Messerschmitt Me 321

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Messerschmitt Me 321 Gigant
Me321+He111Z.jpg
Un'Heinkel He 111 Z traina un Me 321
Descrizione
Tipoaliante da trasporto pesante
Equipaggio2
CostruttoreGermania Messerschmitt
Data primo volo25 febbraio 1941
Data entrata in serviziogiugno 1941
Utilizzatore principaleGermania Luftwaffe
Esemplaricirca 150
Altre variantiMesserschmitt Me 323
Dimensioni e pesi
Lunghezza28,15 m
Apertura alare55,0 m
Altezza10,10 m
Superficie alare300,0
Peso a vuoto12 200 kg
Peso carico34 400 kg
Peso max al decollo39 500 kg
Prestazioni
Vt (velocità max al traino aereo)220 km/h
Velocità massima efficienza140 km/h
Armamento
Mitragliatrici4 MG 15 calibro 7,92 mm
Notedati riferiti alla versione Me 321 B-1

i dati sono estratti dal sito Уголок неба[1]

voci di alianti presenti su Wikipedia

Il Messerschmitt Me 321 Gigant era un aliante da trasporto tattico sviluppato dall'azienda tedesca Messerschmitt AG nei primi anni quaranta.

Capace di trasportare 130 soldati in tenuta d'assalto, oppure un singolo carro Panzer IV, venne utilizzato dalla Luftwaffe nel corso della seconda guerra mondiale.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Fotografia aerea di alcuni Me 321 in sosta in un aeroporto tedesco (1942).
Il Messerschmitt Me 323 versione motorizzata del Me 321

Durante la preparazione dell'invasione dell'Inghilterra nella seconda guerra mondiale, nota come operazione Leone marino (Unternehmen Seelöwe), l'Alto Comando dell'Esercito tedesco (Oberkommando des Heeres - OKH) richiese un aliante da trasporto strategico in grado di contenere circa 130 soldati pienamente equipaggiati in quanto le navi (data la sproporzione tra la flotta britannica e quella tedesca) non erano in grado di assolvere pienamente tale compito. Inoltre, gli alianti cargo erano importanti per stabilire delle teste di ponte in brevissimo tempo. La cattura del Forte di Eben-Emael fu, per il comando germanico, la prova che gli alianti erano cruciali in tali scenari.

Il Me 321, effettuò il primo volo nel febbraio 1941 e risultò essere così pesante che fu necessario utilizzare tre caccia Messerschmitt Bf 110 per trainarlo, cosa che comportava uno spreco di aerei molto preziosi per il combattimento. Nel 1942 si provò a trainare l'aliante con un'apposita variante (la Z) dell'He 111.

Fu sperimentata una versione del Me 321 con 4 motori, che volò per la prima volta nell'aprile 1942, mostrando un rapporto peso/spinta insufficiente. Quindi fu sviluppata la variante Me 323 questa volta con sei motori da 895 kW, che risultò il più grande aereo basato a terra della seconda guerra mondiale.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Me 321 A-1
prima versione realizzata, 2 membri di equipaggio, disarmata.
Me 321 B-1
versione armata del A-1, 3 membri di equipaggio, caratterizzata da postazioni difensive dotate da 2 a 4 MG 15 da 7,92 mm.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Germania Germania

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RU) Messerschmitt Me.321 Gigant, su Уголок неба, http://www.airwar.ru. URL consultato il 14 settembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Ernst Peter: „...schleppte und flog Giganten“ - Die Geschichte des größten Lastenseglers der Welt (Me 321) und des größten Transportflugzeuges (Me 323) des Zweiten Weltkrieges, Motorbuch Verlag, Stuttgart 1976 ISBN 3-87943-426-3
  • (DE) Hans-Peter Dabrowski: Giganten der Luft, Podzun-Pallas-Verlag, Friedberg 1993 ISBN 3-7909-0482-1
  • (EN) Hans-Peter Dabrowski. Messerschmitt Me 321/323: The Luftwaffe's "Giants" in World War II. Schiffer Pub Ltd (2002) ISBN 0764314424
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993, ISBN 3-7637-5464-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]