Türk Deniz Kuvvetleri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Türk Deniz Kuvvetleri
Descrizione generale
Attiva 1923
Nazione Turchia Turchia
Alleanza Natoflag.gif NATO
Servizio attiva
Tipo Marina militare
Dimensione oltre 30000
Battaglie/guerre seconda guerra mondiale
Crisi turco-cipriota
Simboli
Bandiera Flag of Turkey.svg

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Türk Deniz Kuvvetleri è la denominazione ufficiale della marina militare della Turchia. Al tempo dell'Impero Ottomano era una delle prime potenze del Mar Mediterraneo e la sua denominazione ufficiale era Osmanlı Donanması.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Storia della marina ottomana.

Al termine della prima guerra mondiale, con la Fine dell'Impero e la nascita della Repubblica, fondata nel 1923 da Mustafa Kemal Atatürk, la marina turca è rinata raccogliendo l'eredità e la flotta della marina ottomana.

Al termine della seconda guerra mondiale la Turchia, entrata a far parte della NATO, ricevette nell'ambito del Mutual Defense Assistance Program dalla US Navy numerose unità sia di superficie sia subacquee, quali i cacciatorpediniere Classe Fletcher, Gearing e Allen M. Sumner e i sommergibili Classe Balao, Classe Tench e Classe Tang.

La Marina turca ebbe un sostanziale ammodernamento a partire dalla seconda metà degli anni settanta con i sottomarini Classe U-209 di fabbricazione tedesca, così come di progettazione tedesca furono i materiali che costituirono l'ammodernamento più consistente negli anni ottanta e novanta con l'entrata in servizio delle fregate tipo MEKO 200.

La Marina Turca oltre che della NATO fa parte, a partire dal 2001, della BLACKSEAFOR.

TCG[modifica | modifica wikitesto]

Il prefisso TCG che contraddistingue le unità navali della Marina Turca indica Türkiye Cumhuriyeti Gemisi, che in Turco significa Nave della Repubblica Turca.[1]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Navi[modifica | modifica wikitesto]

Fregate (17 in servizio)
2 classe Salihreis (MEKO 200 TN IIB)
2 classe Barbaros (MEKO 200 TN IIA)
4 classe Yavuz (MEKO 200 TN I)
8 classe G (Ex-classe Oliver Hazard Perry) (under GENESIS modernization project)
1 classe Tepe (Ex-classe Knox) (other 7 ships of this class retired)
Corvette (7 in servizio)
6 classe B (classe D'Estienne d'Orves A-69 type Aviso)
1 classe Ada (a total of 8 will be built as part of the Milgem project)
Fast attack craft and missile boat (27 in servizio)
6 Kılıç II class fast attack craft / missile boat
3 Kılıç class fast attack craft / missile boat
2 Yıldız class fast attack craft / missile boat
4 Rüzgar class fast attack craft / missile boat
4 Doğan class fast attack craft / missile boat
8 Kartal class fast attack craft / missile boat
Patrol craft (16 in servizio)
6 AB-25 class (Türk tipi) patrol craft
4 PGM71 class patrol craft
5 K class patrol boat
1 T class patrol boat
Cacciamine (20 in servizio)
6 Aydın class mine hunters
5 Engin class mine hunters
4 F class mine sweepers
5 S class mine sweepers
Navi anfibie (45 in servizio)
1 Osman Gazi class Landing Ship Tank
2 Saruca Bey class Landing Ship Tank
2 Ertuğrul class Landing Ship Tank
24 Ç-117 class Landing Craft Tank
16 Ç-302 class Landing Craft Mechanized

Sottomarini[modifica | modifica wikitesto]

Sottomarini (14 in servizio)
4 classe Gür Type 209T2/1400
4 classe Preveze Type 209T1/1400
6 classe Atılay Type 209/1200

Aeromobili[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio[2] Note
AB212ASW/EW Stati Uniti anti-submarine warfare & electronic warfare AB212ASW/EW 12
ATR-72-500MPA Italia maritime patrol ATR-72-500MPA (10) data di consegna sconosciuta
CN-235-100MP Spagna maritime patrol CN-235-100MP 6
S-70B Seahawk Stati Uniti anti-submarine warfare S-70B Seahawk 18
TB-20 Trinidad Francia basic flying training TB-20 Trinidad 6

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prefisso della nave.
  2. ^ Turkey military aviation OrBat, milaviapress.com. URL consultato il 20-09-2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]