Focke-Wulf Fw 44

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Focke-Wulf Fw 44 Stieglitz
Stieglitz 2008.jpg
Un Focke-Wulf Fw 44 J in volo
Descrizione
Tipo aereo da addestramento
Equipaggio 2 (pilota ed istruttore)
Costruttore Germania Germania Focke-Wulf
Data primo volo 1932
Utilizzatore principale Germania Luftwaffe
Dimensioni e pesi
Lunghezza 7,30 m
Apertura alare 9,00 m
Altezza 2,70 m
Superficie alare 20,0
Peso a vuoto 565 kg
Peso carico 870 kg
Propulsione
Motore un BMW-Bramo Sh 14A
radiale 7 cilindri
Potenza 150 PS (110 kW)
Prestazioni
Velocità max 185 km/h al livello del mare
Velocità di crociera 172 km/h
Velocità di salita 205 m/min
a 1 000 m in 5 min 30 s
Autonomia 675 km
Tangenza 3 900 m
Note dati riferiti alla versione Fw 44B

i dati sono estratti da Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945 (Band 2)[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia
Vista posteriore del Focke-Wulf Fw 44 J.

Il Focke-Wulf Fw 44 Stieglitz (cardellino in lingua tedesca) fu un aereo da addestramento biplano, monomotore con capacità acrobatiche, sviluppato dall'azienda aeronautica tedesca Focke-Wulf Flugzeugbau negli anni trenta e prodotto, in alcune sue versioni, anche su licenza da aziende nazionali ed estere.

Destinato ufficialmente al mercato dell'aviazione generale, proposto come aereo da turismo sportivo ed acrobatico per privato, aeroclub e scuole di volo civili, trovò utilizzo anche in campo militare, principalmente durante il periodo prebellico nelle scuole di volo della Luftwaffe.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

L'Fw 44 fu realizzato dalla Focke-Wulf nel 1932 su progetto dell'ing. Kurt Tank e, dopo i primi voli di collaudo e dopo alcune modifiche agli stabilizzatori di coda, risultò essere estremamente maneggevole, tanto da poter essere utilizzato come aereo da acrobazia.

Il campione del mondo di volo acrobatico tedesco Gerd Achgelis, che nel 1937 fondò con Henrich Focke la Focke, Achgelis & Co., GmbH, divenne il testimonial di questo velivolo, portandolo in tour negli Stati Uniti qualche anno più tardi. Anche gli assi Emil Kropf ed Ernst Udet ebbero un passato da pilota acrobatico, utilizzando questo modello.

La fusoliera fu utilizzata anche per la costruzione del prototipo di elicottero Focke-Wulf Fw 61 (chiamato anche Focke-Achgelis Fa 61).

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Presentava una fusoliera a due abitacoli, realizzata in tubi di acciaio saldati e rivestita in metallo e tela. La cabina di pilotaggio era la posteriore, mentre nell'anteriore era posizionato l'istruttore (o il passeggero). Le ali erano realizzate con longheroni e centine in legno e ricoperte da fogli di compensato e tela. Il carrello era fisso e il velivolo era dotato posteriormente di un pattino d'appoggio.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Argentina Argentina
Austria Austria
Bolivia Bolivia
Brasile Brasile
bandiera Bulgaria
Cina Cina
Cile Cile
Colombia Colombia
Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Finlandia Finlandia
Germania Germania
Polonia Polonia
Romania Romania
Slovacchia Slovacchia
Svezia Svezia
Turchia Turchia
bandiera Ungheria

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nowarra 1993, pp. 264-265.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Tony Holmes, Jane's Vintage Aircraft Recognition Guide, London, Harper Collins, 2005, ISBN 0-00-719292-4.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Band 2, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993, ISBN 3-7637-5466-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]