FIFA 20

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
FIFA 20
videogioco
FIFA20.png
Logo del gioco
PiattaformaXbox One, PlayStation 4, Microsoft Windows, Nintendo Switch
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 27 settembre 2019
GenereCalcio
OrigineCanada, Romania
SviluppoEA Canada, EA Romania
PubblicazioneElectronic Arts
SerieFIFA
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputGamepad, Joy-Con, Nintendo Switch Pro Controller, tastiera, mouse, Kinect, DualShock 4
Motore graficoFrostbite
SupportoBlu-ray Disc, DVD, download, scheda di gioco
Distribuzione digitalePlayStation Network, Xbox Live, Nintendo eShop, Origin
Fascia di etàCEROA · DJCTQ: D · ESRBE · PEGI: 3 · USK: 0
Preceduto daFIFA 19
Seguito daFIFA 21

FIFA 20 è un videogioco di calcio, sviluppato da EA Sports[1], disponibile per PlayStation 4, Xbox one, Microsoft Windows e Nintendo Switch[2].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Le modifiche al gameplay sono state apportate principalmente sotto forma di una nuova funzionalità intitolata Volta Football. La modalità, che significa ritorno in portoghese, è una rinascita della versione Street dei capitoli FIFA, fornendo una variazione sul tradizionale gameplay 11v11.

È impostato per includere la possibilità di giocare a 3v3 Rush (No GK), 4v4, 4v4 Rush, 5v5 e modalità futsal professionali. Utilizzando lo stesso motore, il gioco pone l'accento sull'abilità e sul gioco indipendente, piuttosto che sul gioco tattico o di squadra. Il giocatore è anche in grado di personalizzare il proprio giocatore; oltre a selezionare il genere, i giocatori avranno anche una vasta gamma di vestiti e accessori tra cui scegliere, dalle scarpe e vestiti ai cappelli e ai tatuaggi. Volta Football avrà anche una trama in stile "The Journey", che può essere giocata con il personaggio del giocatore[3].

Anche la modalità 11v11 tradizionale è cambiata, al fine di incoraggiare più 1-contro-1, la creazione di spazio fuori dalla sfera, così come nuove meccaniche delle punizioni e dei rigori. Sono stati inclusi anche gli aggiornamenti alla fisica della palla.

La modalità carriera si aggiorna con le Interviste interattive con le scelte in stile The Journey, il potenziale dinamico dei giocatori, la personalizzazione delľallenatore e altre aggiunte.

Confermata la modalità Ultimate Team che sarà supportata dalla Web App ufficiale di FIFA 20, quest'ultima disponibile a partire dal 18 Settembre 2019.[4]

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Anche se le versioni Xbox One, PS4 e PC hanno tutte le nuove funzionalità, la versione per Nintendo Switch è invece un'edizione Legacy, con kit aggiornati, elenchi e aggiornamenti minori ma priva della nuova modalità Volta Football o di una qualsiasi delle altre nuove caratteristiche[5].

FIFA 20 non è stato distribuito su Xbox 360 e PlayStation 3, rendendo FIFA 19 il gioco finale della serie ad uscire su quelle piattaforme[6][7].

Licenze[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di un accordo in esclusiva tra Juventus e Konami[8], la squadra è presente in FIFA 20 con il nome di Piemonte Calcio,[9] mentre sempre in seguito ad un accordo fra Konami e le due squadre argentine del River Plate e del Boca Juniors, i club prendendono rispettivamente, i nomi di Nuñez e Buenos Aires[10]

Ad agosto 2019, Electronic Arts annuncia una partnership con il club emiratino dell'Al-Ain. La squadra che tra l'altro è la più affermata del Golfo Persico e dell'Asia, è stata aggiunta alle seguenti ampie richieste dei fan della regione.[11] Inoltre, per la prima volta, è stata introdotta la Liga I, la massima serie del campionato rumeno.[12]

A seguito di un aggiornamento, il 3 marzo 2020 il gioco ha introdotto la novità della Copa Libertadores, dando così ai giocatori la possibilità di giocare la suddetta competizione in tutte le modalità del gioco. Inoltre, grazie a questo update, sono state apportate altre modifiche come, ad esempio, diverse licenze di squadre del massimo campionato argentino e brasiliano, nuovi stadi e numerosi aggiornamenti dei volti di altrettanti giocatori.[13]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Icone[modifica | modifica wikitesto]

Come nel precedente capitolo sarà presente il sistema delle Icone con nuove aggiunte tra cui Andrea Pirlo, Ian Wright, John Charles Barnes, Carlos Alberto Torres, Ronald Koeman, Didier Drogba, Zinedine Zidane, Ian Rush, Kaká, Michael Essien, Gianluca Zambrotta, Hugo Sanchez, Kenny Dalglish, Mané Garrincha, Josep Guardiola, Juan Román Riquelme, mentre sul box sono illustrati Eden Hazard, Virgil van Dijk, Jadon Sancho e Vinicius Jr..

