Arado Ar 64

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arado Ar 64
Arado 64 San Diego Air & Space Museum.jpg
Descrizione
Tipoaereo da caccia
Equipaggio1
ProgettistaWalter Rethel
CostruttoreGermania Arado
Germania Focke-Wulf
Data primo volo1930
Data entrata in servizio1931
Data ritiro dal servizio1935
Utilizzatore principaleGermania DVS
Altri utilizzatoriGermania Luftwaffe
Esemplari37 [1]
Sviluppato dalArado SD II
Arado SD III
Altre variantiArado Ar 65
Dimensioni e pesi
Lunghezza7,82 m
Apertura alare9,90 m
Altezza2,85 m
Superficie alare24,60
Peso a vuoto1 245 kg
Peso max al decollo1 670 kg
Propulsione
Motoreun radiale Siemens Jupiter VIu
Potenza530 PS (390 kW)
Prestazioni
Velocità max250 km/h
Velocità di crociera215 km/h
Tangenza5 400 m
Armamento
Mitragliatrici2 MG 17 calibro 7,92 mm
Notedati riferiti alla versione 64e

i dati sono estratti da Уголок неба[2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Arado Ar 64 era un monomotore da caccia biplano prodotto dall'azienda tedesca Arado Flugzeugwerke GmbH tra i tardi anni venti e i primi anni trenta.

Considerato il primo caccia adottato dalla Deutsche Verkehrsfliegerschule, ente di formazione al volo paramilitare in previsione della rifondazione dell'aeronautica militare tedesca, la futura Luftwaffe, venne sviluppato sulla base dei precedenti Arado SD II ed SD III rimasti allo stadio di prototipo ed utilizzati fino alla metà degli anni trenta come aereo da addestramento alla caccia.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto dell'Ar 64 venne sviluppato in risposta di una specifica emessa per la fornitura di un nuovo velivolo da caccia in grado di sostituire l'oramai obsoleto Fokker D.XIII. L'Arado decise di sfruttare l'esperienza acquisita con i precedenti SD II e SD III affidando nuovamente il progetto al suo capo disegnatore Walter Rethel che disegnò un velivolo biplano dall'aspetto convenzionale. Ne venne prevista la costruzione iniziale di tre prototipi che differivano sostanzialmente per la motorizzazione adottata, un motore radiale raffreddato ad aria ed un motore V12 raffreddato a liquido

Il primo prototipo, l'Ar 64a a motore radiale, venne portato in volo per la prima volta nel corso del 1930 offrendo risultati soddisfacenti ed in linea a quanto richiesto. Seguirono, nel 1931, i voli dei successivi Ar 64b equipaggiati con un BMW VI 6,3 12 cilindri a V di 90° e che, pur non essendo adottati per la versione di serie, servirono da base per lo sviluppo del successivo Ar 65.

La costruzione dei velivoli avvenne principalmente nello stabilimento di Warnemünde e si interruppe dopo aver prodotto un totale di 34 esemplari più i tre prototipi, 12 dei quali realizzati negli stabilimenti della Focke-Wulf Flugzeugwerke.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Gli esemplari vennero inizialmente assegnati alla Deutsche Verkehrsfliegerschule che li impiegò, sotto copertura, nella formazione di nuovi piloti da assegnare all'aviazione civile. Dopo l'avvento al potere del Partito Nazionalsocialista Operaio Tedesco (NSDAP) le attività di formazione persero gradatamente la connotazione di facciata e si concretizzarono nelle loro iniziali intenzioni con l'istituzione delle scuole di volo militari della Luftwaffe. La carriera operativa del modello terminò con alcuni esemplari, già utilizzati nella DVS, assegnati alla Jagdfliegerschule Schleißheim (Jagdfliegerschule 2) dove operarono tra il 1934 ed il 1935.[1]

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Ar 64a
prototipo, motorizzato con il radiale Siemens Jupiter VIu da 530 PS (390 kW). Venne portato in volo per la prima volta nel 1931.
Ar 64b
prototipo, simile al 64a ma equipaggiato con un BMW VI 6,3 12 cilindri a V di 90° raffreddato a liquido, realizzato in due esemplari.
Ar 64c
versione di preproduzione, simile al 65a ma con differenze strutturali minori.
Ar 64d
modello di produzione di serie.
Ar 64e
versione simile al 65d ma con motore Jupiter privo di riduzione.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Germania Germania
operò con circa 20 esemplari.[2]
Germania Germania
alcuni esemplari già utilizzati nella DVS vennero assegnati alla Jagdfliegerschule Schleißheim (Jagdfliegerschule 2) dove operarono tra il 1934 ed il 1935.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Arado Ar 64 in German Aviation 1919-1945.
  2. ^ a b Arado Ar.64 in Уголок неба.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) William Green and Gordon Swanborough. The Complete Book of Fighters. Colour Library Direct, Godalming, UK: 1994. ISBN 1-85833-777-1
  • (EN) Green, William, and Gordon Swanborough, The Complete Book of Fighters (Salamander Books, 2002)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]