil
Anniversari 16 luglio
Sito internet http://www.armada.mde.es
Parte di
Reparti dipendenti
  • Fuerza de Acción Naval (FAN)
  • Fuerza de Acción Marítima (FAM)
  • Fuerza de Infantería de Marina (FIM)
  • Flotilla de Aeronaves (FLOAN)
  • Flotilla de Submarinos (FLOSUB)
  • Centro de Evaluación y Certificación para el Combate (CEVACO)
  • Centro de Doctrina de la Flota (CEFLOT)
  • Jefatura de Personal (JEPER)
  • Jefatura de Apoyo Logístico (JAL)
  • Direccion de Asuntos Económicos de la Armada (DAE)
Comandanti
Comandante in capo Filippo VI di Spagna
Ministro della difesa María Dolores de Cospedal
Capo di stato maggiore Teodoro Esteban López Calderón
Degni di nota Roger de Lauria
Fernando Sánchez de Tovar
Cristóbal Colón
Juan de Lezcano
Fernando de Magallanes
Juan Sebastián Elcano
Juan de Austria
Miguel López de Legazpi
Miguel de Oquendo
Álvaro de Bazán
Antonio de Oquendo
Blas de Lezo
Luis de Córdova
Fadrique de Toledo
Cosme Damián Churruca
Federico Carlos Gravina y Nápoli
Jorge Juan y Santacilia
Juan Ruiz de Apodaca
Cayetano Valdés
Casto Méndez Núñez
Juan Bautista Antequera y Bobadilla
Pascual Cervera y Topete
Patricio Montojo y Pasarón
José Ferrándiz y Niño
José de Mazarredo Salazar
Simboli
Bandiera di bompresso Naval Jack of Spain.svg
Bandiera nazionale Flag of Spain.svg

[senza fonte]

Voci su marine militari presenti su Wikipedia

L'Armada Española è la marina militare della Spagna, parte integrante delle Fuerzas Armadas de España, ed una delle più antiche al mondo. La sua costituzione risale alla fine del XV secolo o all'inizio del XVI secolo e nel 2007 aveva circa 25.000 effettivi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

La marina spagnola, nata come Real Armada, ha una lunga tradizione alle sue spalle, avendo dovuto supportare i collegamenti su un impero sul quale, all'epoca di Carlo V, "non tramontava mai il sole". Durante questa storia le navi militari hanno scortato i navi mercantili da e per le Americhe e le Filippine, o spesso trasportato carichi preziosi direttamente a bordo. Uno degli episodi più famosi è quello che vide coinvolta il 5 ottobre 1804 al largo di capo Santa Maria, nei pressi di Cadice, una piccola squadra di fregate spagnole, Fama, Clara, Mercedes e Medea, al comando del contrammiraglio don Jose de Bustamante y Guerra, affrontate da altrettante fregate inglesi che avevano il compito di sequestrare l'oro trasportato per impedire che finanziasse Napoleone e la guerra contro l'Inghilterra. Una delle fregate venne affondata e le altre catturate col tesoro[1]. Un altro momento storico importante è quello che vide impegnate le navi spagnole contro la US Navy durante la guerra ispano-americana, che vide a Cuba la resa delle navi comandate dall'ammiraglio Pascual Cervera y Topete[2] e a Manila la sconfitta della squadra spagnola ad opera dell'ammiraglio Dewey[3].

Il novecento[modifica | modifica wikitesto]

La marina spagnola venne coinvolta nella guerra civile spagnola, trovandosi divisa tra forze franchiste e forze repubblicane, e le forze navali franchiste ricevettero anche un forte aiuto dalla Regia Marina italiana sotto forma di navi corsare e sommergibili che eseguirono azioni di attacco al traffico repubblicano[4]; mentre le unità pesanti passarono, in linea di massima, sotto la bandiera nazionalista insieme a circa 7000 uomini, la maggioranza dei cacciatorpediniere e dei sommergibili insieme a 13000 uomini rimase fedele alla Repubblica[4].

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Fino al Real Decreto 912/2002 del 6 settembre, l'organizzazione della forza navale era raggruppata in quattro regioni: Zona Marítima de las Canarias, Zona Marítima del Cantábrico, Zona Marítima del Mediterráneo e Zona Marítima de las Baleares[5]. Successivamente questa ripartizione territoriale è stata superata eccetto per la regione Baleares y Canarias, e le città di Ceuta e Melilla, ed è stata creata la Fuerza de Acción Marítima, entità geostrategica unica cui è demandata la protezione degli interessi nazionali spagnoli[5]

Unità navali[modifica | modifica wikitesto]

Unità da combattimento[modifica | modifica wikitesto]