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

In FIFA 20 sono presenti 90 stadi con licenza da 14 paesi e 29 stadi generici.[14] Il Bramall Lane è stato inserito in seguito alla promozione dello Sheffield United, garantendo che tutte le squadre della Premier League dispongano dei rispettivi stadi.[15] Sono stati inoltre aggiunti tre nuovi stadi spagnoli: Estadio El Alcoraz (della SD Huesca), Campo de Fútbol de Vallecas (casa del Rayo Vallecano) ed Estadio José Zorrilla (casa del Real Valladolid).[14]

Come parte di un ampio accordo di licenza, sono stati inclusi 13 nuovi stadi della Bundesliga e 2.Bundesliga. Questi includono la BayArena (sede del Bayer 04 Leverkusen), Mercedes-Benz Arena (sede del VfB Stuttgart), Red Bull Arena (sede della RB Leipzig) e Volkswagen Arena (sede del VfL Wolfsburg).[16] Al gioco si aggiungono anche lo stadio Groupama, sede dell'Olympique Lyonnais nella Ligue 1, e la sede della finale della UEFA Champions League 2019-2020, lo stadio olimpico Atatürk.[17]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ian Sherr e Mark Serrels, E3 2019: Star Wars Jedi: Fallen Order, Apex Legends, The Sims 4 and everything announced at EA Play, in CNET, 8 giugno 2019. URL consultato il 13 luglio 2019.
  2. ^ (EN) Oscar Dayus, E3 2019: FIFA 20 Announced With Release Date, Volta Mode, in GameSpot, 12 giugno 2019. URL consultato il 13 luglio 2019.
  3. ^ (EN) Wesley Yin-Poole, Confirmed: FIFA 20 has a FIFA Street mode called Volta Football, in Eurogamer, 8 giugno 2019. URL consultato il 13 luglio 2019.
  4. ^ FIFA 20: date e orari per l'accesso anticipato alla Web App - UAGNA, su Uagna: news, recensioni, anteprime, guide e soluzioni per videogiochi., 13 settembre 2019. URL consultato il 14 settembre 2019.
  5. ^ (EN) Tom Phillips, EA explains FIFA 2020's "Legacy" version for Nintendo Switch, in Eurogamer, 9 giugno 2019. URL consultato il 13 luglio 2019.
  6. ^ FIFA 2020: EA annuncia che non sarà disponibile su PS3 e Xbox 360, in FifaUltimateTeam.it, 14 giugno 2019. URL consultato il 13 luglio 2019.
  7. ^ (EN) FIFA 20: Release dates, price, new features & pre-order news, in Goal.com, 8 giugno 2019. URL consultato il 13 luglio 2019.
  8. ^ (EN) Juventus signs exclusive partnership with Konami, su juventus.com, 16 giugno 2019.
  9. ^ Piemonte Calcio in FIFA 20, su Electronic Arts.
  10. ^ River Plate e Boca Juniors solo su PES 2020: si chiameranno Nuñez e Buenos Aires su FIFA, su sport.sky.it, 7 agosto 2019. URL consultato il 20 agosto 2019.
  11. ^ (EN) UAE’s Al Ain FC sets sights on EA SPORTS FIFA 20 Debut, su wam.ae. URL consultato il 20 agosto 2019.
  12. ^ FIFA 20, campionati e squadre con licenza: la lista ufficiale, su goal.com, 24 settembre 2019. URL consultato il 20 agosto 2020.
  13. ^ FIFA 20: arriva la Copa Libertadores, su Fox Sports, 25 febbraio 2020. URL consultato il 3 marzo 2020.
  14. ^ a b (EN) FIFA 20 Stadiums, su fifauteam.com. URL consultato il 19 novembre 2019.
  15. ^ (EN) Sheffield United: THIS is what Bramall Lane looks like on FIFA 20 as Blades' stadium features on game for first time following promotion to Premier League, su www.thestar.co.uk. URL consultato il 19 novembre 2019.
  16. ^ (EN) Ben Wilson 2019-11-18T21:57:56Z Guide, FIFA 20 Bundesliga guide: player faces, stadiums, and Ultimate Team cards, su gamesradar. URL consultato il 19 novembre 2019.
  17. ^ (EN) VGR, New FIFA 20 Stadiums Revealed Including Champions League Venue Ataturk Olympic Stadium, su VGR, 18 settembre 2019. URL consultato il 19 novembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi