Neutralità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la politica di Wikipedia sulla trattazione neutrale nelle voci, vedi Aiuto:Punto di vista neutrale.

La neutralità è la condizione o l'atteggiamento del non prendere posizione in favore di alcuna delle parti coinvolte in una situazione di controversia o contrapposizione.

Questo atteggiamento può riferirsi a qualunque soggetto, sia esso un individuo o un ente: dalle situazioni più informali (ad esempio, l'ambito familiare) a quelle ben più formali (come l'ambito politico: ad esempio, se uno Stato, in circostanze di conflitto esterno, mette in atto una politica estera di neutralità, si parla di Stato neutrale).

Neutralità armata[modifica | modifica wikitesto]

Nel campo delle relazioni internazionali, la neutralità armata è l'atteggiamento di uno stato o un gruppo di stati che non favoreggia nessuna delle due parti in conflitto, ma dichiara che si difenderà da ogni incursione o attacco da parte di qualsivoglia contendente.[1]

La Svizzera è l'esempio di un Paese politicamente e militarmente neutrale da secoli, che tuttavia ha un esercito regolare, la leva obbligatoria, un gruppo addestrato di riservisti e 5 centrali nucleari in via dismissione, oltre ad ospitare importanti esportatori di armamenti. La terra dei Cantoni aderisce al Trattato di non proliferazione nucleare (TNP), non produce e non possiede armamenti atomici nel proprio territorio, pur essendo considerato come "paese-soglia in campo atomico" per la tecnologia e la tecnica possedute in tale ambito fin dagli anni '60, anche per finalità militari.[2]
La neutralità politico-militare e il segreto bancario hanno storicamente favorito la crescita dei depositi e di un paradiso fiscale internazionale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oppenheim, International Law: War and Neutrality, 1906, p. 325.
  2. ^ Marco Jorio, Armi atomiche, traduzione di Valerio Ferloni, Dizionario Storico della Svizzera, 6 ottobre 2011. URL consultato il 4 gennaio 2020 (archiviato il 4 gennaio 2020).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85091195 · GND (DE4041958-7 · BNF (FRcb11950846d (data) · NDL (ENJA00573922