Bücker Bü 182

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bücker Bü 182 Kornett
Bucker Bu 182.jpg
Descrizione
Tipoaddestratore avanzato
Equipaggio1
CostruttoreGermania Bücker Flugzeugbau
Data primo volonovembre 1938
Utilizzatore principaleGermania Luftwaffe
Esemplari4
Dimensioni e pesi
Lunghezza6,67 m
Apertura alare8,60 m
Altezza1,85 m
Superficie alare9,80
Carico alare46,3 kg/m²
Peso a vuoto315 kg
Peso carico510 kg
Capacità combustibile80 L[1]
Propulsione
Motoreun Bücker BüM 700
Potenza80 PS (89 kW) a 2 500 giri/min
Prestazioni
Velocità max205 km/h al livello del mare
Velocità di crociera195 km/h
Velocità di salita275 m/min
a 1 000 m in 3 min 54 s
Autonomia850 km
Tangenza5 000 m
Armamento
Bombe4 da 1,5 kg
Notedati riferiti alla versione Bü 182 C

i dati sono estratti da Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945 (Band 1)[2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Bücker Bü 182 Kornett (ufficiale di cavalleria in lingua tedesca) era un monomotore da addestramento avanzato monoposto ad ala bassa a sbalzo sviluppato dall'azienda tedesca Bücker Flugzeugbau nei primi anni quaranta e destinato alle scuole di volo della Luftwaffe.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il Bü 182 era stato progettato per fornire un velivolo ancora più prestante e moderno dei precedenti Bü 131 e 133, tanto da conservare e migliorare anche le loro caratteristiche acrobatiche, conservando nel contempo un basso costo di gestione. Doveva costituire un ulteriore sviluppo per avvicinare le prestazioni dei caccia che i piloti della Luftwaffe avrebbero usato in azioni belliche. Inizialmente era previsto che potesse essere dotato di bombe per l'addestramento all'uso di cacciabombardieri.

Il Bü 182 era dotato di una fusoliera con cabina di pilotaggio chiusa, che terminava in un piano di coda dal classico impennaggio monoderiva. L'ala bassa era montata a sbalzo sulla fusoliera alla quale era collegato il carrello d'atterraggio fisso semicarenato, dotato posteriormente di un ruotino d'appoggio.

Il Reichsluftfahrtministerium (RLM) non ritenne necessario dotarsi di un simile velivolo e il progetto fu abbandonato dopo la realizzazione di soli 4 esemplari.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Bü 182 A
versione equipaggiata con un motore Walter Mikron da 60 PS (44 kW).
Bü 182 B
Bü 182 C
versione equipaggiata con un motore Bücker BüM 700 da 80 PS (89 kW).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nowarra 1993, pp. 155-156.
  2. ^ Nowarra 1993, pp. 244-245.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Angelucci, Paolo Matricardi, Guida agli Aeroplani di tutto il Mondo (Vol.4), Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 1979.
  • (EN) David Donald, Jon Lake, Encyclopedia of World Military Aircraft, Single volume edition, London, Aerospace Publishing, 1996, ISBN 1-874023-95-6.
  • (DE) Erwin König, Bücker Bü 180 "Student", Bü 182 "Kornett", Bü 134: Drei geniale Flugzeugtypen, die dem Krieg zum Opfer fielen (Flugzeug Profile 36), D-86669 Stengelheim, Unitec Medienvertrieb e.K..
  • (DEEN) Erwin König, Die Bücker-Flugzeuge, Martinsried, Nara Verlag, 1987, ISBN 3-925671-00-5.
  • (DE) Erwin König, Die Bückers, Die Geschichte der ehemaligen Bücker-Flugzeugbau-GmbH und ihrer Flugzeuge, 1979.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Band 1, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993, ISBN 3-7637-5464-4.
  • (EN) J. Richard Smith, Antony L. Kay, German Aircraft of the Second World War. London: Putnam and Company Ltd., 3rd impression, 1978, pp. 94-96, ISBN 0-370-00024-2.
  • (EN) Michael John H. Taylor, Jane's encyclopedia of aviation, 2nd Edition, London, Studio Editions Ltd., 1989, ISBN 0-517-10316-8.
  • (DE) Siegfried Wietstruk, Bücker-Flugzeugbau, Die Geschichte eines Flugzeugwerkes, D-82041 Oberhaching, Germany, Aviatik Verlag, 1999, ISBN 3-925505-28-8.
  • (EN) Tony Woods, Bill Gunston, Hitler's Luftwaffe, London, Salamander Books Ltd., 1977, ISBN 0-86101-005-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]