Golfo di Aden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Golfo di Aden
Gulf of Aden map.png
Mappa del Golfo di Aden
Parte di Mar Arabico
Stato
Coordinate 12°N 48°E / 12°N 48°E12; 48Coordinate: 12°N 48°E / 12°N 48°E12; 48
Dimensioni
Profondità massima 2.700 m
Profondità media 500 m m
Idrografia
Salinità 35,3
Il Golfo di Aden nel 1860

Il golfo di Aden si trova nell'Oceano Indiano tra lo Yemen, sulla costa meridionale della penisola araba, e la Somalia, in Africa.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel nord-ovest il golfo è collegato al mar Rosso tramite lo stretto di Bab el Mandeb. Le sue acque pulite danno vita a una grande varietà di pesci e coralli. I porti principali sono Aden per la costa yemenita, e Berbera per la costa somala.

Il golfo, che nel punto più largo misura 320 chilometri, è lungo poco meno di 900 chilometri. Il golfo di Aden è un'importante via d'acqua per il petrolio del Golfo Persico, che rappresenta 1/5 del totale mondiale. Questo ne fa un punto geografico fondamentale per l'economia del pianeta, ma le sue coste sono molto pericolose, a causa dell'instabilità politica dei paesi di cui fa parte; inoltre le sue acque sono spesso scenario di attacchi di pirati e terroristi.

Un sambuco nel Golfo di Aden

Confini[modifica | modifica wikitesto]

L'Organizzazione Idrografica Internazionale definisce i limiti del Golfo di Aden come segue:[1]

Nel nord-ovest - Il limite meridionale del Mar Rosso [Una linea che unisce Husn Murad (12°40′N 43°30′E / 12.666667°N 43.5°E12.666667; 43.5) e Ras Siyyan (12°29′N 43°20′E / 12.483333°N 43.333333°E12.483333; 43.333333)].
Nel nord-ovest - Il limite orientale del Golfo di Tadjoura (Una linea che unisce Obock e Lawyacado).
Ad est - Il meridiano di Capo Guardafui (Ras Asir, 51°16'E).

Nazioni limitrofe[modifica | modifica wikitesto]

Città e località[modifica | modifica wikitesto]

Città e località che si affacciano sulla costa del Golfo di Aden:

Maydh

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Limits of Oceans and Seas, 3rd edition (PDF), International Hydrographic Organization, 1953. URL consultato il 7 febbraio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN242512138 · GND: (DE4000478-8