Heinkel He 59

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heinkel He 59
Heinkel he 59.jpg
Un Heinkel He 59 della finlandese Suomen ilmavoimat
Descrizione
Tipoidroricognitore
idrosilurante
Equipaggio4
ProgettistaReinhold Mewes
CostruttoreGermania Heinkel
Data primo volosettembre 1931
Data entrata in servizio1935
Utilizzatore principaleGermania Luftwaffe
Altri utilizzatoriFinlandia Suomen ilmavoimat
Esemplari142
Dimensioni e pesi
Lunghezza17,35 m
Apertura alare23,70 m
Altezza7,10 m
Superficie alare153,40
Peso a vuoto6 200 kg
Peso carico8 800 kg
Propulsione
Motore2 BMW VI 6,0 ZU
Potenza660 PS (485 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max280 km/h
Velocità di crociera220 km/h
Velocità di salitaa 1 000 m in 4 min e 48 s
Autonomia775 km
Tangenza6 300 m
Armamento
Mitragliatrici3 MG 15 calibro 7,92 mm
Notedati relativi alla versione He 59 B-2

i dati sono estratti da Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945 (Band 2)[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Heinkel He 59 era un idrovolante biplano bimotore multiruolo sviluppato dall'azienda tedesca Ernst Heinkel Flugzeugwerke AG negli anni trenta, usato dalla Luftwaffe principalmente nei ruoli di idrosilurante e come idroricognitore durante le prime fasi della seconda guerra mondiale.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1930 Ernst Heinkel iniziò a sviluppare un velivolo per la marina tedesca. Per celare le vere intenzioni militari il velivolo fu ufficialmente un velivolo civile[2]. Il prototipo 59b fu il primo a volare nel settembre del 1931 ma il 59a fu il prototipo che ha aperto la strada di produzione iniziale del 59B. L'Heinkel 59b risultò essere un velivolo piacevole da pilotare mentre i difetti più gravi si ritenne fossero imputabili alla scarsa potenza erogata dall'impianto motore, alla limitata capacità di carico ed al suo armamento (ritenuto insufficiente)[2].

Nel 1930, nell'ambito della ricostituzione della macchina bellica nell'allora Repubblica di Weimar, Ernst Heinkel iniziò a sviluppare un nuovo velivolo con l'intenzione di proporlo alla Reichsmarine, l'allora marina militare tedesca. Per riuscire ad aggirare le limitazioni che ancora riguardavano l'aeronautica tedesca a seguito della sconfitta durante la prima guerra mondiale il nuovo velivolo venne presentato come un aereo ad uso civile.

Il velivolo era realizzato in tecnica mista. Le ali erano fatte di telai di legno a due fasce la cui parte anteriore è stata coperta da compensato e il resto dell'ala è stato coperto da tela. Le chiglie sono state usate come serbatoi di combustibile dal contenuto di 900 litri di combustibile l'uno e l'aereo poteva trasportare tre serbatoi di carburante per un totale di 2 700 litri[2]. Il primo prototipo ad essere portato in volo per la prima volta fu, nel settembre 1931 la versione terrestre He 59B[3].

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Germania[modifica | modifica wikitesto]

Il primo impiego operativo del He 59 si ebbe durante la Guerra civile spagnola, utilizzati dai reparti della Legione Condor, una forza volontaria che appoggiava le forze franchiste. In quell'ambito un limitato numero di He 59 vennero impiegati nel 1936, nella ricognizione delle coste e come idrosiluranti.

Durante i primi mesi della seconda guerra mondiale, l'He 59 Egli venne utilizzato, oltre come aerosilurante, anche come posamine raggiungendo i porti gestiti dalla Royal Navy e sganciando il proprio carico bellico all'imboccatura dei porti. Tra il 1940 e il 1941 venne utilizzato come un idroricognitore e nel periodo 1941-42 come aereo da trasporto, nelle missioni di ricerca e salvataggio in mare, e come addestratori. Le versioni da addestramento rimasero in servizio leggermente più a lungo rispetto alle versioni operative, ma tutti gli He 59 risultano essere stati ritirati o distrutti dal 1944.

Finlandia[modifica | modifica wikitesto]

La Suomen ilmavoimat, l'aeronautica militare finlandese, affittò quattro esemplari dalla Germania nel mese di agosto 1943. Questi sono stati utilizzati per trasportare pattuglie di ricognizione a lungo raggio dietro le linee nemiche. Essi sono stati restituiti in Germania quattro mesi più tardi.

Operazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi mesi della Seconda Guerra mondiale, l'He 59 è stato usato come "posa mine" e idrosilurante [1]. Tra il 1940 e il 1941 è stato usato come ricognitore e come aereo da trasporto tra il 1942 e il 1943. La maggior parte degli aerei destinati all'addestramento sopravvissero ai bombardamenti alleati e soprattutto alla loro "vecchiaia", infatti tutti i modelli idrosiluranti e ricognitori vennero distrutti dagli stessi tedeschi nel 1944.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Un Heinkel He 59 in configurazione SAR nel 1940
He 59a
primo prototipo.
He 59b
secondo prototipo.
He 59A
14 esemplari destinati a test di valutazione[3].
He 59B-1
versione di preserie, prodotta in 16 esemplari.
He 59B-2
versione migliorata.
He 59B-3
versione da ricognizione.
He 59C-1
versione da addestramento non armata.
He 59C-2
versione da ricognizione terrestre e da pattugliamento marittimo.
He 59D-1
versione da ricerca e salvataggio.
He 59E-1
versione da addestramento aerosilurante.
He 59E-2
versione da addestramento alla ricognizione.
He 59N
versione da addestramento alla navigazione aerea, conversione della versione He 59D-1.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Finlandia Finlandia
Germania Germania
Spagna Spagna

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nowarra 1993, pp. 268-269.
  2. ^ a b c (EN) Heinkel He 59, su AbsoluteAstronomy.com, http://www.absoluteastronomy.com. URL consultato il 7 novembre 2009.
  3. ^ a b Green 1962, p. 68.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Angelucci, Paolo Matricardi, Guida agli Aeroplani di tutto il Mondo (Vol.4), Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 1979.
  • (EN) William Green, War Planes of the Second World War, Volume Six: Floatplanes, London, Macdonald & Co.(Publishers) Ltd., 1962.
  • (EN) William Green, Warplanes of the Third Reich, New York, Doubleday, 1972, ISBN 0-385-05782-2.
  • (FI) Kalevi Keskinen, Kari Stenman, Klaus Niska, Meritoimintakoneet - Suomen ilmavoimien historia 15, Tampere, Apali Oy, 1995, ISBN 952-5026-03-5.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Band 2, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993, ISBN 3-7637-5466-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]