Fregate (FFG) Classe Álvaro de Bazán o F-100
  • F-101 Álvaro de Bazán (2002)
  • F-102 Almirante Juan de Borbón (2003)
  • F-103 Blas de Lezo (2004)
  • F-104 Méndez Núñez (2006)
  • F-105 Cristobal Colón (2012)
Fregate (FFG) Classe Santa Maria o F-80
  • F-81 Santa María (1986)
  • F-82 Victoria (1987)
  • F-83 Numancia (1988)
  • F-84 Reina Sofía (1990)
  • F-85 Navarra (1994)
  • F-86 Canarias (1994)
  • Le 5 unità classe Santa Maria saranno sostituite da 5 Fregate di nuova generazione tipo F-110 le unità avranno caratteristiche stealth, una lunghezza di 140 m e un dislocamento di 5.000 ts
Sottomarini (SSK) Classe Galerna o S-70
  • S-71 Galerna (1983)
  • S-73 Mistral (1985)
  • S-74 Tramontana (1985)
  • Le 3 unità classe Gelerna saranno sostituite da 4 sottomarini di nuova generazione tipo S-80 con lunghezza di 71 m e un dislocamento di 2.400 ts

Unità anfibie[modifica | modifica wikitesto]

Landing Helicopter Dock (LHD) Juan Carlos I (L-61)
Landing Platform Dock (LPD) Classe Galicia
  • L-51 Galicia (1998)
  • L-52 Castilla (2000)
Landing Craft, Mechanized (LCM) LCM-1E
  • L-601 (2001)
  • L-602 (2001)
  • L-603 (2006)
  • L-604 (2006)
  • L-605 (2006)
  • L-606 (2007)
  • L-607 (2007)
  • L-608 (2007)
  • L-609 (2007)
  • L-610 (2007)
  • L-611 (2007)
  • L-612 (2007)
  • L-613 (2007)
  • L-614 (2008)

Unità logistiche[modifica | modifica wikitesto]

Aprovisionamiento en combate (AOR)
  • A-14 Patiño (1995)
  • A-15 Cantabria (2010)

Unità antimine[modifica | modifica wikitesto]

Cazaminas (MCM) Classe Segura
  • M-31 Segura (1999)
  • M-32 Sella (1999)
  • M-33 Tambre (2000)
  • M-34 Turia (2000)
  • M-35 Duero (2004)
  • M-36 Tajo (2005)

Pattugliatori[modifica | modifica wikitesto]

Classe Meteoro o P40
  • P-41 Meteoro (2011)
  • P-42 Rayo (2011)
  • P-43 Relampago (2012)
  • P-44 Tornado (2012)
Classe Descubierta o P75
  • P-76 Infanta Elena (2004) (ex-corvetta F33 Infanta Elena 1980-2004)
  • P-77 Infanta Cristina (2004) (ex-corvetta F34 Infanta Cristina 1980-2004)
  • P-78 Cazadora (2004) (ex-corvetta F35 Cazadora 1981-2004)
  • P-79 Vencedora (2004) (ex-corvette F36 Vencedora 1982-2004)
Classe Serviola o P70
  • P-71 Serviola (1991)
  • P-72 Centinela (1991)
  • P-73 Vigía (1992)
  • P-74 Atalaya (1992)
Classe Chilreu o P60
  • P-62 Alborán (1997)
  • P-63 Arnomendi (2000)
  • P-64 Tarifa (2004)
Classe Anaga o P20
  • P-22 Tagomago (1981)
  • P-26 Medas (1981)
  • P-28 Tabarca (1981)
Classe Toralla o P-80
  • P-81 Toralla (1987)
  • P-82 Formentor (1987)
Classe Aresa PVC-160 o P-110
  • P-101 (1979)
  • P-114 (1979)
Classe P200
  • P-201 Cabo Fradera (1963)

Grandi Unità del passato[modifica | modifica wikitesto]

Portaerei (CVS)

Gradi della Armada Española[modifica | modifica wikitesto]

Codice NATO OF-10 OF-9 OF-8 OF-7 OF-6 OF-5 OF-4 OF-3 OF-2 OF-1
Bandiera spagnola
Spagna
1arm.png 2arm.png 3arm.png 4arm.png 5arm.png 6arm.png 7arm.png 8arm.png 9arm.png 10arm.png 11arm.png
Capitán general Almirante general Almirante Vicealmirante Contraalmirante Capitán de navío Capitán de fragata Capitán de corbeta Teniente de navío Alférez de navío Alférez de Fragata
Codice NATO OR-9 OR-8 OR-7 OR-6 OR-5 OR-4 OR-3 OR-2 OR-1
Bandiera spagnola
Spagna
12arm.png 13arm.png 14arm.png 15arm.png 16arm.png 17arm.png 18arm.png 19arm.png 20arm.png 21arm.png
Suboficial mayor Subteniente Brigada Sargento primero Sargento Cabo mayor Cabo primero Cabo Marinero de primera Marinero

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità ISNI: (EN0000 0004 1765 7287